• 21 Settembre 2020 06:20

Notizie dal Nord Est ONLINE 24 ore su 24

Udinese : Il pagellone 2019/2020

DiStera

Ago 10, 2020

A conclusione di questo atipico anno calcistico, è arrivato il momento dei bilanci e del PAGELLONE dei nostri amati BIANCONERI!

Prima dei voti, tanto per iniziare fuori dal coro, citerei alcuni dati estrapolati dal sito www.transfermarkt.it :

Rosa: 28 giocatori

Età media: 26,9

Stranieri: 23  82,1 %

Bilancio trasferimenti: +44,50 mln €

Alla luce di questi dati, il primo voto vorrei darlo alla Società, che da tanti, troppi anni oramai, non ha un serio piano di investimenti a fronte di una tifoseria sempre fedele.

Quest’anno sono stati 16.800 gli abbonati, considerando la capienza massima di 25.144 già di per se un numero eccezionale, che colloca i friulani davanti a piazze nettamente più numerose come Bologna, Torino, Sampdoria, Cagliari e Napoli, ovvero più ambiziose e sportivamente più soddisfacenti come Atalanta, Parma e Sassuolo. I numeri danno la misura di molti fattori, e su questi numeri è inutile fare false considerazioni da sotans!

Per i tifosi FRIULANI, il trattamento è privo di gratitudine e rispetto, per cui il voto non può che essere insufficiente.

Società : 5

Passando poi ad analizzare il settore tecnico, quello che forse aveva generato più di una speranza ma che si è rivelato ahimè meno produttivo di quanto sperato è l’amatissimo Direttore dell’area tecnica Pierpaolo MARINO. Forse il suo ritorno aveva illuso i tifosi di vecchia data con eccessivi entusiasmi e aspettative, fatto sta che rimane la speranza di un lavoro più efficace per questo 2020/2021 alle porte.

Pierpaolo MARINO : 6

Volendo volutamente glissare sulle figure “minori”, mi concentrerei ora sulle due figure chiave dell’annata bianconera, ovvero i Mister.

La Società, e buona parte dei tifosi, riponeva grande fiducia su Mister TUDOR, visto il lavoro fatto nei due anni in cui ha salvato la compagine dal baratro della serie B, ma purtroppo il lavoro fatto dal croato fino al suo esonero, ha fatto cadere molte certezze e creato molti malumori e dissapori, a quanto pare anche nello spogliatoio, pur non trascurando il non poco rilevante fatto che la Società sembra non aver accontentato il mister nelle sue richieste durante la campagna acquisti (fatta per lo più di affari a parametro zero o prestiti dal Watford…n.d.r.).

Mister Igor TUDOR : 4,5

Mister Luca GOTTI

Al posto del croato, la Società, inizialmente aveva dato la Squadra in mano al suo vice (ed ex Vice di Sarri al CHELSEA) GOTTI, mentre cercava un valido sostituto, per poi accorgersi strada facendo che il tattico di Adria aveva tutte le carte in regola per ben figurare nel nostro massimo campionato, confermandolo, non senza qualche timore eccessivo del “nostro”, alla guida dei Bianconeri fino alla fine del campionato. Il mister si è subito fatto apprezzare sia in campo, con scelte vincenti e razionali, sia nell’ambiente, per i suoi modi pacati da persona intelligente e modesta, cosa che i friulani sanno davvero molto apprezzare. Scontata pareva la riconferma dopo l’agognata salvezza raggiunta chiudendo addirittura al 13° posto, ma ci sono voluti sangue freddo e pazienza anche per siglare un accordo annuale (…) che lo legherà ai bianconeri anche per la stagione entrante.

Mister Luca GOTTI : 8

Andiamo ora a snocciolare i voti alla rosa:

Juan (Agustin) MUSSO : 8

Juan (Agustin) MUSSO

Il portierone Argentino è stato uno dei migliori estremi difensori in assoluto della Serie A, basti pensare che ha stabilito il record di “clean sheet” con 14 partite imbattuto. Di sicuro un valore aggiunto in rosa, che speriamo di poter ammirare ancora tra i pali Udinesi almeno per il prossimo campionato.

NICOLAS (David Andrade) : s.v.

Il 32enne brasiliano, ufficialmente secondo portiere in rosa, non è mai sceso in campo.

Samuele PERISAN : s.v.

Il giovane (22 anni) friulano, prodotto del vivaio bianconero (in scadenza di contratto…), anche per quest’anno non ha potuto assaggiare il campo, facendo da terzo portiere nella speranza di venire “promosso” il prossimo anno.

Rodrigo (Nascimento Franca) BECãO : 6

Un avvio scoppiettante per il difensore brasiliano (24 anni) arrivato a Udine dopo un anno di esperienza nella fredda Russia, regalando alla prima giornata il goal vittoria contro il Milan. Ma nelle sue 29 presenze, non sempre ha fatto vedere cose convincenti, tanto che sembra sia anche stato messo in vendita, avendo anche una quotazione importante.

SAMIR (Caetano de Souza Santos) : 6

Ennesimo campionato altalenante del brasiliano, che oramai in Friuli molti conoscono e apprezzano quando “in giornata”, ma che altrettanti “odiano” per amnesie difensive e leggerezze spesso pagate a caro prezzo. 21 presenze e una rete per il 25enne in cerca di conferme.

William (Paul) TROOST-EKONG : 6

Il 26enne capitano della nazionale Nigeriana, alla sua seconda stagione italiana, nelle sue 30 presenze ha sollevato più di qualche perplessità, nonostante sia considerato un valido difensore a livello internazionale. Speriamo che un anno di esperienza in più ci regali un difensore più attento e incisivo.

Bram NUYTINCK : 7

Bram NUYTINCK

Evitato come la peste da Mister TUDOR, il 30enne olandese si è dimostrato una delle carte vincenti di Mister GOTTI, risultando spesso tra i migliori nelle sue 26 presenze stagionali, fermato solo da un infortunio che gli ha fatto saltare le ultime di campionato.

Sebastian PRöDL : s.v.

Arrivato infortunato nel mercato di gennaio dal WATFORD, il 33enne austriaco non è di fatto mai sceso in campo. Speriamo in un 2020/21 da protagonista.

Nicholas OPOKU : 5,5

Il giovane (22) difensore ghanese, nelle sue 7 partite in bianconero non ha impressionato. Mandato in prestito a gennaio all’AMIENS, è ritornato a disposizione nella rosa bianconera, in attesa di una sua probabile ripartenza.

Sebastien DE MAIO : 6,5

Chiamato inizialmente a sostituire gli eventuali assenti tra i titolari, l’esperto (33 anni) difensore francese si è sempre fatto trovare pronto rivelandosi come una delle certezze della linea arretrata tanto da farsi preferire ai suddetti, risultando spesso decisivo nelle partite più delicate e disputando ben 21 incontri.

Marvin (Romeo Kwasie) ZEEGELAAR : 5,5

Dopo l’avventura dello scorso campionato in prestito in Friuli dal WATFORD, è stato definitivamente acquistato dai friulani nel mercato di gennaio. Il 29enne olandese non si è dimostrato un caposaldo della formazione friulana, semmai interpretando la parte del sostituto con esperienza, al fine di fare rifiatare i titolari nelle sue 13 partite giocate.

Jens STRYGER LARSEN : 7

Jens STRYGER LARSEN

Il numero 19 danese, anche in questa stagione, ha saputo apportare ai friulani polmoni, classe tecnica e temperamento, rivelandosi un ottima spalla per RDP e contribuendo fattivamente al risultato finale, con le sue 33 partite e 1 goal. Ora il 29enne pare aspiri a cambiare aria per vivere una stagione da protagonista, ma il mio consiglio è di restare qui, dove è stimato e amato da tutti (almeno credo…).

Hidde (Willem) ter AVEST : 6

Una stagione di chiaroscuri per il 23enne olandese, che se invero non ha sfigurato, non si è nemmeno fatto particolarmente notare nelle sue 20 apparizioni. Per lo meno resta la speranza di una crescita costante.

Rolando MANDRAGORA : 6,5

Lo sfortunato scugnizzo 23enne, ha dovuto salutare anticipatamente il campionato per un brutto infortunio, che lo terrà verosimilmente lontano dal campo almeno fino a dicembre 2020. Un peccato perchè Rolando nelle 23 partite giocate in stagione si era integrato alla perfezione nel meccanismo di gioco di Mister GOTTI, traendone reciproche soddisfazioni. Speriamo che una volta guarito sappia da subito ridare consistenza e solidità al centrocampo friulano, come da far suo.

WALACE (Souza SIlva) : 6

Arrivato dal campionato tedesco dopo due retrocessioni consecutive, il 25enne brasiliano ha stentato ad integrarsi nel nostro campionato, fornendo a volte prestazioni discutibili. Ma con il passare del tempo e l’impiego forzato causa infortuni ai suoi compagni, ha dato l’impressione di poter tornare utile alla causa bianconera nelle 20 partite giocate, se solo si brasilianizzasse un po di più….

Mato JAJALO : 5,5

L’esperto (32) regista Bosniaco, acquistato per dare un gioco ai friulani, nelle 26 partite giocate, memori delle sue gesta in terra di sicilia, ha sollevato più di qualche malumore dimostrandosi spesso troppo lento e “fuori dal gioco” in questa Serie A per essere considerato un valido elemento nello scacchiere Gottiano.

Seko (Mohamed) FOFANA : 7

Seko (Mohamed) FOFANA

In verità il voto fa la media tra il voto di prima parte di campionato e quella della seconda, dove si è rivelato a tratti devastante nello spaccare le difese avversarie e facendosi trovare a tutto campo, cosa che di fatto l’ha portato a finire la stagione sulle gambe. A 25 anni, con 3 reti e ben 7 assist in 32 apparizioni, è uno dei più seri candidati a lasciare il Friuli nel prossimo calciomercato.

Ken (Nlata ) SEMA : 7

Il 26enne svedese, ma Congolese di nascita, arrivato in prestito dal WATFORD ad inizio stagione, si è rivelato come la più sorprendente rivelazione bianconera, con ben 2 reti nelle 32 partite giocate e un rendimento in costante crescita. Ha particolarmente impressionato nell’ 1 contro 1 e nelle accelerazioni palla al piede. A fine prestito ha fatto rientro alla casa madre a Londra, lasciandoci la speranza di rivederlo in terra friulana anche il prossimo anno.

Rodrigo (Javier ) DE PAUL : 8,5

Rodrigo (Javier ) DE PAUL

Non me ne vogliano i raffinati critici bianconeri, ma RDP non si può non considerare come il gioiello di questa formazione. A tratti immarcabile, sempre motivato ed esemplare per impegno e dedizione alla causa bianconera, violentato emotivamente da una ingiusta espulsione in quel di San Siro, ha saputo ritagliarsi uno spazio esclusivo nel gioco dei friulani, deliziando la platea con goal e giocate che erano anni che da queste parti ai confini est della italica nazione non si vedevano. Lodevole la sua tenacia nel giocare tutti i minuti della partita, spesso finendo sfinito. A 26 anni, l’argentino, con al suo attivo 7 reti e 6 assist in 34 partite e con la casacca della nazionale argentina sulle spalle, potrebbe ahimè essere una delle più grandi amarezze da sopportare ad inizio della prossima stagione, con lui altrove e non più in bianconero (quello originale!!).

Kevin LASAGNA : 7

Kevin LASAGNA

Capitan Kevin, innanzitutto AUGURI di buon compleanno! Oggi KL15 ne fa 28. Una stagione, questa, contrassegnata da una netta differenza tra l’attaccante quasi smarrito del pre lock-down e quello deciso, velocissimo, a tratti immarcabile e affamato di goal della seconda parte. 10 reti in totale (unico bianconero in doppia cifra) nelle 36 apparizioni stagionali. Quello che tutti i tifosi, me compreso, si augurano, è che KL15 abbia finalmente trovato la sua dimensione e che possa regalarci e ragalarsi una stagione da protagonista nel prossimo campionato.

Stefano OKAKA (Chuka) : 6,5

Stefano OKAKA (Chuka)

Su una cosa vorrei essere chiaro : come spesso fanno i professori che abbassano i voti a chi credono possa e sappia fare di più, anche io, nel mio piccolo, sento di potermi aspettare di più dal colosso di Castiglione del Lago. Fisicamente può essere prorompente, e sia sul finire della scorsa che all’inizio di questa stagione la sensazione era questa. Nel post lock down però, la sua “fame” si è un po troppo affievolita, con il risultato di apparire a volte involuto e poco motivato, concludendo comunque il campionato con 8 reti e 2 assist in 33 partite. Un buon punto di partenza.

Ilija NESTOROVSKI : 6

Lecito, questo è inopinabile, aspettarsi qualcosa di più dal 30enne bomber nazionale macedone, che nelle sue 26 presenze ha marcato la rete avversaria in sole 3 occasioni e ha spesso offerto prestazioni incolori. Mi illudevo di vedere il giocatore ammirato a Palermo, ma in questa stagione non è riuscito ad essere concreto.

Lucasz TEODORCZYK : 5

C’e’ chi continua a farmi notare che ha avuto poco spazio, e mentre ascolto mi vengono in mente Massaro, Pippo Inzaghi, Ciccio Graziani. Poi chi mi fa presente che per il suo gioco, servirebbe una manovra diversa, e mentre ascolto mi vengono in mente Hubner, Margiotta e via discorrendo…Fondamentalmente, ovviamente personalmente, credo che a 29 anni, con 14 presenze all’attivo e zero reti, qualcosa non va più come dovrebbe. Molto più senso avrebbe dare spazio a giovanissimi in cerca di minuti ed esperienza…eppoi mi ritrovo a pensare a JANCKER, NEUMANN, PENERANDA, MAICOSUEL, e mi prende lo sconforto.

Per il lieto fine citerei per dovere di cronaca, in quanto figurano in rosa ma non hanno mai giocato in quanto impiegati altrove :

Cristo (Ramón González Pérez) 26 presenze e 5 reti nel HUESCA, serie B spagnola;

Stipe PERICA (25) con uno score di 15 partite e 7 reti nel MOUSCRON in Belgio;

Riad BAJIć (26) con 27 partite e 4 reti nel KONYASPOR in Turchia;

Petar MICIN (21) con 11 presenze e zero reti nel CUKARICKI in Serbia;

Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi