• Dom. Dic 5th, 2021

VNE

online 24 ore su 24

LE METEORE DEL ROCK – THE FICTION FACTORY

DiAlPontelli

Set 28, 2021

Ed eccoci arrivati a questo nuovo appuntamento con le meteore del rock per parlare di una band che nonostante abbia avuto una breve attività discografica ha saputo comunque lasciare il segno, grazie soprattutto ad un singolo che ha primeggiato nelle classifiche di mezzo mondo a metà degli anni 80.

Stiamo parlando della band anglo-scozzese dei Fiction Factory.


Nati dalle ceneri di una semi sconosciuta band di Perth in Scozia, chiamata The rude boys,i fondatori della stessa, Kevin Patterson, cantante e Eddie Jordan tastierista, lasciata la band con poche ambizioni si unirono al chitarrista Chic Medley per scrivere dei nuovi brani, attratti dalla nuova ondata di new wave e brit pop che stava spopolando in Europa.

Ingaggiarono il batterista Mike Ogletree, ex Simple Minds e il bassista Graham McGregor e col nuovo materiale iniziarono a girare nei locali e nei pub inglesi e scozzesi proponendo i loro brani e altre cover e ben presto vennero notati da emissari della CBS che li misero sotto contratto.


La voce di Patterson aveva un timbro molto particolare e questo probabilmente fece la differenza.
Era la fine del 1983 e la band che prese il nome Fiction Factory registrò il primo disco che usci nel 1984 intitolato Throw the warped wheel out, anticipato dal singolo Ghost of love che ebbe un discreto successo arrivando nella top 20 inglese ma il meglio doveva ancora arrivare.


Patterson e soci erano contrari al lancio di questo brano come singolo, spingendo per (Feels like) heaven. Il secondo singolo usci nella seconda metà del 1984 e fece il botto, entrando nelle classifiche di tutta Europa ,negli Usa, in Australia e in Canada e di conseguenza anche l’album che fino ad allora aveva venduto discretamente entrò invece prepotentemente nella top five di mezzo mondo.

Il singolo era un perfetto mix di brit pop, new wave e synth pop con una melodia accattivante e un ritornello che entrava subito nelle grazie dell’ascoltatore. Vennero estratti altri due singoli che ebbero comunque un buon riscontro, soprattutto All or nothing che entrò nella top 30, ma il successo di Feels like heaven era planetario e la band spopolava in tutte le trasmissioni tv come Top of the pops grazie al video musicale e la band iniziò un tour prima europeo e poi mondiale.

Durante il tour i membri iniziarono a registrare anche il materiale per il nuovo album ma complice il successo vertiginoso e immediato e la grande popolarità gli equilibri all’interno della band cominciarono a venire meno e i litigi sempre piu frequenti, tanto da annullare molte date del tour che infatti si interruppe bruscamente alla fine del 1985.

Nonostante i dissidi e le dipartite di un paio di musicisti, sostituiti da session man, il secondo album della band Another story, usci nel 1986 e un paio di singoli entrarono anche nella top 50, Not the only one e No time ma ormai i dissapori tra Patterson e soci erano insanabili e la band si sciolse agli inizi del 1987, nonostante la CBS li avesse messi sotto contratto per tre album, il terzo lavoro infatti non usci mai se non sotto forma di raccolta con i successi della band più alcune demo pre esordio, un paio di live set e le versioni 12″ dei due principali singoli.


Il brano Feels like heaven, considerato una pietra miliare del cosidetto Brit pop, venne utilizzato in moltissime compilation negli anni 80,in alcune pubblicità, in un paio di film e in alcuni episodi di telefilm, soap opera e trasmissioni televisive.
Patterson continuò a scrivere brani per altri artisti e a produrre band emergenti, gli altri elementi come Graham Weir, trombettista che entrò nella band durante la registrazione del primo disco e li segui nel tour, finirono a suonare con gli OMD mentre gli altri continuarono a suonare con band minori inglesi e scozzesi.


Nel 2017 la band si riunii dopo moltissimi anni per partecipare ad un festival evento in Inghilterra e si dice per lavorare a nuovo materiale. Staremo a vedere…


Piccola curiosità, il brano Feels like heaven nel 1999 15 anni dopo la prima uscita, complice una trasmissione televisiva molto seguita in Germania, entrò nelle classifiche tedesche per diverse settimane.

Rispondi