• Lun. Nov 29th, 2021

VNE

online 24 ore su 24

DOMENICA 31 OTTOBRE alle 19.30 L’ORCHESTRA DELLA SVIZZERA ITALIANA APRE LA NUOVA STAGIONE DI MUSICA

DiRedazione

Ott 26, 2021

Appuntamento al Teatro Nuovo Giovanni da Udine domenica 31 ottobre 2021 alle 19.30

L’Orchestra della Svizzera italiana apre la nuova stagione di musica con la violinista Baiba Skride

La formazione elvetica diretta da Markus Poschner e la celebrata solista lettone ospiti per la prima volta del Giovanni da Udine. In programma Blumine di Gustav Mahler, il Concerto per violino e orchestra di Erich Wolfgang Korngold e la Quinta Sinfonia in mi minore di Pëtr Il’ičČajkovskij

Appuntamento con la grande musica sinfonica domenica 31 ottobre 2021 alle 19.30 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, in occasione del primo concerto della 25ma stagione di musica firmata dal Responsabile Direzione Artistica Musica Marco Feruglio e realizzata grazie anche al sostegno della Fondazione Friuli.

Ad esibirsi sul palcoscenico friulano saranno infatti l’Orchestra della Svizzera italiana – una delle più quotate d’Europa e non solo, grazie anche, negli anni recenti, al carisma di Markus Poschner che ne è direttore principale dal 2015 – e la violinista lettone Baiba Skride, vincitrice di prestigiosi concorsi e premi internazionali particolarmente apprezzata per la freschezza, la maestria e l’eleganza naturale del suo gesto.

Residente al LAC – Lugano Arte Cultura, la compagine elvetica vanta un’ampia programmazione concertistica e prestigiose collaborazioni con diversi altri direttori e con molti solisti di fama internazionale, sia in patria che fuori regione, come Martha Argerich e Sol Gabetta. Per il debutto sul nostro palcoscenico, dove sarà diretta da Markus Poschner, avremo il piacere di ascoltarla, dopo l’esecuzione di Blumine di Gustav Mahler, con la celebrata solista lettone nello splendido Concerto per violino e orchestra di Erich Wolfgang Korngold, compositore austriaco cresciuto sotto gli influssi di Richard Strauss e Gustav Mahler – che ne riconobbero subito il genio musicale – e divenuto poi prolifico autore di colonne sonore da premio Oscar. Dal 1945, quando fu scritto per il mitico Jascha Heifetz, questo meraviglioso brano è entrato nel repertorio di tutti i grandi violinisti fra i quali proprio Baiba Skride, che ne ha realizzato una memorabile incisione discografica. Concluderà il programma una delle partiture più popolari di tutti i tempi, la Quinta sinfonia in mi minore op. 64 di Pëtr Il’ičČajkovskij.

Biglietteria

Dal 26 ottobre al 4 dicembre la biglietteria di Via Trento 4 è aperta dal martedì al sabato (escluso festivi) dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00. Domenica 31 ottobre la biglietteria sarà aperta dalle ore 18.00 fino all’inizio del concerto.

Acquisti online su www.teatroudine.it e su www.vivaticket.it. Per informazioni: tel. 0432 248418; biglietteria@teatroudine.it.

Informazioni per il pubblico

In ottemperanza al decreto approvato il 22 luglio 2021, per l’accesso in sala è richiesta la Certificazione verde COVID-19 (Green Pass). Rimangono inoltre obbligatori l’uso della mascherina (ffp2 o chirurgica) e il rilevamento della temperatura corporea tramite termoscanner all’ingresso, nonché il divieto di creare assembramenti.

domenica 31 ottobre 2021 – ore 19.30

TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE

via Trento, 4 – 33100 UDINE

OSI – Orchestra della Svizzera italiana

Baiba Skride violino

Markus Poschner direttore

Gustav Mahler

Blumine

Erich Wolfgang Korngold

Concerto per violino e orchestra in Re maggiore op. 35

Pëtr Il’ič Čajkovskij

Sinfonia n. 5 in Mi minore op. 64

L’Orchestra della Svizzera Italiana è orchestra residente al LAC Lugano Arte e Cultura (Ticino, Svizzera). Sotto la bacchetta di Markus Poschner, direttore principale dal 2015, prosegue con successo le sue tournée fra accoglienze entusiastiche di pubblico e critica nei maggiori teatri e sale di tutta Europa: dalla Sala dorata del Musikverein di Vienna alla Philharmonie di Berlino, dal Grosses Festspielhaus di Salisburgo alla Kölner Philharmonie di Colonia. L’OSI è regolarmente protagonista in due rassegne a Lugano: OSI al LAC da autunno a primavera nella Sala Teatro del LAC e OSI in Auditorio a gennaio e febbraio nella sede storica dell’Orchestra, l’Auditorio Stelio Molo RSI a Lugano-Besso. Oltre che con Poschner, l’Orchestra collabora con diversi altri direttori e solisti di fama internazionale: fra questi la violoncellista Sol Gabetta, per un nuovo festival musicale pluriennale che prenderà pienamente avvio a partire dal 2022. Open air, cine-concerti e numerosi festival – tra cui il Locarno Film Festival in agosto – completano la programmazione dell’Orchestra. Straordinario, infine, l’impegno per i più giovani: oltre 11.000 bambini seguono ogni anno al LAC i concerti-spettacolo ideati per loro nel mese di maggio.

Baiba Skride è nata a Riga, in Lettonia, in una famiglia di musicisti, dove ha iniziato i suoi studi, trasferendosi poi nel 1995 al Conservatorio di musica e teatro di Rostock. Nel 2001 ha vinto il 1° premio del Concorso Regina Elisabetta di Bruxelles e nel corso della sua carriera ha collaborato con le più prestigiose orchestre: Berliner Philharmoniker, Gewandhausorchester Leipzig, Boston and Chicago Symphony Orchestra, New York Philharmonic, Concertgebouworkest, Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, Orchestre de Paris, London Symphony Orchestra, Hallé Orchestra, Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, Oslo Philharmonic , Sydney Symphony Orchestra, Shanghai Symphony Orchestra e NHK Symphony Orchestra, Orchestre der Komischen Oper Berlin, Orchestre Philharmonique du Luxembourg, RTÉ National Symphony Orchestra, Orchestre National du Capitole de Toulouse, Gothenburg Symphony Orchestra. Tra i direttori con cui collabora spiccano Marin Alsop, Christoph Eschenbach, John Eliot Gardner, Susanna Mälkki, Andris Nelsons, Andres Orozco-Estrada, Mark Eldler, Santtu-Matias Rouvali, Andris Poga, Yannick Nézet-Séguin, Tugan Sokhiev, John Storgårds, Juraj Yacuha, e Dima Slobodeniouk. Baiba Skride è una musicista da camera ricercata a livello internazionale in particolare in duo e in trio con sua sorella Lauma e Harriet Krijgh ed è uno dei membri fondatori dello Skride Quartet. La sua prolifica discografia include i concerti di Mozart con la Swedish Chamber Orchestra e quello di Bartok con la WDR Sinfonieorchester, entrambe con il direttore Eivind Aadland, così come l’American disc con brani di Bernstein, Korngold e Rózsa con la Gothenburg Symphony e la Tampere Philharmonic Orchestra sotto la direzione di Santtu-Matias Rouvali. Baiba Skride suona lo Stradivari Yfrah Neaman gentilmente prestatole dalla famiglia Neaman attraverso la Beare’s International Violin Society.

Markus Poschner ha assunto il ruolo di direttore principale dell’Orchestra della Svizzera italiana nella Stagione 2015/16: questa collaborazione ha entusiasmato non solo i critici e il pubblico locali, ma anche la stampa estera durante le numerose tournée. I DVD pubblicati da Sony con l’integrale delle Sinfonie di Brahms hanno ottenuto uno dei più importanti riconoscimenti internazionali per la musica classica, l’ICMA 2018. Dalla Stagione 2017/18 Poschner è direttore principale della Bruckner Orchester Linz e direttore musicale del Landestheater Linz, di cui ha ridefinito gli standard già a partire dal suo primo anno: la nuova produzione di Die Frau ohne Schatten è stata insignita dell’Österreichischer Musiktheaterpreis 2018. Nel 2019 Poschner ha debuttato con la Bayreuther Festspielorchester nelle Walküre di Richard Wagner ad Abu Dhabi e con l’Orchestre National de France a Parigi nel Maître Péronilla di Jacques Offenbach: questa registrazione ha vinto nel maggio 2020 il prestigioso Preis der Deutschen Schallplattenkritik. Vincitore del Deutscher Dirigenten Preis nel 2004, Markus Poschner è poi stato invitato da Staatskapelle Dresden, Dresdner Philharmoniker, Bamberger Symphoniker, Münchner Philharmoniker, Konzerthausorchester Berlin, Rundfunk-Sinfonieorchester Berlin, WDR Sinfonieorchester Köln, Radio-Symphonieorchester Wien, Wiener Symphoniker, Orchestra Radiofonica Sinfonica Olandese, Orchestra Sinfonica della NHK ed è stato ospite delle Staatsoper Berlin, Komische Oper Berlin, Oper Frankfurt, Staatsoper Stuttgart e Opernhaus Zürich. Dopo gli studi nella nativa Monaco di Baviera e come assistente di Sir Roger Norrington e Sir Colin Davis, Poschner è stato direttore principale della Georgisches Kammerorchester Ingolstadt e dal 2006 primo Kapellmeister della Komische Oper Berlin. Dal 2007 al 2017 ha assunto il ruolo di Generalmusikdirektor dei Bremer Philharmoniker. L’Università di Brema lo ha nominato Professore onorario nel luglio 2010.

Redazione

Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi