JESOLO – Il pensiero del sindaco Zoggia alle parole del Presidente di Aja

IL PENSIERO DEL SINDACO ZOGGIA ALLE PAROLE DEL PRESIDENTE DI AJA: “ALLA COMPLESSITÀ DEL PROBLEMA SERVONO SOLUZIONI ORGANICHE”

In relazione alle dichiarazioni espresse a mezzo stampa dal Presidente dell’Associazione Jesolana Albergatori, Alberto Maschio e apparse sulla stampa locale nella giornata di oggi, il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, esprime il suo pensiero:

“Trovo sconcertante che in questo momento di emergenza per la nostra città, il Presidente dell’Aja Alberto Maschio trovi il tempo e la voglia di polemizzare. Perché è questo che emerge dalle sue dichiarazioni, cercando di dimostrare, a detta sua, che l’associazione che rappresenta sia attiva e che l’amministrazione non stia facendo la sua parte. Questa è pura e semplice mistificazione. Il sindaco, la giunta, i consiglieri, anche di minoranza, per non parlare di decine e decine di volontari si sono messi a disposizione dando il massimo per tutelare la salute degli jesolani. Sono uomini e donne che si espongono a rischi per il bene della comunità e a cui va il mio più sincero ringraziamento. L’amministrazione, il sindaco, conoscono bene i problemi e le difficoltà che le aziende del nostro territorio stanno affrontando e dovranno sopportare nel prossimo futuro. Ci è noto già ora ed è un fronte sul quale il nostro impegno c’è e non mancherà in futuro. È bene capire però che di fronte alla complessità del problema, fatto di tante sfaccettature, la risposta e le soluzioni devono essere organiche e e non frutto di proposte che dimostrano una sottovalutazione dello sforzo che ci sarà richiesto e hanno una visione che guarda al proprio giardino, trascurando quello del proprio vicino. Ci vorrà ben più della riduzione di una tributo o di una tassa comunale per sostenere una vera ripartenza. In questo momento lo sforzo dell’amministrazione è rivolto alla tutela dei nostri cittadini e a garantire l’erogazione dei servizi essenziali della macchina comunale. Poi si aprirà il tempo per far sì che la stagione, in una forma nuova e legata alla contingenza dei fatti, possa esserci. Ci sarà quindi l’attenzione alle imprese, al settore alberghiero, dell’artigianato e della piccola impresa, del commercio, dell’agricoltura e così via. Ci sarà il tempo per il dialogo e la pianificazione, che l’amministrazione aprirà con le associazioni di categoria e con quelle persone che in questo tempo hanno dimostrato di volere il bene della comunità jesolana e non la difesa di interessi o posti personali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: