Jesolo prepara la risposta economica all’emergenza COVID-19

JESOLO PREPARA LA RISPOSTA ECONOMICA ALL’EMERGENZA COVID-19

L’amministrazione comunale al lavoro da diversi giorni sul bilancio per individuare risorse e capitoli di spesa da riservare per il sostengo a cittadini e imprese per contribuire alla ripresa economica dopo il difficile periodo dell’emergenza provocata dal nuovo coronavirus.

Trovare l’equilibrio di bilancio e al contempo rispondere alle difficoltà che la comunità jesolana sta attraversando individuando misure e risorse che, a 360  gradi, siano capaci di affrontare le necessità di cittadini e imprese e sostenere la promozione turistica della località. È uno dei fronti su cui è impegnata l’amministrazione Zoggia in questo momento di emergenza legato a COVID-19 e su cui ad intervenire è lo stesso primo cittadino:

“Le settimane che stiamo vivendo non sono facili così come i sacrifici che siamo chiamati a fare. Sappiamo però che questa emergenza finirà e che il sostegno che già ora il Comune sta garantendo ai cittadini dovrà esserci anche dopo, anche quando ciascuno di noi sarà uscito di casa a riabbracciare le persone care e ad avviare la stagione che ci auspichiamo, in forma nuova, possa comunque esserci. E’ proprio per poter essere al fianco dei cittadini, tutti, di chi lavora nel turismo, nel commercio, nell’artigianato, nell’agricoltura e in tutti i settori economici della nostra Jesolo, che l’amministrazione sta lavorando per individuare misure e risorse a sostegno della ripresa e della crescita. Sarà uno sforzo importante perché questa emergenza i segni li lascerà ma importante sarà anche il nostro impegno. Da giorni, per non dire settimane, stiamo passando in rassegna il bilancio per studiare i provvedimenti da poter mettere in campo in favore degli jesolani, tutti, nessuno escluso. In questo lavoro, stiamo pensando anche al turismo e alla promozione del nostro territorio per poter far sì che la flessione che certamente ci sarà nelle presenze turistiche possa essere compensata. Abbiamo quindi uno sguardo a 360 gradi, pur di fronte ad una situazione senza precedenti nella storia della nostra città. Il comune e l’amministrazione ci sono e stanno facendo la loro parte. A contribuire a questo sforzo nei confronti di tutta la comunità sono chiamati anche i privati, le associazioni di categoria, dalle quali, oltre alle polemiche di questi giorni, ci auspichiamo che arrivino anche proposte da poter esaminare assieme. Proposte che siano coerenti con la necessità di far ripartire e camminare nella stessa direzione, tutta la città. Perché è qui che si vede la differenza tra una visione di insieme e una visione particolare. Non c’è lavoro se non c’è salute, non c’è stagione se non c’è Città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: