• Mer. Set 28th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

I miti del rock : Mr. Mister

DiAlPontelli

Apr 2, 2019

Parliamo oggi di una Band che per certi versi si potrebbe definire una “Band Meteora”, formata da musicisti Session Man statunitensi, i

Mr. Mister

Nata a Los Angeles nel 1982, deve il suo nome ad una sorta di gioco di parole che i componenti idearono ispirandosi ad un album dei Weather Report dal titolo Mr. Gone.

Il cantante e bassista Richard Page (1953) era un session man di un certo livello che aveva lavorato con artisti del calibro di Kenny Loggins, Donna Summer ,Michael Jackson, per citarne alcuni, ma che stanco di queste esperienze e desideroso di creare un proprio sound, contattò un musicista suo amico d’infanzia, Steve George, per mettere in piedi una band chiamata Fusion Page.

Il gruppo però stentava a decollare nonostante continui cambi di formazione e sound, tanto che Page decise di chiudere definitivamente il progetto e assieme a George iniziò a reclutare musicisti di livello, spostando il sound verso un sofisticato Pop-Rock.

La band divenne così una realtà ingaggiando due musicisti quotati e con buona esperienza, il batterista Pat Mastellotto e il chitarrista Steve Farris, amico di Steve Lukather dei TOTO (fu lui a consigliarlo allo stesso Page…).

Nel 1984 i Mr. Mister entrano in studio per registrare il loro primo album, dal titolo “I Wear the face”. L’album piace discretamente e la band comincia ad avere un buon seguito anche alle Radio.

Ma il vero capolavoro dei Mr. Mister è da considerarsi “Welcome to the real world”, il loro secondo album, registrato nel 1985.

MR. MISTER – BROKEN WINGS – OFFICIAL VIDEO

L’album piazza 3 Hits nelle Top Ten U.S.A. e Canadese, e i brani “Broken Wings” e “Kyrie” ottengono grande successo anche a livello internazionale.

Altri due brani dell’album, “Something Real” e “Is it love”, entrano nelle principali classifiche americane e straniere.

Il momento per la band è davvero magico, complici gli efficaci videoclip che ne consolidano la fama a livello planetario e grazie anche al tour mondiale come spalla di Tina Turner, all’epoca star di primissimo livello mondiale.

Dopo quasi due anni in tournee, è pronto ad uscire il loro terzo lavoro, “Go on”, che però, pur mantenendo una elevata qualità compositiva e musicale, non riesce a ripetere il successo del disco precedente.

Brani come “Healing waters” e “Stand and deliver” entrarono in classifica ma le vendite furono un mezzo fallimento, tanto da generare dei “contrasti” con la casa discografica.

Il tour dell’album “Go on” venne condiviso con la band delle “HEART”, però qualcosa si era rotto all’interno della band ed infatti alla fine della tournee il chitarrista Steve Farris decise di lasciare il gruppo.

I tre membri restanti decisero di continuare il progetto per fare uscire il quarto album, “Pull”, ingaggiando altri musicisti, senza però riuscire a pubblicarlo alla fine del 1990, complice la sfiducia nei confronti del progetto da parte della casa discografica.

Fu allora che la band decise di sciogliersi, e i membri intrapresero strade diverse.

Quasi vent’anni dopo, però, dopo varie esperienze sempre come session man, grazie ad una casa discografica di proprietà dello stesso leader Page, l’album “Pull” viene pubblicato, anche se la band non si riformò mai veramente, dato che i membri erano già impegnati in altre collaborazioni.

Curiosità e aneddoti:

  • Nel 1984 Page venne contattato dai TOTO e dai CHICAGO per sostituire rispettivamente i cantanti Bobby Kimball e Peter Cetera, ma rifiutò l’offerta;
  • Il chitarrista Trevor Rabin degli YES era stato scelto come potenziale sostituto di Steve Farris;
  • I brani “Run to her” e “ Something real” vennero scelti per le colonne sonore dei film Spalle larghe e Sogno americano;
  • Richard Page e Pat Mastellotto sono considerati tra i più importanti session man internazionali, avendo collaborato con il gotha della musica, da Ringo Starr a Bjork, da Al Jarreau ai King Krimson e ad altre decine di artisti mondiali.
  • Il chitarrista Steve Farris ha suonato anche con la band degli WHITESNAKE e ha partecipato alla registrazione dell’album “Tutte Storie” di Eros Ramazzotti.

Formazione:

RICHARD PAGE : Basso e voce

PAT MASTELLOTTO : Batteria

STEVE FARRIS : Chitarra e Cori

STEVE GEORGE : Tastiere E Cori

Album:

1984: I WEAR THE FACE

1985: WELCOME TO THE REAL WORLD

1987: GO ON

2010: PULL

Rispondi