• Gio. Dic 1st, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Palmanova, nasce il Mattone “Palmanova” – Argille e cotture di 400 anni fa

DiRedazione

Lug 11, 2022

Nasce il Mattone “Palmanova”

Argille e cotture di 400 anni fa, per il mattone modello della Fortezza

Sul fronte, stampata la stella a nove punte

Piani: “Sarà utilizzato per tutti i futuri restauri delle mura. Sarà il simbolo dei Bastioni”

Sarà grande 12x25x4 cm e riproduce i mattoni utilizzati dai veneziani per costruire la Fortezza di Palmanova, più di 400 anni fa. Una ricerca, condotta dallo Studio Associato Pessina Lanza e da Terreal San Marco, ha permesso, su indicazione della Soprintendenza e del Comune di Palmanova, di identificare le componenti di argilla e i tempi di cottura del tempo, consentendo così di realizzare il Mattone “Palmanova”.

Per renderlo ancora più unico, sulla faccia più ampia, in fase di cottura, è stato stampata una stella a nove punte, forma e simbolo caratteristico della Città di Palmanova.

“Il Mattone Palmanova sarà, d’ora in poi, utilizzato per tutti i futuri interventi di restauro delle mura cittadine. Sarà il simbolo dei Bastioni e della nostra bellissima città. Stiamo già realizzando un primo intervento pilota che ci mostrerà il risultato finale del suo utilizzo”, commenta Luca Piani, assessore comunale con delega ai Bastioni.

E aggiunge Barbara Pessina, dello Studio Associato Pessina Lanza, progettista dell’intervento pilota: “Questo mattone nasce dalla richiesta della Soprintendenza regionale di uniformità negli interventi, presenti e futuri. Dopo numerosi studi, è stato realizzato un modello standard, non anticato ma nemmeno moderno, per non impattare dal punto di vista visivo nei tratti restaurati. Stesso studio è stato realizzato per la definizione delle malte da utilizzare”.

Una volta posati, la stella stampata non risulta più visibile sulla muraglia. Per questo, sono stati realizzati alcuni mattoni speciali, con la stella a nove punte stampata sulla facciata laterale. Uno di questi, verrà posato ogni 50 metri quadri di paramento murario, senza creare grande impatto visivo ma ricordando il momento dell’intervento di restauto compiuto.

I soggetti che hanno partecipato alla definizione del Mattone Palmanova sono la Soprintendenza, l’Arch. Lorenzon dell’Ufficio Tecnico comunale di Palmanova, l’Arch. Barbara Pessina, progettista e Direttore dei Lavori, dello Studio Associato Pessina Lanza, l’Impresa Aprile e la Terreal San Marco produttore del mattone.

Aggiunge Barbara Pessina: “Sotto la linea magistrale, è stato realizzato anche una seconda forma di mattone, più grande e giallognolo, di forma trapezoidale, fatto apposta dai veneziani per agevolare la messa in opera del manufatto, vista la sua inclinazione”.

Sono qui due le tipologie di mattoni Palmanova realizzati: il più classico, di dimensioni nominali 12x25x4, nelle quattro cromie dal rosato al rosso e giallo, e l’elemento a trapezio di dimensioni nominali 13/12×25/24×7, di colore giallo con sabbia fine tipo Valdarno.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi