• Sab. Dic 3rd, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

TRA VILLE E GIARDINI – 20 luglio FLO A CORBOLA (RO)

DiRedazione

Lug 17, 2022

TERZA DATA PER TRA VILLE E GIARDINI XXIII – NOVITÀ: CORBOLA PIAZZA CHIESA

LE BRAVE RAGAZZE CANTATE DALLA VERSATILE FLO

La talentuosa cantautrice partenopea presenta una musica al femminile

CORBOLA (RO) – Non fa parte del mainstream e non la si vede spesso in tv, ma Flo, diminutivo di Floriana Cangiani, è una cantautrice partenopea e attrice di teatro (ha debuttato con Claudio Mattone), dalla voce versatile e dall’indiscutibile talento, tra le più interessanti del panorama cantautorale indipendente e di world music italiana. Ha condiviso il palco con grandi musicisti del calibro di Stefano Bollani, Paolo Fresu, Daniele Sepe, Enrico Rava. Ora Flo, col suo tour estivo “Brave ragazze”, è ospite di Tra ville e giardini 2022, terza data della rassegna di spettacolo itinerante del Polesine, promossa dalla Provincia di Rovigo con Regione Veneto, Fondazione Cariparo; e l’organizzazione tecnica di Ente Rovigo festival, per la direzione artistica di Claudio Ronda.

Appuntamento imperdibile per tutti. Il live acustico “Brave ragazze” è programmato per mercoledì 20 luglio, alle 21 e trenta, in piazza Chiesa a Corbola: nuova location del festival, grazie a questa prima partecipazione del Comune di Corbola, che entrando tra gli enti organizzatori dell’edizione 2022, regala al pubblico una serata di altissimo livello artistico-culturale.

La line-up è meravigliosamente acustica e folk: Flo alla voce, Cristiano Califano alla chitarra classica e Michele Maione alle percussioni, co-produttore dell’ultimo disco e arrangiatore della maggior parte dei brani. Il titolo del concerto riprende l’ultimo album – rectius: un concep album – , di Flo, “Brave ragazze” (2022, Soundfly). “Brave” sta per indomite, potenti, coraggiose, eroiche. Le “ragazze” sono un pugno di cantautrici del passato dell’area latino-mediterranea, che pur avendo vissuto in modo totale e assoluto la propria esistenza, non hanno avuto il riconoscimento della memoria. Quasi un generoso atto di giustizia, quindi, questo lavoro di Flo, il primo album da interprete, poiché si compone di dieci brani, di cui sei sono rielaborazioni o traduzioni in lingua italiana di canzoni altrui, e solo quattro originali proprie. Ma anche una sconfinata conoscenza musicale che spazia da Napoli al Sudamerica. Non solo un recupero musicale, ma ricerca storica e filologica: l’album è un racconto, è sperimentazione, ed è un viaggio dentro tradizioni musicali lontanissime che si fondono tra loro.

Dalle trame sonore curate nel dettaglio e dalla voce di Flo, capace come pochi di mettersi al servizio del contenuto, riemergono dalla storia i punti di vista di un mondo musicale femminile dimenticato: Leda Valladares, cantante argentina che, negli anni ‘40, girò per il Tucuman per registrare i canti dei “descamisados” e fermarli nella memoria collettiva, lei che morì devastata dall’Alzheimer (il bano che la ricorda, “Milonga con sauces”); “Connola senza mamma” di Gilda Mignonette, celeberrima cantante napoletana fra gli emigranti in America, ma sconosciuta in patria; Gabriella Ferri, iconica artista ancora all’avanguardia, che viene reinterpretata con tutta la sua ironia in “Me voi pe’te”, autentico inno all’indipendenza sentimentale femminile. E tante altre.

Info biglietti: www.enterovigofestival.it.

Tra Ville e Giardini XXIII è promossa ed organizzata da Provincia di Rovigo in ambito RetEventi, co-finanziata da Regione del Veneto, sostenuta da Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, con l’organizzazione tecnica di Ente Rovigo Festival, direzione artistica di Claudio Ronda, e la partnership dei Comuni di Adria, Ariano nel Polesine, Badia Polesine, Canda, Castelmassa, Ceneselli, Corbola, Ficarolo, Frassinelle Polesine, Fratta Polesine, Lendinara, Occhiobello, Polesella, Porto Tolle, Rovigo.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi