• Lun. Nov 29th, 2021

VNE

online 24 ore su 24

LE PAGELLE DI STERA : UDINESE vs SAMPDORIA 0-1

DiStera

Mag 16, 2021

LE PAGELLE DI STERA

UDINESE vs SAMPDORIA : 0 – 1
16/05/2021

MUSSO: 6,5
Cento (100) presenze in bianconero per l’argentino che a fine stagione lascerà il Friuli. Rispetto al collega avversario oggi è stato forse il bianconero più impegnato.
C O N C E N T R A T O

BONIFAZI: 5,5
Macchia una prestazione di carattere con l’ennesimo fallo da rigore che decide la partita a favore degli avversari.
S C I A G U R A T O

BECAO: 6
Fa il suo senza lode e senza macchia. Esce per Ouwejan.
A T T E N D I B I L E

ZEEGELAAR: 6
Dopo la magra figura in terra partenopea, limita i danni senza commettere errori grossolani. Esce per Samir.
S O D D I S F A C E N T E

MOLINA: 5
Viene il dubbio che l’argentino abbia un fratello gemello, e che quello visto in campo nelle ultime giornate sia il fratello meno bravo.
S M A R R I T O

DE PAUL: 6
Forse alla sua ultima in terra friulana, delude nella sostanza, pur non lesinando impegno. Peccato per quel contropiede…
E S A U R I T O

MAKENGO: 6
Pare aver trovato la sua posizione in campo, finalmente. Peccato che i piedi siano quel che sono, spreca due buone occasioni. Esce per Forestieri.
A R C I G N O

WALACE: 5
Mai propositivo e spesso “maldestro”, riesce a partita quasi finita a scaldare i guantoni del portiere avversario dalla distanza.
I N C O N S I S T E N T E

STRYGER LARSEN: 5,5
Il danese dà sempre l’idea di voler strafare per la causa friulana, ma la volontà non basta.
N E B U L O S O

PEREYRA: 5
Si conferma sui bassi ritmi e poche idee delle ultime giornate. Senza le sue giocate la squadra si è smarrita.
I N D E F I N I B I L E

OKAKA: 4,5
Non fosse per il cartellino giallo rimediato nel secondo tempo non sarebbe nemmeno sul tabellino. Esce per Llorente.
I N S I P I D O

SAMIR: 5,5
Rileva Zeegelaar e rischia di macchiare subito la prestazione con le sue amnesie difensive.

FORESTIERI: 5,5
Entra al posto di Makengo mettendo corsa e poco altro.

LLORENTE: 5,5
Subentra a Okaka e cambia ben poco.

OUWEJAN: s.v.
Prende il posto di Becao.

IL MISTER: 5
Per quella che potrebbe essere la sua ultima al Friuli, schiera la “sua” formazione tipo senza osare troppo, orfano di molti infortunati. La squadra si esprime sulla falsa riga delle ultime prestazioni, e la colpa non può non essere anche dell’uomo che la guida!
D I S I N C E N T I V A T O

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

Gli ex : 7
Entrano Verre e Quagliarella e la Samp passa…serve aggiungere altro?

LA SINTESI: Il Friuli è oramai terra di conquista…
Dopo la scoppola presa a Napoli con la non-prestazione bianconera, l’ultima in casa di campionato prima di fare visita ai campioni d’Italia per chiudere la stagione vede i friulani di fronte alla Sampdoria degli ex Quagliarella e Candreva. Formazione senza novità per le zebrette, causa anche la raffica di defezioni sofferte negli ultimi giorni. Si sono aggiunti ai non convocabili di lungo corso Jajalo, Deulofeu, Pussetto e Nestorovski anche Nuytinck, De Maio e Arslan. Clima ottimale al Friuli per una partita che suona di lungo addio per molti, sia tra quelli in campo che quelli in panchina. Formazioni in campo con le divise ufficiali, caso strano negli ultimi tempi, che fortuna non avere una 4^ maglia da sfoggiare! Ritmi blandi e poche emozioni. La prima occasione capita al 9^ minuto sui piedi del duo Bonifazi-Pereyra che non riescono ad inquadrare lo specchio della porta. Molto movimento palla ma nessuna delle due compagini riesce ad avvicinarsi alla porta, 18 minuti senza grosse emozioni. La doria scalda i guantoni a Musso al 24^ minuto. Okaka al 31^ minuto ha sui piedi un regalo della difesa doriana, ma non trova il tempo per concludere a rete. Al 43^ Makengo cerca di risvegliare gli assopiti spalti ma conclude alto sulla traversa difesa da Audero. Si conclude il primo tempo, giocato a ritmo scapoli-ammogliati con poche cose da raccontare. Ripartono i 22 del primo tempo. Squadre più “lunghe” e più vicine ai portieri avversari, doriani che si fanno sotto. Al 9^ Candreva impegna Musso dalla distanza. 1 minuto dopo lo imita Gabbiadini. De Paul prova dalla distanza ma Thorsby manda in angolo. Sfrutta l’occasione Gotti che inserisce Samir e Forestieri. Splendida azione di De Paul che si lancia in velocità verso Audero portandosi dietro la difesa doriana, ma conclude debolmente in porta. Al 18^ del secondo tempo Audero tocca finalmente palla. Sul capovolgimento di fronte i doriani colpiscono l’esterno della rete grazie a una deviazione che mette i brividi a Musso. Entra in campo l’ex Jankto. 28^ De Paul vola sulla fascia e mette per Pereyra che trova la deviazione di un doriano sulla conclusione in area. Entrano altri due ex, Verre e Quagliarella, Llorente per i friulani. Al 30^ Forestieri spara alto sopra la traversa dalla distanza. Molina si fa la fascia e poi crossa per…Audero. 40^ minuto, 7^ rigore stagionale contro i friulani. Bonifazi stoppa con un braccio la conclusione dal limite di Verre, Quagliarella sul dischetto non perdona. Entrano Ouwejan e Damsgaard. Al 45^ grande conclusione al volo di Walace che finalmente impegna Audero, che si salva in corner. Musso salva su Quagliarella lanciato a rete al 92^. Un brutto risultato per chiudere un anno deludente, troppo rassegnati per essere giustificabili.

SAMPDORIA : AUDERO 6.5, BERESZYNSKI 6.5, YOSHIDA 7, COLLEY 6, AUGELLO 6.5, CANDREVA 6(DAMSGAARD s.v.), EKDAL 6, THORSBY 6.5, LERIS 5.5 (JANKTO 5.5), KEITA 5(VERRE 6), GABBIADINI 6(QUAGLIARELLA 6.5)

Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi