• Sab. Ott 16th, 2021

VNE

online 24 ore su 24

I SOLISTI VENETI: ripartono “I CONCERTI DELLA DOMENICA 2021”

DiRedazione

Ott 7, 2021

I SOLISTI VENETI

I CONCERTI DELLA DOMENICA 2021”

Ritornano come di consueto “I Concerti della Domenica”, celebrando quest’anno la 55.ma edizione della più longeva rassegna italiana di matinée musicali. I Solisti Veneti diretti da Giuliano Carella propongono al grand publique un programma ricco ma nel solco di quell’accessibilità che è all’origine della loro ideazione, firmata da Claudio Scimone.

Famiglie, giovani, studenti e anziani sono da sempre gli interlocutori privilegiati per questi concerti che quest’anno si svolgeranno tutte le domeniche mattina dal 17 ottobre al 28 novembre all’Auditorium Cesare Pollini di Padova, a partire dalle ore 11.00.

Orario e programmi scelti da una delle più celebri Orchestre d’archi al mondo, per dar vita a concerti che, lasciato il rigido formalismo e accantonato il frac, prediligono invece l’intensità vivace e la familiarità, essendo ormai “I Concerti della Domenica” un amatissimo quanto storico appuntamento per la città patavina.

Massimo Mercelli

Sei domeniche per sei concerti autunnali all’insegna della grande musica, lasciando alle spalle l’estate e i tanti concerti, anche all’aperto, eseguiti in tutta Italia e all’estero, così come le partecipazioni ai numerosi festival prestigiosi, e terminare così la rassegna domenicale alla fine di novembre, pronti per godersi i “Concerti di Natale”.

Una rassegna domenicale che anche quest’anno vede la presenza di alcuni ospiti davvero speciali ma che ormai possono dirsi “di casa” per le tante collaborazioni con l’Orchestra.

Il “Concerto Inaugurale” del ciclo 2021 si terrà il 17 ottobre con I Solisti Veneti diretti da Giuliano Carella. In programma musiche di Albinoni, Bottesini, Zoccatelli e Grieg.

La domenica successiva, 24 ottobre, il concerto “Omaggio a Tomaso Albinoni” nel quale i “Solisti” tributeranno il raffinato compositore veneziano nel 350.mo anniversario della nascita.

Domenica 7 novembre, l’Auditorium Pollini ospiterà invece il Recital che vede come protagonisti due solisti amatissimi dal pubblico. In scena Lucio Degani, Primo Violino dell’orchestra, accompagnato dal pianista Ferdinando Mussutto. Vasto e pirotecnico il repertorio proposto che spazia da musiche di Kreisler, Hubay, Massenet, Bazzini, Gershwin, Heifetz, Morricone, Williams e Gardel.

Il 14 novembre, a grande richiesta del pubblico, I Solisti Veneti diretti da Giuliano Carella propongono la prima serie de “I Concerti Brandeburghesi” di Johann Sebastian Bach. Il concerto vede la partecipazione del noto flautistaMassimo Mercelli.

La domenica del 21 novembre va finalmente in scena “The Young Beethoven. Gli artigli di un artista da cucciolo”. Il concerto era in programma l’anno scorso in occasione del 250.mo anniversario della nascita del grande musicista tedesco. Purtroppo, la pandemia aveva bloccato ogni esecuzione dal vivo e quindi ecco giunta l’occasione per riproporre al pubblico quello che, più che un concerto, è un vero e proprio evento musicale. Con Sandro Cappelletto (scrittore, giornalista e storico della musica) come voce narrante accompagnato dal pianista Marco Scolastra. Una pièce musicale -testo e drammaturgia di Sandro Cappelletto su musiche di Ludwig van Beethoven- che racconterà attraverso musica e parole l’esordio di uno dei geni della musica di tutti i tempi.

L’ultimo concerto si svolgerà il 28 novembre. I Solisti Veneti diretti da Giuliano Carella porteranno sul palcoscenico la seconda serie de “I Concerti Brandeburghesi” di Johann Sebastian Bach. Occasione imperdibile poter assistere all’esecuzione integrale dei sei Concerti che, data la difficoltà tecnica e la varietà di strumenti solisti impegnati, sono raramente presenti nelle rassegne concertistiche.

Dedicati al margravio Christian Ludwig di Brandeburgo, i sei Concerti Brandeburghesi ci riportano agli anni che Bach trascorse a Köthen. La raccolta ha una fisionomia unitaria -anche se le partiture sono state concepite in tempi diversi– e rappresenta una sorta di campionario dell’arte bachiana, in particolare nel rapporto tra ensemble e solisti.

Il sipario sulla rassegna si alza quindi il 17 ottobre alle ore 11.00 con il “Concerto Inaugurale”. Nel 350.mo anniversario della nascita, verrà omaggiato Tomaso Albinoni con il Concerto per archi op. 5 n. 6 per archi. A seguire Giovanni Bottesini (ricordato nel 200.mo anniversario della nascita) con il virtuosismo del Concerto n. 2 in si minore per contrabbasso e archi eseguito da uno dei più famosi contrabbassisti al mondo, Gabriele Ragghianti.

A seguire, in prima esecuzione assoluta, il Concerto per violino e archi “La Serenissima” di Virginio Zoccatelli. Scritto nel 2020 e dedicato dal noto compositore friulano ai Solisti Veneti, è affidato al violino di Lucio Degani. Chiude la serata la “Holberg Suite” op. 40 per archi di Edvard Grieg. Un brano nato per celebrare il secondo centenario della nascita, nel 1884, dello scrittore, filosofo e drammaturgo Ludwig Holberg, considerato il padre della letteratura danese.

Il richiamo al mondo musicale settecentesco con le sue forme di danza è solo apparente e fa da cornice d’epoca a una musica interamente composta secondo il moderno stile di Grieg.

Per riavvicinare il pubblico alla musica dal vivo e agevolare le famiglie, quest’anno I Solisti Veneti hanno realizzato un carnet nominale che prevede l’accesso ai sei concerti a un prezzo promozionale.

Come stabilito dalla normativa vigente, per accedere all’Auditorium “Pollini” sarà necessario essere in possesso della Certificazione verde COVID-19 (“green pass“) in corso di validità.

www.solistiveneti.it info@solistiveneti.it Tel. 049 666128

BIGLIETTI:

INTERI € 15

RIDOTTI € 10

BAMBINI € 5 (sotto i 12 anni)

STUDENTI (Conservatorio e Università) € 3

CARNET NOMINALE (6 concerti):

INTERO € 60

RIDOTTO € 42

BAMBINI € 18 (sotto i 12 anni)

Biglietti e carnet acquistabili dal sito www.solistiveneti.it e presso gli uffici di P.le Pontecorvo 4/A (tel. 049 666128). Biglietti in prevendita presso GABBIA (Via Dante 8 tel. 049-8751166)

Redazione

Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi