• Dom. Dic 5th, 2021

VNE

online 24 ore su 24

TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL: torna EDUCATION PROGRAM con eventi e attività per studenti, insegnanti e famiglie

DiRedazione

Ott 20, 2021

21° edizione | Trieste, 27 ottobre – 3 novembre 2021

AL TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL TORNA EDUCATION PROGRAM, UN RICCO CALENDARIO DI ATTIVITÀ ED EVENTI GRATUITI
PER STUDENTI, INSEGNANTI E FAMIGLIE

Il più importante festival italiano dedicato alla fantascienza, che si svolgerà online e dal vivo dal 27 ottobre al 3 novembre, conferma anche quest’anno
gli eventi e le attività gratuite di Education Program: proiezioni,
incontri e tantissimi film pensati per studenti, insegnanti e famiglie.

Tutti gli eventi sono a cura di Education Program del centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground,
che propone una didattica con un approccio multidisciplinare,
prediligendo i linguaggi del cinema, videogiochi, e dei  fumetti. 

Trieste Science+Fiction Festival, il più importante evento italiano dedicato all’esplorazione della fantascienza e del futuro in programma dal 27 ottobre al 3 novembre dal vivo nel capoluogo giuliano al Politeama Rossetti e al Cinema Ariston e online su MYmovies, conferma anche per la 21° edizione Education Program, il progetto dedicato a studenti, famiglie e insegnanti con un ricco calendario di eventi dal vivo a ingresso gratuito. 

L’Education Program lavora da anni allo sviluppo e allo studio di una Media Education che, grazie al linguaggio del cinema, dei videogiochi e dei fumetti, mette al centro la riflessione analitica sulla complessità delle immagini più che la loro mera fruizione o l’utilizzo strumentale che spesso se ne fa nei contesti educativi e di edutainment. Obiettivo del progetto è quello di offrire a bambini, ragazzi e adulti la possibilità di vivere, a volte per la prima volta, un’esperienza di percezione del mondo che può emozionare, fare riflettere e talora, come accade grazie a certe grandi storie narrate dalla fantascienza, di interrogarsi sul nostro tempo, sulle sue urgenze e i fantasmi che infestano la strada che conduce al futuro ed altri mondi migliori e possibili.

Il ricco cartellone di visioni e laboratori, dentro e fuori la sala cinematografica, quest’anno prenderanno il via già martedì 26 ottobre, quando al Cinema Ariston di Trieste gli studenti delle scuole primarie e delle secondarie di primo grado della città parteciperanno alla matinée di “Moonbound” di Ali Samadi Ahadi. Questo film di animazione ricco di azione e irresistibili invenzioni visive parla di coraggio, amicizia, crescita e di come il nostro pianeta vada protetto a ogni costo, seguendo le vicende di un timido e imbranato ragazzo alle prese con un’avventura incredibile: andare sulla Luna per recuperare la sorellina rapita. Presentato in anteprima nazionale, sarà arricchito dal commento di Paolo Fedrigo (ARPA FVG Laboratorio regionale di educazione ambientale).

Di ben altra atmosfera, e tra le più cupe mai create dal cinema contemporaneo sci-fi, è invece “1997: Fuga da New York” di John Carpenter, che sarà proposto agli studenti delle scuole superiori di secondo grado venerdì 29 ottobre, sempre all’Ariston. Questo capolavoro di tensione e distopia, con protagonista Jena Plissken (Kurt Russell) alle prese con una lotta all’ultimo minuto per salvare la sua pelle e quella del presidente degli Stati Uniti d’America in una città-carcere da cui è impossibile uscire, è una pagina di cinema straordinaria che parla di potere, povertà e violenza nella società occidentale e che verrà interpretata, dopo la visione, dal critico Paolo Zelati.

A queste matinée che segnano un importante e significativo ritorno al cinema in presenza da parte delle scuole, si aggiunge uno speciale evento legato all’anteprima del film “Witch Hunt” di Elle Callahan. Destinato alle classi quinte delle scuole superiori di secondo grado, quest’opera che narra una tremenda “caccia alle streghe” del XXI secolo con protagoniste delle teenager, è una profonda ed eccezionale esperienza di riflessione sulla crescita, la libertà, l’essere donna e le regole di inclusione ed esclusione imposte dalla società con cieca ferocia. Grazie alla collaborazione con alcuni istituti superiori della città, il film sarà proposto sulla piattaforma di MYmovies.it e accompagnato dall’incontro con la regista a scuola, offrendo a docenti e ragazzi un’originale lezione di cinema e confronto.

La proposta targata Education Program ideata e destinata alle scuole proseguirà per tutta la stagione invernale, quando studenti e docenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado d’Italia potranno partecipare a uno speciale pacchetto di lezioni che tra incursioni nel cinema e nella letteratura della fantascienza consentiranno di conoscere da vicino tutte le qualità di un genere che da Méliès a “Dune” è capace tanto di coinvolgerci quanto di farci riflettere.

Allargando lo sguardo oltre le pareti scolastiche, al pubblico più ampio delle famiglie, inoltre, l’Education Program completa il suo cartellone con due attività. La prima, “GoPractical: toccare con mano la magia del cinema”, in programma domenica 31 ottobre alle ore 16.00 al Cinema Ariston, e destinata a bambini e adulti di tutte le età. Cosa distingue un regista pratico da un creatore di effetti speciali? Marcello Baretta risponde a questa domanda riportando in vita il celebre personaggio-icona del cinema fantascientifico anni ’80 E.T. l’extraterrestre grazie all’impiego della tecnologia animatronica. L’esito di questo esperimento sarà un vero e proprio spettacolo per bambini e adulti di tutte le età! 

La seconda, il “Piccolo laboratorio per scoprire tutte le sfumature del cinema” in programma il 2 novembre alle ore 11.00, sempre all’Ariston, proporrà ai bambini dai 6 ai 9 anni e ai loro genitori di addentrarsi nell’universo di colori, suoni ed effetti visivi generati dall’animazione digitale per imparare a decifrarlo e vivere così una vera e propria esperienza di educazione alla visione che è tanto divertente quanto pedagogica. Nel corso del laboratorio saranno mostrati i cortometraggi “Microtopia”, realizzato da un team di ben 6 autori, e “Me, a Monster?” della regista Belinda Bonan. 

Come ogni anno, una significativa selezione dei film appartenenti a quella ufficiale del festival andrà a comporre un percorso di visione per bambini e famiglie (4 i titoli: oltre al già citato “Moonbound”, ci sono “The Last Journey” di Romain Quirot, “Junk Head” di Takahide Hori e “Alien on stage” di Danielle Kummer e Lucy Harvey) e uno per ragazzi dai 14 anni in su (ben 16 i titoli, tra classici e contemporanei) offrendo così la possibilità di (ri)scoprire il migliore cinema di fantascienza sul grande schermo e arricchire mente e occhi per superare, visione dopo visione, i limiti del proprio sapere e del proprio sentire sui temi più urgenti del nostro tempo: ambiente, mai così presente nei film di questo anno, crescita, autodeterminazione, e tanto altro ancora. 

Per maggiori informazioni e per scoprire come partecipare alle attività dell’Education Program del Trieste Science+Fiction Festival, scrivere a educazione@lacappellaunderground.org oppure visitare il sito ufficiale del festival www.sciencefictionfestival.org/.

21° EDIZIONE DEL TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL

Fondato a Trieste nell’anno 2000, Trieste Science+Fiction Festival ha raccolto l’eredità dello storico Festival Internazionale del Film di Fantascienza di Trieste svoltosi dal 1963 al 1982, la prima manifestazione dedicata al cinema di genere in Italia e tra le primissime in Europa, divenendo il più importante evento italiano dedicato ai mondi della fantascienza e del fantastico. Cinema, televisione, new media, letteratura, fumetti, musica, arti visive e performative compongono l’esplorazione delle meraviglie del possibile

Tra i grandi ospiti internazionali presenti al Trieste Science+Fiction Festival dal 2000 a oggi si ricordano i nomi di Neil Gaiman, Pupi Avati, Dario Argento, Jimmy Sangster, John Landis, Lamberto Bava, Terry Gilliam, Enki Bilal, Joe Dante, Jean “Moebius” Giraud, Ray Harryhausen, Christopher Lee, Roger Corman, George Romero, Alfredo Castelli, Gabriele Salvatores, Alejandro Jodorowsky, Bruce Sterling, Rutger Hauer, Sergio Martino, Douglas Trumbull, Phil Tippett e Brian Yuzna.

Trieste Science+Fiction Festival è organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground con la collaborazione e il sostegno di: MIC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, PromoTurismo FVG, Comune di Trieste, Università degli Studi di Trieste, Fondazione CRTrieste, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali

Trieste Science+Fiction Festival è membro ufficiale del board della Méliès International Festivals Federation, fa parte di AFIC – Associazione Festival Italiani di Cinema e partecipa ad EURASF, rete europea di festival con focus sul film scientifico. 

Il Festival è riconosciuto dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia tra i progetti triennali di rilevanza regionale di interesse internazionale in campo cinematografico. La manifestazione si avvale del patrocinio dei principali enti scientifici del territorio: AREA Science Park, ICGEB, ICTP, INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste, IS Immaginario Scientifico – Science Centre, OGS, SISSA.

La sede principale della manifestazione, grazie alla collaborazione del Comune di Trieste e del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, sarà il Politeama Rossetti. Il palazzo della Casa del Cinema di Trieste, sede delle maggiori associazioni di cultura cinematografica del territorio, è il quartier generale della manifestazione. Il Cinema Ariston, sala d’essai de La Cappella Underground, ospiterà le sezioni collaterali del festival ed i programmi speciali.

Redazione

Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi