• Gio. Gen 27th, 2022

VNE

online 24 ore su 24

LUNEDI’ 6 DICEMBRE DEBUTTA “FLOWER IN THE DESERT” – NIR KABARETTI SUL PODIO DELLA FVG ORCHESTRA CON LA VOCE SOLISTA DI SONIA PRINA

DiRedazione

Dic 3, 2021

Evento clou per la 30^ edizione del Festival Internazionale di Musica Sacra è la produzione “Flower in the desert”, proposta in partnership con il Teatro Comunale di Carpi, al debutto lunedì 6 dicembre a Pordenone, nel Duomo Concattedrale di San Marco (ore 20.45). «Un’occasione davvero speciale – osservano i direttori artistici Franco Calabretto e Eddi de Nadai – per alimentare la sinergia fra istituzioni musicali del Friuli Venezia Giulia, come la FVG Orchestra, e artisti di fama internazionale quale il Maestro Nir Kabaretti. Direttore d’Orchestra fra i più acclamati, alla guida della Santa Barbara Symphony in California e prossimo a dirigere ‘Schiaccianoci’ al Teatro dell’Opera di Roma nella programmazione di fine anno, e il contralto Sonia Prina, punto di riferimento della vocalità nella scena lirica internazionale e protagonista nei teatri più significativi del globo, dalla Scala all’Opera de Paris, dal Festival di Salisburgo al Teatro Real di Madrid, al Barbican di London e Staatsoper di Monaco.

L’evento siglerà anche il debutto, in prima esecuzione assoluta, dei quattro Canti per Orchestra composti su testi del libro di Isaia dal pordenonese Cristian Carrara, autore cardine della scrittura musicale contemporanea, racchiusi appunto sotto il titolo di “Flower in the desert”». Le prove dell’allestimento sono in corso a Palmanova in questi giorni, i riflettori si accenderanno dunque lunedì sera su una “prima” prestigiosa, un concerto che diventa metafora di speranza, il cui programma sarà completato da una Cantata di Bach, la BWV 54 per contralto e orchestra d’archi, e dalla Sinfonia di Mendelssohn “La Riforma”. In scena la FVG Orchestra, Istituzione Musicale e Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, schiererà un organico forte di 47 elementi. Promosso da Presenza e Cultura, Centro Iniziative Culturali Pordenone e Centro culturale Casa Zanussi Pordenone, il Festival Internazionale di Musica Sacra è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia e con Promoturismo FVG, Comune di Pordenone e Fondazione Friuli.

L’accesso in chiesa è gratuito, con super green pass obbligatorio e con prenotazione via mail a pec@centroculturapordenone.it Info sul nuovo sito dedicato www.musicapordenone.it       Con la 30^ edizione il Festival prosegue nel progetto triennale “Trinitas. Trinità dell’umano”, dedicandosi all’esplorazione del tema “Mater. Madre. Inserito stabilmente nel circuito Italiafestival, Festivalfinder.eu., il Festival Internazionale di Musica Sacra di Pordenone è sostenuto da Bcc Pordenonese Monsile, Electrolux e DForm, e si svolge in partnership con Fondazione Concordia Sette e la Diocesi di Pordenone.

Nir Kabaretti si è affermato con crescente prestigio a livello internazionale, con una vasta esperienza nel repertorio sinfonico ed operistico. Dal 2002 al 2008 è stato Direttore Musicale della Raanana Symphonette Orchestra in Israele. Nel 2006 è stato scelto come Direttore Musicale della Santa Barbara Symphony in California, dal 2014 è anche Direttore Musicale della Southwest Florida Symphony e continua a collaborare con le maggiori orchestre e teatri del mondo, come l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Tokyo Philharmonic Orchestra, Orquesta Filarmonica de Buenos Aires, Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, Vienna Chamber Orchestra, La Orquesta Sinfonica de Madrid, e molte altre. Fin da giovanissimo Kabaretti ottiene numerosi riconoscimenti: nel 1993 vince il concorso di direzione d’orchestra Forum Junger Künstler a Vienna; dopo la laurea presso l’Università della Musica di Vienna, diviene Maestro Collaboratore e direttore del Coro presso la Wiener Staatsoper e il Festival di Salisburgo. Assistente personale di Zubin Mehta al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, nel 2004 debutta al Teatro alla Scala di Milano con lo storico allestimento di Schiaccianoci di Nureyev, e vi ritorna nel 2007 per una produzione di Sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn. La sua esperienza operistica include produzioni al Maggio Musicale Fiorentino (Die Entführung aus dem Serail, Il Trovatore,Macbeth, Gianni Schicchi, Il Viaggio a Reims), al Teatro Real di Madrid (La Cenerentola, Die Walküre), alla Israeli Opera (Fidelio, Manon Lescaut), all’ Opéra de Lausanne (Il Cappello di Paglia di FirenzeDie Fledermaus) e al New National Theatre in Tokyo (Il Barbiere di Siviglia). Nel 2000 dirige Il diario di Anna Frank di Fried (produzione ospite della Staatsoper di Vienna) al Bregenz Festival ed all’ Expo 2000 di Hannover. Nel 2005 è scelto per guidare la prima tournée del Teatro San Carlo di Napoli in Giappone, dirigendo il Trovatore.

Sonia PRINA

Sonia Prina è riferimento della scena lirica internazionale. Nel 1996 vince le selezioni per l’ammissione all’Accademia per Giovani Cantanti Lirici presso il Teatro alla Scala di Milano e dal 1997 cominciano le scritture per le stagioni operistiche con particolare interesse al repertorio barocco. La sua rara voce di contralto le permette di farsi notare da subito sulla scena lirica internazionale. Riceve molti premi, fra i quali il prestigioso Premio Abbiati nel 2006 e il Tiberini d’Oro nel 2014, in entrambi casi come migliore cantante dell’anno. Tra gli impegni di maggior rilievo degli ultimi anni si esibisce al Teatro alla Scala di Milano, all’Opera di Zurigo, al Festival di Salisburgo; alla Sydney Opera House; al Théâtre du Châtelet di Parigi; alla Staatsoper di Monaco, al Teatro Real di Madrid e Teatro Liceu di Barcellona, alla Lyric Opera di Chicago e Opera di San Francisco. Grande specialista haendeliana, è stata invitata a cantare in Vaticano per S.S. Papa Benedetto XVI e il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano ed ha al suo attivo numerosissime incisioni. La FVG Orchestra – Istituzione Musicale e Sinfonica del Friuli Venezia Giulia è la compagine sinfonica nata recentemente per volere della Regione Friuli Venezia Giulia, per raccogliere l’eredità musicale di diverse realtà di una zona di confine ricca di tradizioni musicali. Seppur di recente formazione, l’orchestra ha tenuto concerti a Budapest nella bellissima sala che è stata sede del Parlamento ungherese, presso il Teatro Rossetti di Trieste, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Teatro Verdi di Pordenone, il Teatro Verdi di Gorizia e in tutta la Regione FVG. Il ruolo di direttore ospite principale è affidato al M° Paolo Paroni, già direttore ospite principale presso l’Orchestra del New York City Ballet e ospite di moltissime istituzioni sinfoniche in Italia e all’estero. L’orchestra lavora con direttori di chiara fama, ed ospita regolarmente alcuni primi violini provenienti dalle più prestigiose realtà nazionali ed internazionali come la Filarmonica di Budapest, la Scala di Milano, la Rai di Torino, ed altre compagini orchestrali riconosciute per la loro qualità musicale. La FVG Orchestra è uno degli enti promotori della rinascita dello storico festival dell’operetta a Trieste, negli ultimi mesi del 2020, caratterizzati dalla chiusura dei teatri a causa dell’emergenza pandemica da covid-19, la FVG Orchestra è stata uno dei primi enti a livello nazionale a programmare e realizzare una breve stagione di concerti trasmessi in streaming, con la partecipazione di una rosa di solisti e direttori d’eccellenza e coinvolgendo tutti i principali teatri della Regione FVG. I professori della FVG Orchestra hanno singolarmente vinto primi premi a concorsi e premi internazionali e hanno collaborato anche con orchestre quali la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestra Mozart, l’Orchestra del Teatro alla Scala e Filarmonica della Scala, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra del Gran Teatro la Fenice, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, la Haydn di Trento e Bolzano, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari e l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste.

Redazione

Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi