• Lun. Gen 24th, 2022

VNE

online 24 ore su 24

LE PAGELLE DI STERA : CAGLIARI vs UDINESE 0-4

DiStera

Dic 18, 2021

LE PAGELLE DI STERA

CAGLIARI vs UDINESE : 0 – 4
18/12/2021

SILVESTRI: 6
Bravo a salvare su Pavoletti a inizio partita. Per i restanti minuti viene chiamato solo ad ordinaria amministrazione.
A S T A N T E

BECAO: 6
Argina gli avanti sardi con le buone e con le cattive maniere. Ingenuo a prendersi un giallo a partita quasi finita.
C O N C R E T O

NUYTINCK: 6,5
Non si passa, punto! Chiude tutti i varchi possibili all’avversario. Il capitano è tornato.
I M P E R V I O

SAMIR: 6,5
Nella sua zona non si passa. Ardito in certi interventi, ma sempre decisivo ed efficace.
C O N V I N T O

MOLINA: 6
Si regala un gran goal in una serata dove, in generale, si fa poco notare in avanti. Meglio in copertura. Esce per Soppy.
A B U L I C O

ARSLAN: 6,5
In costante crescita, si impone sugli avversari con tocchi di classe e giocate illuminate. Esce per Jajalo.
A U T O R I T A R I O

WALACE: 6,5
Serata da ricordare per il brasiliano, che forma un trio di centrocampo efficace ed efficiente.
I M B R O C C A T O

MAKENGO: 7
Arrivata oggi per lui la prima soddisfazione personale di un goal in campionato. Per tutta la partita si fa il diavolo a quattro a centrocampo, arginando di fatto gli avversari.
S T I M O L A T O

UDOGIE: 6,5
Guadagnati i gradi di titolare nello scacchiere bianconero, garantisce grinta tecnica e carattere. Esce per Zeegelaar.
S P A V A L D O

BETO: 6
Non segna ma si fa in quattro per supportare la squadra. Ottima l’intesa con i compagni. Esce per Samardzic.
A T T I V O

DEULOFEU: 7,5
Disegna una parabola stupenda su punizione per il suo quinto goal stagionale e si ripete nella ripresa con un altra perla per la sua personale doppietta. Costantemente una spina nel fianco nella retroguardia sarda. Esce per Pussetto.
S E D U C E N T E

PUSSETTO: 6
Rileva Deulofeu.

JAJALO: 6
Entra al posto di Arslan.

ZEEGELAAR: s.v.
Subentra a Udogie.

SOPPY: s.v.
Sostituisce Molina.

SAMARDZIC: s.v.
Quanto cambio al posto di Beto.

IL MISTER: 7
Volendo ingarbugliare un famoso detto, mi viene da dire “squadra che non vince non si cambia”, vista la formazione con cui il mister disegna la sua Udinese in terra sarda. Dopo il pareggio più che meritato contro l’ex capolista e la vittoria in Coppa Italia mette in campo una squadra figlia del credo Gottiano. Il risultato sul campo però è una formazione più cinica e concentrata. I cambi servono solo a far riposare una squadra che si è dimostrata tosta al punto giusto.
M O T I V A T O R E

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

Carattere : 7
Si è visto fin dai primi minuti che la squadra era in campo con la testa, con il cuore e con il fisico..

LA SINTESI: Colpaccio sull’isola
Secondo sabato sera consecutivo di campionato per i friulani. Di scena contro il Cagliari di Mazzarri nella terra dei quattro mori, i bianconeri sono alla ricerca di un successo scaccia crisi che manca oramai da troppo tempo, escludendo la parentesi infrasettimanale in Coppa Italia. Sardi alla disperata ricerca di punti salvezza. Curioso il fatto che le due compagini siano ultime con la Salernitana nella speciale classifica per minuti di possesso palla (medio) a partita. Bello vedere le due squadre con le maglie ufficiali, quasi una rarità oramai. Success assente per squalifica e il tucu purtroppo ancora out per i postumi dell’infortunio. Squadre che si affrontano a specchio, entrambe con il 3-5-2 e derby toscano tra le panchine. Si fa valere la muscolarità del centrocampo friulano. Al 4^ minuto Makengo sfrutta un errore in disimpegno dei rossoblue e con la punta degli scarpini anticipa Cragno con un preciso pallone a sinistra del portiere sardo. Vantaggio friulano e primo goal del francese nel massimo campionato italiano. Al 7^ minuto Joao Pedro e Pavoletti si inventano un azione con un ottimo 1-2 che Silvestri riesce a salvare in angolo con una gran parata, pericolosi i sardi. Sbaglia Maresca ad assegnare una rimessa ai sardi al 14^, ne nasce un cross su cui Pavoletti anticipa Becao di testa. Silvestri è attento e salva. Serie confusa di gioco, con molti errori da una parte all’altra. Passaggi sbagliati e controlli approssimativi, il campo di gioco sembra condizionare le giocate. Squadre contratte e poco lucide. Al 23^ Makengo vanifica un interessante azione peccando di egoismo alla ricerca di un improbabile doppietta invece di servire i compagni che lo accompagnavano in avanti. Cagliari che riesce a gestire meglio palla, Udinese che pittosto punta a meno possesso palla con rapide ripartenze. Al 32^ bell’assist di Deulofeu per Beto che viene chiuso bene dalla retroguardia cagliaritana. Salva Cragno al 37^ che sugli sviluppi di un corner neutralizza una conclusione di Walace. Bravissimo Udogie ad uscire palla al piede dalla propria area e costringere Dalbert al fallo da giallo per fermarlo quando era in procinto di entrare in area avversaria ancora con la palla nei piedi! Sulla palla ci va Deulofeu che si inventa una traiettoria perfetta che si insacca alla sinistra di Cragno, immobile! Due a zero Udinese al 44^ minuto. Joao Pedro impegna Silvestri al 46^. Si va al riposo con i friulani avanti di due lunghezze. Tre cambi per Mazzarri che al rientro dagli spogliatoi mette in campo Caceres, Keita Balde e Lykogiannis. Passano solo 4 minuti e i bianconeri segnano ancora, questa volta un siluro dal limite di Molina supera l’incolpevole Cragno, tre a zero al 49^. Cagliari che continua ad avere il controllo della palla, senza però creare particolari fastidi alla difesa friulana. Makengo la fa da gigante a centrocampo. Scappa al centrocampo sardo e Marin commette fallo sul francese che gli costa il secondo giallo e la conseguente espulsione. Sardi in dieci dal 66^ minuto. Deulofeu e Beto inventano un altra azione pericolosa che la difesa salva in corner. Sugli sviluppi dello stesso Makengo serve Deulofeu che con una precisa parabola supera Cragno e segna la sua personale doppietta, quattro a zero al 69^ minuto. Mazzarri mette in campo Zappa e Deiola. Cioffi mette in campo Zeegelaar e Soppy al 79^. Entra anche Samardzic al 87^. Soppy non prende la porta dopo una bella palla servitagli da Jajalo al 89^. Fischia Maresca senza recupero, il risultato permette anche questo. La cura Cioffi funziona.

CAGLIARI : CRAGNO 5.5 , CEPPITELLI 5 (ZAPPA 6), GODIN 5 , CARBONI 5.5 (CACERES 5.5), BELLANOVA 5 , NANDEZ 6 (KEITA BALDE 5.5), MARIN 5 , GRASSI 6 , DALBERT 5.5 (LYKOGIANNIS 5.5), J. PEDRO 5.5 , PAVOLETTI 5.5 (DEIOLA 6)

Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi