• Dom. Ott 17th, 2021

VNE

online 24 ore su 24

Arte e musica a Palazzo Economo – Giornate Europee del Patrimonio 24-25-26 settembre

DiRedazione

Set 16, 2021

Giornate Europee del Patrimonio

24 | 25 | 26 settembre 2021

ARTE E MUSICA A PALAZZO ECONOMO

APERTURA STRAORDINARIA CON CONCERTI E VISITE GUIDATE

Palazzo Economo di piazza Libertà – Trieste

venerdì 24 settembre

concerti con tour guidati al palazzo

con inizio alleore 18.00, 19.00, 20.00

durata 20 + 20 minuti

sabato 25 e domenica 26 settembre

visite guidate al palazzo

con inizio alle ore 10.00, 10.30, 11.00, 11.30, 12.00, 12.30

durata 30 minuti

Il Segretariato regionale, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio e la Direzione regionale musei del Friuli Venezia Giulia per le Giornate Europee del Patrimonio, venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 settembre 2021, aprono al pubblico Palazzo Economo a Trieste, sede regionale del Ministero della Cultura. Sarà un weekend speciale all’insegna dell’arte e della musica e permetterà a tutti di scoprire quella che è stata la residenza baronale della famiglia Economo, intraprendenti mercanti d’origine greca stabilitisi a Trieste alla fine dell’800.

Gli eventi sono gratuiti, con prenotazione obbligatoria.

PROGRAMMA

Venerdì 24 settembre | concerti con breve tour guidato al palazzo

serata organizzata insieme all’associazione culturale Camerata Strumentale Italiana di Trieste

Nella splendida cornice settecentesca del Salone Piemontese, alle ore 18.00, 19.00 e 20.00, il gruppo strumentale Lumen Harmonicum di Trieste, composto da Marta Macuz (clarinetto), Marco Favento (violino) e Massimo Favento (violoncello), eseguirà una selezione di brani musicali dei compositori Franz Schubert, Pierre Hyacinthe Azaïs, Jan Křtitel Vaňhal, tutti attivi fra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento. I concerti avranno una durata di venti minuti circa e saranno affiancati da un breve tour guidato alla residenza degli Economo.

Sabato 25 e domenica 26 settembre | visite guidate al palazzo

Nelle due giornate sono previste visite guidate, per piccoli gruppi, alle ore 10.00, 10.30, 11.00, 11.30, 12.00, 12.30.

Il percorso, condotto da funzionari del Ministero della Cultura, si svolge attraverso le parti più significative dell’edificio, a partire dall’atrio monumentale, fra i più belli di Trieste, di recente oggetto di un restauro che ha messo in luce la preziosità dei suoi elementi decorativi come le colonne in marmo, gli affreschi a grottesche e i dettagli d’ispirazione greca. Verranno presentati anche il prezioso insieme decorativo settecentesco del Salone Piemontese e le tele del Ciclo del Progresso, dipinte da artisti triestini per un caffè cittadino di fine Ottocento e ora in deposito presso il palazzo.

MODALITÀ DI PRENOTAZIONE E DI VISITA

È obbligatorio prenotarsi in anticipo, inviando una mail a sr-fvg.promozione@beniculturali.it dalla quale verrà inviato un messaggio di conferma di prenotazione. Le richieste saranno evase in ordine d’arrivo.

I visitatori dovranno presentare all’ingresso la certificazione verde COVID 19, come previsto dalla normativa vigente. È inoltre obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata degli eventi.

PALAZZO ECONOMO

La dimora venne edificata nel 1887 dagli Economo, intraprendente e facoltosa famiglia di imprenditori di origine greca, in seguito al loro trasferimento a Trieste. La grande e lussuosa casa-emporio – strategicamente situata vicino alla stazione ferroviaria e al porto franco – era la base da cui dirigere i molteplici commerci e gli interessi della famiglia. Il palazzo, costruito in stile neo-greco in omaggio alle origini dei proprietari, con la sua imponente mole e la ricchezza delle finiture doveva rappresentare una sorta di biglietto da visita dei nuovi arrivati in città. La fortuna familiare crebbe notevolmente nei decenni successivi, tanto che nel 1903 l’imperatore Francesco Giuseppe conferì a Giovanni Andrea – capostipite della famiglia – il titolo ereditario di barone, con il predicato di San Serff. Allora il palazzo fu ristrutturato e ulteriormente abbellito, in modo da adeguarlo al nuovo rango nobiliare. Sul mercato antiquario torinese, nel 1927, fu acquistato l’apparato decorativo del Salone, detto da allora Piemontese, un fastoso assemblaggio settecentesco di boiserie dorata, specchi e dipinti.

LE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

Le GEP – Giornate Europee del Patrimonio sono una ricorrenza annuale festeggiata contemporaneamente in tutti i paesi d’Europa. In Italia sono fortemente sostenute e promosse dal Ministero della Cultura. Soprintendenze, musei, archivi, biblioteche, aree archeologiche e tutti gli altri istituti centrali e periferici partecipano a quella che ormai è la più estesa e condivisa manifestazione culturale europea. Le Giornate rappresentano un’occasione per avvicinare i cittadini alla cultura con iniziative ed eventi adatti a tutti i tipi di pubblico. Quest’anno le proposte sono all’insegna del motto “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!”, slogan di particolare importanza in quanto riflessione sulla partecipazione al patrimonio culturale estesa a tutti i cittadini, includendo ogni fascia d’età, gruppi etnici, minoranze presenti sul territorio e persone con disabilità.

Trieste, 14 settembre 2021

CIPeC – Centro Integrato Promozione e Comunicazione

Segretariato regionale del Ministero della Cultura per il Friuli Venezia Giulia

sr-fvg.promozione@beniculturali.it

Lucia Marinig

Per maggiori informazioni:

www.fvg.beniculturali.it

www.facebook.com/micfriuliveneziagiulia

Redazione

Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi