• Mar. Gen 31st, 2023

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Cividale del Friuli – Il 30 agosto si inaugura il monumento ad Adelaide Ristori

DiRedazione

Ago 23, 2022

Oltre cento anni dopo, a Cividale verrà inaugurato il monumento ad Adelaide Ristori

La cerimonia il 30 agosto 2022, nel duecentesimo anno della Ristori

108 anni dopo, nel 2022 anziché nel 1914, il monumento dedicato ad Adelaide Ristori verrà inaugurato colmando un importante vuoto storico per Cividale del Friuli.

Martedì 30 agosto alle ore 18.00 si terrà infatti l’inaugurazione ufficiale del monumento dedicato all’attrice tragica Adelaide Ristori nata a Cividale del Friuli nel 1822.

Il monumento, costruito nel 1912 in Foro Giulio Cesare, e realizzato da Antonio Maraini (che aveva vinto un concorso appositamente bandito dal Comune), sarebbe dovuto essere inaugurato il 30 agosto del 1914, ma a causa dello scoppio del primo conflitto mondiale non venne mai celebrato in maniera ufficiale.

La cerimonia sarà preceduta da due relazioni storico artistiche nell’aula magna dell’adiacente Liceo Paolo Diacono. Il primo intervento, “Ristori e Cividale ”la città che le fu culla””, sarà tenuto dal professore Claudio Mattaloni, il quale approfondirà l’aspetto che lega la Ristori, ed il suo monumento, alla Città di Cividale. Diverse furono infatti le vicissitudini che spinsero a scegliere la collocazione dell’opera in Foro Giulio Cesare e che ne impedirono l’inaugurazione anche successivamente al 1914.

Il secondo intervento, ”Il monumento di Adelaide Ristori a Cividale. Riflessioni intorno a un’iniziativa di respiro internazionale”, sarà tenuto da Massimo De Sabbata, dottore di ricerca in Storia dell’Arte, e ripercorrerà le vicende che hanno portato alla realizzazione dell’opera, a partire dalla sua ideazione. Oltre a rendere conto del concorso nazionale che ha decretato la vittoria del giovane scultore Antonio Maraini, proverà a contestualizzare l’opera entro la produzione dell’artista, soffermandosi sulla sua genesi e sulle fonti visive che potrebbero averla ispirata; infine, entrando in una dimensione più ideologica, De Sabbata si interrogherà sul significato più generale del monumento portato a termine a Cividale, ai confini del regno italiano, alla vigilia della prima guerra mondiale.

“L’occasione del bicentenario della nascita dell’attrice – spiega Angela Zappulla referente per l’Assessorato alla Cultura – è sicuramente il momento giusto per dare a questo monumento l’importanza che riveste per la città e chiudere un cerchio rimasto aperto per un così lungo periodo.”

“All’epoca l’Amministrazione Comunale – sottolinea Zappulla – predispose un elegante invito che ci sembrava doveroso riprendere, con la raffigurazione del bozzetto del monumento, la veduta del Ponte del Diavolo, del santuario di Castelmonte, dell’interno del Tempietto Longobardo, del Battistero di Callisto, inseriti in cornici che ricordano gli elementi decorativi del Tempietto stesso”.

“Dopo aver ricordato Adelaide a gennaio nel duecentesimo della sua nascita, proseguiamo con questa doverosa tappa preannunciando per novembre uno spettacolo teatrale su Adelaide commissionato dal Comune nell’ambito di un progetto finanziato dalla Regione FVG”.

Appuntamento, dunque, il 30 agosto alle 18.00 in Foro Giulio Cesare.

Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi