• Mer. Set 28th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Cattedrale sonora, organo e organisti del Duomo di Treviso: due serate dedicate al repertorio romantico e post romantico sabato 2 e sabato 9 aprile

DiRedazione

Mar 31, 2022

DUE SERATE DEDICATE AL REPERTORIO ROMANTICO E POST ROMANTICO SABATO 2 E SABATO 9 APRILE

Musincantus e Cattedrale Treviso Eventi Arte e Cultura promuovono due appuntamenti che vedono protagonisti l’organo monumentale risalente all’Anno giubilare 2000 e i 7 giovani organisti del principale luogo di culto cittadino.

Il programma spazia dai brani di Johann Sebastian Bach a quelli della generazione di compositori di fine Ottocento, come Charles-Marie Widor, Théodore Dubois e Louis Vierne, con l’obiettivo di valorizzare la grandezza e la potenza dello strumento musicale costruito dalle ditte Kuhn e Hradetzky.

Due serate, sabato 2 e sabato 9 aprile alle 20.45, per scoprire e riscoprire la grandezza e la potenza dell’organo monumentale del Duomo di Treviso attraverso la dedizione dei suoi “custodi”, i 7 giovani organisti della Cattedrale: la micro rassegna organizzata da Musincantus e Cattedrale Treviso Eventi Arte e Cultura,è intitolata “Cattedrale sonora, organo e organisti del Duomo di Treviso” e, richiamando il progetto “Cattedrale sonora” ideato dal Maestro Giovanni Feltrin, organista titolare del Duomo, vuole riprendere il concetto di contenitore musicale con un repertorio che valorizzi sia l’organo monumentale Kuhn – Hradetzky sia l’abilità e la dedizione di coloro che lo suonano.

Si potrà quindi assistere all’esecuzione di brani preromantici e romantici di Dietrich Buxtehude, Johann Sebastian Bach, Jean-Jacques Rousseau, Joseph Gabriel Rheinberger, Edward Elgar, Christian Heinrich Rinck per passare alla produzione dei compositori di fine Ottocento, come Charles-Marie Widor, Théodore Dubois e Louis Vierne, e al Novecento con Jeanne Marie-Madeleine Demessieux, prima donna organista a firmare un contratto discografico.

In particolare, sabato 2 aprile i giovani organisti capitolari Elia Bortolomiol, Alberto Ortali e Thomas Weissmüller eseguiranno Prelude, Andante e Scherzo dalla Seconda Sinfonia Opera 13 di Charles-Marie Widor, Prière a Notre Dame dalla Suite Gothique (Opera 25) di Leon Böellmann, Berceuse (sur le paroles classiques) da 24 pièces en style libre (Opera 3), Herzlich tut mich verlangen BWV 727 di Johann Sebastian Bach, Preludio, Andante e Finale dalla Prima sonata in do minore Opera 27 di Joseph Gabriel Rheinberger.

Sabato 9 aprile sarà invece la volta di Edoardo Bottacin, Marco Favotto, Marco Massarotto e Massimo Pinarello, che si cimenteranno in brani di Johann Sebastian Bach, Dietrich Buxtehude, Jeanne Marie-Madeleine Demessieux, Théodore Dubois, Edward Elgar, Christian Heinrich Rinck, Jean-Jacques Rousseau e Louis Vierne.

L’ingresso è libero.

Info: musincantus.it

In foto di copertina : da sx Alberto Ortali, Elia Bortolomiol e Thomas Weissmüller

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi