• Mer. Ago 17th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

CortinAteatro, lo spettacolo ad alta quota – La proposta teatrale e musicale dell’estate ampezzana torna con una ventina di eventi dal 15.07 al 17.09

DiRedazione

Giu 29, 2022

CORTINATEATRO, LO SPETTACOLO AD ALTA QUOTA

La stagione, promossa e sostenuta dal Comune di Cortina D’Ampezzo e organizzata da Musincantus, si compone di una ventina appuntamenti tra concerti, lirica, circo alpinismo, teatro ed eventi musicali per ragazzi dal 15 luglio al 17 settembre. E non manca l’alta formazione, con due masterclass dedicate al canto lirico e al clarinetto

Tutte le proposte si integrano con il paesaggio unico delle Dolomiti, in una valorizzazione reciproca: dai concerti all’alba e al tramonto sulle Dolomiti illuminate dalla spettacolare enrosadira, alla danza acrobatica sulle pareti dello Schuss, fino alle passeggiate musicali nei boschi delle Tofane

Numerosi i nomi di spicco del panorama nazionale e internazionale: l’attrice Debora Villa, il duo Raphael Wressnig e Igor Prado nell’unica tappa italiana del loro tour, Laura Marzadori, giovanissimo primo violino de La Scala, gli attori Anna Safroncik, Sebastiano Somma e Jane Alexander. Si aggiungono alcune tra le più splendenti star della lirica contemporanea che comporranno il cast dell’opera “L’elisir d’amore”, evento site specific di punta della stagione ampezzana

CortinAteatro, la stagione estiva concertistica e teatrale ampezzana promossa e sostenuta dal Comune di Cortina d’Ampezzo e ideata e coordinata dall’associazione Musincantus, con la collaborazione del Teatro Stabile del Veneto, del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven, dell’Associazione Gelsomina, del Dolomiti Blues&Soul Festival e del Festival Organistico del Cadore, torna nella Regina delle Dolomiti dal 15 luglio al 17 settembre con la quarta edizione estiva, costellata da una ventina di grandi eventi e da artisti di fama internazionale.

Proposta. Si tratta di un progetto rivolto a target diversi, dai residenti al pubblico internazionale, dai cultori ai neofiti, dagli adulti ai bambini, e caratterizzato dalla multidisciplinarietà. Obiettivo fondamentale di tutta la programmazione è la creazione di una stagione capace di interagire ed integrarsi con l’offerta turistico – culturale della città e del territorio circostante. Il paesaggio delle Dolomiti patrimonio mondiale Unesco, in particolare, è un elemento fondamentale e costituisce uno “spettacolo nello spettacolo” nel calendario estivo: la celebre enrosadira, la colorazione rosata che ammanta le cime all’alba e al tramonto, sarà lo scenario dei concerti in quota sul Monte Faloria; Cima Tofana e , le pareti dello Schuss diventeranno la “palestra” di danzatori acrobati e i boschi delle Tofane l’ambientazione fantastica delle favole musicali per ragazzi.

Un ringraziamento speciale a Edoardo Bottacin, direttore artistico di CortinAteatro e presidente di Musincantus; il suo grande entusiasmo e la passione di Michela Manaigo sono l’anima di questa rassegna, insieme alla collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto e altri prestigiosi parnter. Concerti, teatro e danza si alternano nelle due stagioni, estiva e invernale, dal 2020. Raccogliamo l’eredità dell’amministrazione precedente e saremo lieti di dare nuovi spunti ed idee. CortinAteatro, infatti, è diventato un punto di riferimento per la nostra comunità, in grado di attrarre non solo un vasto pubblico di visitatori ed ospiti nazionali e internazionali, ma anche di curare la formazione artistica con progetti di altissimo profilo. Il pubblico è composto molto spesso da tanti nostri concittadini che da sempre possiedono una forte tradizione e attitudine per la musica e per la cultura. L’obiettivo comune è quello di interagire con l’offerta turistica e di adeguarsi ai tempi e al particolare momento storico che stiamo vivendo. Un intrattenimento educativo super partes, rivolto a target diversi, a tutte le età compresi i bambini. Un augurio sincero per aprire questa stagione estiva appena partita che si prospetta già intensa e molto positiva”, sottolinea Gianluca Lorenzi, sindaco di Cortina d’Ampezzo.

Una nuova stagione di CortinAteatro è alle porte – annunciano con orgoglio Edoardo Bottacin e Michela Manaigo, rispettivamente presidente e vicepresidente di Musincantus e direzione artistica di CortinAteatro con oltre 20 appuntamenti che spaziano dai grandi comici italiani all’opera lirica passando per il jazz e folk: una stagione per tutti i gusti che saprà certamente portare il nostro pubblico “in Cima alle Emozioni”. CortinAteatro 2022 è una stagione pensata con e per la nostra comunità, per valorizzare i gioielli paesaggistici e naturali che ci circondano facendoli scoprire in situazioni inedite. Ad agosto il nostro Alexander Hall diventerà sede della nuova produzione lirica di Cortina, L’elisir d’Amore di Gaetano Donizetti, portando in quota artisti provenienti dai più importanti palcoscenici internazionali e rendendoci per quindici giorni un vero e proprio teatro lirico, senza dimenticare la formazione del pubblico di domani con attività per ragazzi e famiglie e due masterclass internazionali. La rinnovata sinergia con i nostri tradizionali partner Prosecco Doc, CortinaBanca e Cooperativa di Cortina, l’ingresso di Audi e l’importante lavoro con le principali istituzioni culturali del paese e di tutta la regione, ci permette di promuovere una stagione, fortemente voluta e sostenuta dall’amministrazione comunale, che porta in quota il meglio dello spettacolo dal vivo, veneto e nazionale, e di rientrare nella rete di istituzioni culturali riconosciute dal Ministero della Cultura”.

Laura Marzadori

Programma. Sarà il teatro comico ad inaugurare il cartellone venerdì 15 luglio: in scena ci sarà lo spettacolo della celebre attrice Debora Villa “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” (Alexander Girardi Hall, ore 20.45), coorganizzato con il Teatro Stabile del Veneto.

Anche quest’anno insieme, a Cortina d’Ampezzo. – dichiara Giampietro Beltotto, presidente del Teatro Stabile del Veneto, Teatro Nazionale – Un plauso a Musincantus che già nel nome che si è data è segnale di inciampo per questo mondo della cultura che attraversa momenti alterni. Invio il mio incoraggiamento “a distanza”, oggi non posso essere presente a Cortina perché stiamo per annunciare il vasto programma di festeggiamenti per i 400 anni del nostro Teatro Goldoni. Ma mi sento vostro compagno d’arme in questa battaglia, tesa a difendere e a proporre la nostra civiltà, fondata sul giusto, sul vero e sul bello. D’altro canto, come avremmo detto in anni più violenti ma non meno amari di questi, portas inferi non praevalebunt.”

Si proseguirà quindi con la musica venerdì 23 luglio alle 20.00 con uno spettacolare “Tramonto in musica” a Cima Tofana, ad oltre 3 mila metri d’altezza, un’opportunità di ascoltare le sonorità del duo dissonAnce composto da Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin, due tra i più apprezzati fisarmonicisti nazionali.

Lunedì 26 luglio i più piccoli potranno assistere al primo degli appuntamenti a loro dedicati, la passeggiata musicale “Pierino e il lupo” nei boschi delle Tofane (partenza alle 9.30 da Rio Gere) con i solisti dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta; il secondo sarà martedì 16 agosto con “Hansel e Gretel” (partenza alle 9.30 da piè Tofana), accompagnati dal Piazza Brass Quintet.

Domenica 31 luglio CortinAteatro in collaborazione con il Dolomiti Blues&Soul Festival ospiterà alle 18.00 in piazza Dibona l’unica tappa nazionale del duo Raphael Wressnig e Igor Prado, che regalerà al pubblico le sonorità groove, mescolando il funk con elementi di jazz, blues, R&B, soul e gospel per un concerto ad alto voltaggio.

Venerdì 5 e venerdì 19 agosto ci si sposterà alla Basilica dei Santi Filippo e Giacomo per incontrare alle 20.45 la musica di César Frank, una delle figure più importanti della scena musicale della seconda metà del XIX secolo, nel bicentenario della nascita: Pierpaolo Turetta, organista pluripremiato, eseguirà “Opera omnia per organo – Parte II”.

Sabato 6 agosto sarà la volta di “Au bout des doigts”, spettacolo serale (alle 20.45) di circo alpinismo sulle pareti dello Schuss delle Tofane, con la regia e la coreografia di Piergiorgio Milano e coorganizzato con l’Associazione Gelsomina, che terrà il pubblico con il fiato sospeso e lo sguardo verso il cielo stellato.

Venerdì 12 agosto l’opera lirica salirà in quota e diventa “site specific” grazie alla coproduzione di Musincantus, Fondazione Cassamarca, Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, Comune di Treviso e Comune di Villorba: alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall andrà in scena “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, su libretto di Felice Romani, con il baritono Bruno Taddia, il baritono Leonardo Galeazzi (nel cast del Macbeth di Verdi opera inaugurale della passata stagione del Teatro alla Scala), il tenore Leonardo Cortellazzi (uno degli interpreti del ruolo di Nemorino, il giovane protagonista de “L’elisir d’amore”, più acclamati sulla scena internazionale) e il soprano Rosalia Cid (che debutterà a fine giugno nel “Rigoletto” di Giuseppe Verdi al Teatro alla Scala). La recita sarà anticipata mercoledì 10 agosto alle 17.30 da una messa in scena dedicata ai giovani e nei giorni precedenti non mancherà il coinvolgimento della cittadinanza e dei turisti con un flash mob “lirico”. L’allestimento proporrà riferimenti paesaggistici a Cortina d’Ampezzo (l’opera nasceva ambientata nei Paesi Baschi) e anche l’elisir, originariamente rappresentato dal vino Bordeaux, sarà nella versione ampezzana un ben più locale Prosecco. La musica sarà quella dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, diretta dal maestro concertatore Alberto Zanardi, e l’accompagnamento spetterà al Coro Ecclesia Nova, diretto dal maestro Matteo Valbusa.

Precederà la messa in scena, alle 19.45, la conferenza introduttiva e guida all’ascolto con Alberto Mattioli

A fine agosto si svolgeranno le due masterclass proposte da CortinAteatro, in canto lirico (con la soprano Elisabetta Tandura) e in clarinetto, clarinetto storico e musica d’insieme (con Luca Lucchetta, primo clarinetto dell’Orchestra di Padova e del Veneto), che si concluderanno con due concerti, lunedì 29 agosto (concerto masterclass di canto lirico) e domenica 4 settembre (concerto masterclass in clarinetto), entrambi alle 18.00 in piazza Dibona.

Dopo i concerti al tramonto, da sabato 27 agosto la musica incornicerà un altro dei momenti più spettacolari della giornata sulle Dolomiti, l’alba. Ilprimo concerto al sorgere del sole, “Alba in musica” si svolgerà sulla terrazza panoramica del Rifugio Faloria alle 6.15 con il Trio dell’Arcimboldo, formato da Luca Lucchetta, primo clarinetto dell‘Orchestra di Padova e del Veneto, da Rocco Carbonara e da Massimiliano Limonetti, che suonerà clarinetti storici.

Domenica 4 settembre si salirà nuovamente in cima, sulla terrazza panoramica del Rifugio Scoiattoli, alle Cinque Torri (a 2255 metri), per una nuova “Alba in musica” (ore 6.30) con la giovane e già acclamata violinista Laura Marzadori, vincitrice a soli 25 anni del concorso internazionale per primo violino di spalla dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. A seguire, un terzo master in quota di perfezionamento di violino tenuto dalla stessa Laura Marzadori in collaborazione con l’academy del Cadore Gli echi della natura.a

Chiuderà il cartellone estivo sabato 17 settembre alle 19.00 “Milk Wood”, spettacolo tratto da “Under Milkwood” di Dylan Thomas, con Anna Safroncik, Sebastiano Somma e Jane Alexander, in collaborazione con il Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven: un reading teatrale e poetico che trasformerà l’Alexander Girardi Hall nel villaggio di pescatori immaginario del Galles Llareggub. È la storia di Capitan Gatto che dall’alto dei tetti di una città immaginaria racconta i sogni dei suoi abitanti.

Infine, sarà già un anticipo della stagione invernale l’appuntamento di sabato 22 ottobre con “I Belumat. 50 anni di storia” alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall per un concerto celebrativo dei 50 anni di attività del rinomato gruppo bellunese I Belumat.

CortinAteatro può contare sul prezioso supporto del main partner Consorzio Tutela Prosecco Doc e sul location partner Audi, sugli sponsor CortinaBanca e La Cooperativa di Cortina.

Cortina d’Ampezzo e Prosecco DOC costituiscono da tempo un sodalizio vincente, edificato su un rapporto di reciproca stima e condivisione di valori comuni. Dallo sport alla cultura passando per la solidarietà e l’enogastronomia, il fil rouge che accompagna le attività portate avanti insieme in questi anni è principalmente la bellezza declinata in amore per l’arte e rispetto per l’ambiente. – afferma Stefano Zanette, presidente del Consorzio di tutela della DOC ProseccoApprezzo in modo particolare questa edizione di CortinAteatro, che come Consorzio sosteniamo volentieri per il suo ricco calendario d’eventi di grande spessore e per l’attenzione che ha voluto porre sia alla sostenibilità ambientale che agli aspetti sociali ed educativi: quest’anno infatti la stagione tiene in massima considerazione ogni aspetto finalizzato a evitare sprechi, offrendo al contempo ad adulti e bambini l’opportunità di vivere un’esperienza di alto valore artistico, culturale e formativo in un contesto montano tra i più spettacolari del mondo, a contatto con la natura meravigliosamente generosa del nostro territorio”.

Un grande ringraziamento va anche ai partner Associazione Albergatori di Cortina, Seam, Cortinamarketing e Istituto Omnicomprensivo Valboite e gli impianti Freccia nel cielo, Funivia Faloria, Seggiovie 5 torri

Biglietti e abbonamenti. Biglietti interi da euro 10/30,00 (a seconda dello spettacolo), ridotti under 25 euro 15,00. Abbonamento per i due spettacoli “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” e “L’elisir d’amore” euro 44,00; Abbonamento per gli spettacoli “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, “L’elisir d’amore” e “Alba in musica” del 27 agosto e del 4 settembre euro 76,00.

Info: cortinateatro.it e canali social

In foto di copertina : Edoardo Bottacin – Gianluca Lorenzi

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi