• Gio. Dic 1st, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

CortinAteatro, un inverno spettacolare a Cortina d’Ampezzo

DiRedazione

Nov 25, 2022

La rassegna, promossa e sostenuta dal Comune di Cortina D’Ampezzo e organizzata da Musincantus, torna all’Alexander Girardi Hall con un ricco cartellone per il periodo delle feste, a partire da domenica 18 dicembre: l’offerta spazia dalla musica alla danza, con eccellenti interpreti e produzioni internazionali.

Il pianista Alessandro Taverna, il soprano Lara Lagni, il Russian Classical Ballet, lo Spirit of New Orleans Gospel Choir e il comico Max Angioni sono solo alcuni degli artisti che con il loro talento impreziosiranno la proposta culturale ampezzana.

L’appuntamento inaugurale sarà il grande concerto sinfonico “Nell’Olimpo di Beethoven”, inserito nell’omonimo progetto pluriennale che culminerà nel 2026 olimpico: la scena sarà del pianista Alessandro Taverna, stella del panorama musicale italiano ed internazionale, e del giovane direttore d’orchestra Alessandro Cappelletto, una promessa selezionata dalla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo.

CortinAteatro, la stagione concertistica e teatrale ampezzana promossa e sostenuta dal Comune di Cortina d’Ampezzo, ideata e coordinata dall’associazione Musincantus, torna nella Regina delle Dolomiti con uno sfavillante cartellone delle feste: si svilupperà tra dicembre 2022 e gennaio 2023 accoglierà grandi nomi internazionali della musica, del teatro e della danza. Secondo l’ormai noto dna di CortinAteatro, le proposte saranno trasversali e spazieranno attraverso spettacoli, generi e target differenti, in dialogo costante con le realtà del territorio, per incontrare l’interesse del pubblico variegato della Regina delle Dolomiti. Non mancheranno i grandi interpreti nazionali e internazionali, così come si darà luce alle eccellenze locali. La stagione è sostenuta dai main partner Consorzio Prosecco DOC e Audi, con l’insostituibile supporto di CortinaBanca e La Cooperativa di Cortina.

CortinAteatro – spiega Monica De Mattia, assessore alla cultura del Comune di Cortina d’Ampezzoè una rassegna che propone eventi di qualità, spaziando con equilibrio tra le più diverse forme dello spettacolo, rivolgendosi ad una platea sempre più attenta, ampia ed eterogenea; importante momento di svago per la nostra comunità e i nostri ospiti”.

Lara Lagni

CortinAteatro – sottolinea Edoardo Bottacin, presidente di Musincantus e direttore artistico di CortinAteatroquest’inverno torna con un cartellone ricco e spumeggiante: il valore sta nelle produzioni, selezionate con grande cura per garantire qualità e coinvolgimento, negli artisti che ci aggiungeranno nella Regina delle Dolomiti, tutti di altissimo profilo, e, non ultimo, nell’originalità che da sempre connota la nostra proposta. Saranno infatti due le produzioni originali firmate CortinAteatro, il grande concerto inaugurale Nell’Olimpo di Beethoven e l’ultimo appuntamento, il Requiem in Re minore di Mozart”.

Il cartellone si aprirà domenica 18 dicembre alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall con il grande concerto sinfonico “Nell’Olimpo di Beethoven”, che si inserisce nell’omonimo progetto pluriennale inaugurato nel 2021 e che proseguirà fino al 2026 olimpico, legando Cortina d’Ampezzo, Treviso e Legnago (Verona), tre località che sono espressione di una partnership d’eccellenza tra Musincantus, il Maestro Donato Renzetti con il progetto Obiettivo orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta e la Filarmonica TRT – Teatro Regio Torino. Il progetto prevede l’esecuzione integrale dei concerti per strumento di Beethoven da parte dei virtuosi del pianoforte della scena internazionale, diretti da altrettanti brillanti direttori d’orchestra. L’iniziativa è patrocinata dal Ministero della Cultura, dalla Regione Veneto e dalle provincie di Treviso e Belluno.

Domenica 18 dicembre saliranno sul palco il pianista Alessandro Taverna, oggi considerato una delle stelle della musica classica italiana ed internazionale, e il giovane direttore d’orchestra Alessandro Cappelletto, promessa selezionata dalla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, che dirigerà l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta. Il cuore della serata sarà costituito da una selezione delle più apprezzate composizioni del “titano di Bonn”: il concerto per pianoforte e orchestra n.1 Op. 15, Allegro con brio e Largo Rondà: allegro scherzando. Aprirà l’Ouverture della secchia rapida di Antonio Salieri e si chiuderà con Franz Schubert, con la Sinfonia n. 3 in re maggiore D. 200.

Mercoledì 28 dicembre toccherà alla travolgente energia dello Spirit of New Orleans Gospel Choir, un’originale, numerosa e spettacolare formazione composta da alcuni fra i migliori musicisti provenienti dai gruppi gospel delle chiese battiste di New Orleans e della Louisiana. L’organizzazione è di Fiabamusic.

La stagione concertistica proseguirà venerdì 30 dicembre con il Concerto di Capodanno, organizzato in collaborazione con Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven e che vedrà protagonisti l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, diretta da Mattia Rondelli, il soprano Lara Lagni, già protagonista in Rigoletto al Gran Teatro La Fenice di Venezia, e il tenore Gianluca Pasolini in un programma frizzante che spazia dall’opera ai valzer, passando per l’operetta. Il concerto rientra nella coproduzione tra Musincantus, Orchestra Regionale Filarmonia Veneta e Comuni di Villorba, Oderzo e Treviso.

Max Angioni

Si continuerà quindi giovedì 5 gennaio 2023, sempre in collaborazione con Arteven, con la danza e l’immancabile “Lago dei cigni”, balletto delle feste natalizie per eccellenza, interpretato dal Russian Classical Ballet, con la direzione di Evgenyia Bespalova, un appuntamento in collaborazione con Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven.

Con l’inizio del 2023 prenderà avvio anche la seconda parte del cartellone, tutta dedicata al teatro e alla comicità: venerdì 6 gennaio 2023 divertimento assicurato con “Miracolato”, lo show di Max Angioni, comico emergente reduce dai successi di Italia’s Got Talent, Zelig, Le Iene e Lol2.

Come Consorzio di tutela della DOC Prosecco – sottolinea Stefano Zanette, Presidente del Consorzio Prosecco DOC, main partner di CortinAteatro confermiamo il nostro sostegno a questa iniziativa che di anno in anno si consolida attestando la propria capacità di valorizzare la nostra Denominazione di appartenenza arricchendone ulteriormente l’offerta culturale a partire da un luogo meraviglioso, e generoso sotto diversi profili, quale risulta essere Cortina d’Ampezzo, città con la quale non a caso abbiamo stretto da diversi anni un interessante rapporto di collaborazione e alla quale ci legano accordi sotto il profilo sportivo, culturale, turistico e naturalmente enogastronomico”.

Maggiori informazioni su cortinateatro.it e sui canali social

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi