• Mer. Ago 17th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

EMSI E TSLOVESJAZZTRIO DOMANI, LUNEDì 11 LUGLIO, AL SARTORIO (Trieste)

DiRedazione

Lug 10, 2022

TRIESTELOVESJAZZ

SEDICESIMA EDIZIONE

LUGLIO-SETTEMBRE 2022

JOHN SCOFIELD

HORACIO HERNÁNDEZ

BALZANELLI, BEGANOVIC TRIO, CASTELLI-PONCHIROLI, COMISSO,DEDIC, EMSI, GORI SWING QUARTET, GRAFITTI TRIO, JEGHER QUINTET, MASSARIA&DITMAS, MOMBAO, NOCTURNAL FOUR, SCARAMELLA, SPAKKAZUCK, THE LAST COAT OF PINK, TSLOVESJAZZTRIO, VENIER, VIOLONCELLI ITINERANTI…

Promosso dal Comune di Trieste nell’ambito di “TriesteEstate” ed organizzato dalla Casa della Musica/Scuola di Musica55, la sedicesima edizione del Festival Internazionale TriesteLovesJazz si articola in ventitré appuntamenti nel periodo compreso tra i mesi di luglio e di settembre.

Nel programma non mancheranno l’appuntamento dedicato al Maestro Lelio Luttazzi, i premi Franco Russo e Jacopo Starini dedicati ai giovani musicisti ed il consueto e suggestivo concerto all’alba per pianoforte.

Il palco del Castello di San Giusto e quello del Parco del Museo Sartorio ospiteranno concerti con la partecipazione di protagonisti della scena del Jazz mondiale (come i vincitori di Grammy Horacio Hernández, batterista e percussionista cubano, e il chitarrista americano John Scofield in quartetto) di vari artisti italiani, europei ed extraeuropei di primo piano e musicisti della nostra città e della nostra area geografica che testimoniano, come in ogni edizione, l’alto profilo musicale e la vocazione internazionale del festival.


Gabriele Centis


Tutti i concerti sono ad entrata libera ad esaurimento dei posti.

IL PROGRAMMA DELLA SECONDA SETTIMANA

Lunedì 11 Luglio 2022

Parco di Villa Sartorio

Ore 21.00

Ingresso Libero

TsLovesJazzTrio

Emsi

GABRIELE CENTIS

TSLOVESJAZZTRIO è la “house band”, la band di casa, dell’edizione 2022 del Festival. Un gruppo di musicisti di grande sensibilità ed esperienza che hanno dato vita in questi anni a varie formazioni e progetti musicali sotto la sigla TriesteLovesJazz. Un’occasione per celebrare l’appuntamento annuale del Festival e per condividere nuovamente la loro musica con il pubblico.

Francesco De Luisa: Pianoforte

Alessandro Turchet (in foto di copertina): Contrabbasso

Gabriele Centis: Batteria

Francesco De Luisa comincia privatamente lo studio del pianoforte a 7 anni e si diploma nel 2010 al conservatorio “G. Tartini” di Trieste, sotto la guida di Massimo Gon. In seguito, si laurea al biennio specialistico in Jazz nel 2013, studiando con Klaus Gesing, Giovanni Maier, Matteo Alfonso e Stefano Bellon, conseguendo il massimo dei voti e la lode. È stato finalista di concorsi in ambito jazz come il premio Lelio Luttazzi (2011) ed il premio Chicco Bettinardi (2014), mentre nel 2008 al Gorizia Jazz Workshop riceve una borsa di studio per frequentare i corsi di Siena Jazz. Ha realizzato, eseguito e registrato numerosi commenti sonori per letture, proiezioni cinematografiche e rappresentazioni teatrali. Inoltre, ha collaborato occasionalmente come pianista accompagnatore per programmi Mediaset.

Alessandro Turchet inizia lo studio del basso elettrico sotto la guida del Maestro Piero Cescut. Intraprende lo studio del contrabbasso sotto l’egida di Romano Todesco, approfondisce gli studi classici con Mauro Muraro e Fabio Serafini. Si diploma in contrabbasso al Conservatorio “J. Tomadini” di Udine sotto la guida di Franco Feruglio nel 2015. Approfondisce lo studio del linguaggio Jazz con Marc Abrams. Svolge la professione di musicista ed insegnante di musica dal 2000. Secondo classificato al Concorso Jazz di Rostov on Don (RUS) nel 2013 (contrabbasso jazz). Terzo classificato al Premio Lilian Caraian XXV edizione (contrabbasso). Finalista al Premio Musicultura 2010, Recanati, con il gruppo Mocambo Swing.

Gabriele Centis: comincia a suonare la batteria da autodidatta nel 1970, in seguito frequenta i corsi di specializzazione musicale della “Fondazione Siena Jazz/ Accademia Nazionale del Jazz”; nel 1978 intraprende la carriera professionale del musicista. Nel 1984 e ’85 frequenta negli Stati Uniti l’Istituto Musicale “Drummers Collective” di New York. Nel 1988 è tra i fondatori, gli animatori e gli insegnanti della Scuola di Musica 55. Dal 2001 è presidente della Coop. Cinquantacinque e direttore artistico di Scuola 55 e coordinatore delle attività e dei progetti di gestione del Centro di Produzione Musica “Casa della Musica” di Trieste.


EMSI nasce nel 2021 e unisce le varie esperienze musicali dei due componenti. Le sonorità moderne e futuriste dei brani originali del duo creano atmosfere intime, dai colori tenui che si alternano a momenti più ruvidi e grezzi. Nella primavera del 2022 è stato pubblicato il loro primo album “Horizon”.

EMSI

Emanuele Laterza: Chitarra

Silvia Turretta: Basso, Voce

Il viaggio di Silvia Turretta nella musica inizia a piedi, percorrendo centinaia di chilometri sul cammino di Santiago, l’unica compagna è una piccola chitarra. «In realtà nelle orecchie e nel cuore c’è il bisogno di trovare un megafono a quella voce interiore che graffia, accarezza, consola». Alla fine, da quel viaggio nasceranno le prime canzoni che solo dopo diversi anni verranno registrate e pubblicate in due album: “The Moon” (2018) e “La Musica InAttesa – Die versteckte Kunst” (2019). Da Bolzano Turretta si trasferisce a Trieste, dove incontra Emanuele Laterza.

Emanuele comincia a studiare chitarra classica al Conservatorio, ma ben presto i suoi interessi virano verso la musica acustica, ragtime, blues, tradizionale irlandese e balcanica, e successivamente latina (brasiliana) e jazz; le sue composizioni attingono alla sua variegata esperienza maturata in molteplici campi musicali.

Il duo EmSi nasce nel 2021 e unisce varie esperienze musicali in una formula acustica, di composizioni originali, che unisce la tradizione e la semplicità di svolgimento del tessuto compositivo con sonorità moderne e futuriste, creando atmosfere intimiste dai colori tenui, forme morbide, flussi ipnotici. Insieme raccontano storie, storie di vita, di incontri, di scontri, di equilibrio e squilibrio e vi lasceranno dare una sbirciatina in un mondo tutto loro. Nell’estate del 2022 è stato pubblicato il loro primo album “Horizon”.

Martedì 12 Luglio 2022

Parco di Villa Sartorio

Ore 21.00

Ingresso Libero

Castelli – Ponchiroli

Matja Dedic

CASTELLI + PONCHIROLI “PRECIOUS THEMES”

Marco Castelli e Marco Ponchiroli propongono con “Precious Themes” un viaggio tra i grandi compositori di estrazioni ed epoche molto diverse tra loro. Da Beethoven, Chopin, Tchaikowsky a Ellington, da Jobim a Piazzolla, da Morricone a John Williams; dalla musica classica alle colonne sonore, dal jazz song book al mondo dei grandi compositori sudamericani del 900.

Marco Castelli: Sax

Marco Ponchiroli: Pianoforte

FRANCESCO DE LUISA

MATIJA DEDIC

Concerto organizzato in collaborazione con la Comunità Croata di Trieste – Hrvatska zajednica u Trstu.

Matija Dedić è uno tra i più apprezzati pianisti jazz europei. Nel corso degli anni ha suonato in quasi tutti i paesi europei e negli Stati Uniti con grandi nomi della musica internazionale come Alvin Queen, Martin Drew, Ron Ringwood, Boško Petrović, Marc Murphy Band, Patrizia Conte, David Gazarov, Gianni Basso, Miles Griffith, Onder Fokan, Jean Louis Rassinfosse, Anca Parghel, Tommy Emanuel, Lenny White, Kendrick Scott, Jim Madison, Jeff Ballard, Vicente Archer, Buster Williams, Larry Grenadier, N.H.O. Pedersen, Ron McClure, Tamara Obrovac, Marek Patrman, Salvatore Maiore e molti altri.

Matija Dedic: Pianoforte

Mercoledì 13 Luglio 2022

Castello di San Giusto

Ore 21.00

Ingresso Libero

Horacio Hernandez “El Trio”

HORACIO HERNANDEZ “EL TRIO”

A TriesteLovesJazz uno dei più talentuosi batteristi del panorama jazzistico mondiale: Horacio “El Negro” Hernández con “El Trio” insieme al pianista John Beasley e al bassista Carlitos Del Puerto. Horacio inizia con i più grandi interpreti della scena musicale dell’Havana negli anni ’80, incontra il pianista e compositore cubano Gonzalo Rubalcaba diventando membro stabile del suo gruppo, con il quale rimarrà per 10 anni mescolando suoni afro-cubani con il jazz. Collabora con Dizzy Gillespie. Si trasferisce a Roma nel 1990, dove diventa rapidamente il punto di riferimento della scena latin jazz della capitale, collabora anche con Pino Daniele (e in seguito con Zucchero e Jovanotti). Nel ’93 è a New York dove lavora con D’Rivera e tanti altri. Fa parte dei Tropi-Jazz All Stars di Tito Puente. Nel 1997 l’album “Habana” vince un Grammy Award come miglior disco nella categoria latin jazz; partecipa al tour mondiale di Carlos Santana con il quale registrerà due brani nell’album “Supernatural”, Grammy nel ‘99. Ha continuato a collezionare collaborazioni di altissimo livello: Jack Bruce, Alejandro Sanz, Joachim Kühn, Los Hombres Calientes, Los Cubanos Postizos di Marc Ribot, Ramón Valle, Zap Mama, Bill Frisell, Chick Corea, Poncho Sanchez, Gary Burton…

John Beasley: Piano

Horacio “El Negro” Hernandez: Batteria

Carlitos Del Puerto: Basso

Sabato 16 Luglio 2022

Castello di San Giusto

Ore 21.00

Ingresso Libero

Scofield “Yankee Go Home” 4tet

SCOFIELD “YANKEE GO HOME” 4TET

Il chitarrista e compositore americano John Scofield nella sua lunga carriera ha mescolato jazz, fusion, funk, blues, soul e rock. Richiamò per la prima volta l’attenzione su di sé del pubblico di massa nel 1982, suonando nella band di Miles Davis, da allora ha affiancato in tour e in studio stelle quali Herbie Hancock, Robert Glasper, Pat Metheny, John Abercombie, Bill Frisell, Jaco Pastorius, Billy Cobham… Conta numerose nomination ai Grammy, e tre vinti.

Riguardo al concerto di San Giusto John Scofield dichiara: «Il mio nuovo progetto si chiama affettuosamente “Yankee Go Home” – che per me è uno scherzoso gioco di parole su noi “Yankees” che riproponiamo la musica del paese dove siamo nati. Per tentare di dare una definizione, potremmo dire che questa band suona “Roots-Rock-Jazz”, anche se, ad essere sincero, odio mettere delle etichette! L’idea è di riproporre i grandi successi di rock e folk americani, più alcuni dei miei brani originali scritti in quella vena. Mi sto riconnettendo con molte delle mie radici Rock’n’Roll di quando ero adolescente, naturalmente colorate dai miei 50 anni di pratica Jazz. La band è composta da Jon Cowherd (tastierista con Brian Blade Fellowship e Cassandra Wilson tra gli altri), Vicente Archer (contrabbasso con Robert Glasper, Louis Hayes e Scofield Combo 66 ecc.), Josh Dion (batteria) e io alla chitarra. Questi ragazzi sono straordinariamente versatili e altrettanto bravi quando si tratta di essere creativi e attenti all’interplay. Stiamo esplorando rock, funk, country, jazz e musica libera e ci divertiamo moltissimo. Sono entusiasta di questa collaborazione. Per darvi un’idea di dove siamo diretti, ecco alcuni brani che suoneremo:


“Old Man” (Neil Young)
“Wichita Lineman” (Jimmy Webb)
“The Creator Has A Master Plan” (Pharoah Saunders)
“Uncle John’s Band” (Grateful Dead)
“Jesus Children” (Stevie Wonder)
“Somewhere” (Leonard Bernstein)
“Not Fade Away” (Buddy Holly)
“John Hardy” (traditional)
“Fields of Gold” (Sting)
“The Grand Tour” (George Jones)
“Only Love Can Break Your Heart” (Neil Young)
“Estimated Prophet” (Grateful Dead)
PLUS SCOFIELD ORIGINALS!!!».

Jon Cowherd: Piano, Tastiere

Vicente Archer: Contrabbasso

Josh Dion: Batteria

John Scofield: Chitarra

RIEPILOGO EVENTI:

5 LUGLIO: “SERATA LUTTAZZI” NICO GORI SWING QUARTET, SPAKKAZUCK Castello di San Giusto

7 LUGLIO: DENIS BEGANOVIC TRIO, EMANUELE GRAFITTI TRIO, SPAKKAZUCK Sartorio

9 LUGLIO: FABIO JEGHER QUINTET Biblioteca Quarantotti Gambini

11 LUGLIO: TSLOVESJAZZTRIO, EMSI Sartorio

12 LUGLIO: CASTELLI-PONCHIROLI, MATJA DEDIC Sartorio

13 LUGLIO: HORACIO HERNANDEZ San Giusto

16 LUGLIO: JOHN SCOFIELD San Giusto

19 LUGLIO: GLAUCO VENIER, VIOLONCELLI ITINERANTI Sartorio

20 LUGLIO: THE LAST COAT OF PINK, ANGELO COMISSO Sartorio

21 LUGLIO: MAURILIO BALZANELLI, MOMBAO Sartorio

22 LUGLIO: NOCTURNAL FOUR, ANDREA MASSARIA&DITMAS Sartorio

7 AGOSTO: “CONCERTO ALL’ALBA” GIULIO SCARAMELLA Molo Audace

2 SETTEMBRE: “PREMIO FRANCO RUSSO” Sala Luttazzi (“Una luce sempre accesa”)

3 SETTEMBRE: “PREMIO JACOPO STARINI” Sala Luttazzi (“Una luce sempre accesa”)

Comune di Trieste / Area Cultura
Casa della Musica / Scuola di Musica 55

Via dei Capitelli, 3 – 34121 Trieste
T +39 040 307.309
F +39 040 309.225
www.scuoladimusica.it
info@scuoladimusica55.it
https://www.facebook.com/triestelovesjazz

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi