• Mar. Ago 9th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

IL FILM MUSICALE “GOLDBERG SERPENTINE LOVE” SELEZIONATO DA FESTIVAL ITALIANI E INTERNAZIONALI – TRA L’ESTATE E L’AUTUNNO ANDRA’ NEGLI STATI UNITI A MONTPELLIER E A CEFALU’

DiRedazione

Lug 1, 2022

Goldberg Serpentine Love

NUOVI, POSITIVI RISCONTRI PER IL FILM MUSICALE PRODOTTO DA PIANO FVG “GOLDBERG SERPENTINE LOVE” GIRATO A SACILE. DOPO LA PRESENTAZIONE LO SCORSO SETTEMBRE TRA GLI EVENTI COLLATERALI ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA, È STATO ORA SELEZIONATO DA ALCUNI FESTIVAL INTERNAZIONALI (MICHIGAN, MONTPELLIER, CEFALÙ) E DALLA PROSSIMA SETTIMANA SARÀ PROGRAMMATO IN ALCUNE SALE CINEMATOGRAFICHE DEL VENETO (A TREVISO E A BELLUNO) GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE CON AGIS TRIVENETO

PROTAGONISTA DEL FILM, ACCANTO AL PIANISTA VINCITORE DEL CONCORSO PIANO FVG TYMOTEUSZ BIES E IL DANZATORE AMINE MESSAOUDI, LA PROMETTENTE ATTRICE ESORDIENTE SACILESE ILARIA MORETTO.

SACILE- Promuovere il pianoforte e al contempo la città di Sacile, che proprio nel pianoforte ha il suo strumento simbolo, dando rilievo a uno dei fiori all’occhiello della città sul Livenza in ambito culturale, il Concorso pianistico internazionale PianoFVG: sono questi gli elementi che hanno caratterizzano l’ideazione e la realizzazione del progetto cinematografico “Goldberg serpentine love”, il film musicale girato a Sacile che sta continuando a ricevere riscontri positivi in diversi ambiti del mondo cinematografico.

Firmato dal regista Luca Coassin e dal producer e sceneggiatore Pasqualino Suppa, il film è interpretato dal talento pianistico polacco Tymoteusz Bies, vincitore di un’edizione del concorso Piano FVG, dal giovane danzatore franco-marocchino Amine Messaoudi e ha visto il debutto della sedicenne sacilese Ilaria Moretto, che si è rivelata un’attrice esordiente di inaspettato talento. Dopo l’approdo lo scorso settembre alla Mostra del Cinema di Venezia, ospite di un evento collaterale, il film è stato adesso selezionato da alcuni festival nazionali e internazionali, come l’Emberlight Film Festival del Michigan (fine agosto), il Festival del Cinema di Cefalù, il Film Festival di Montpellier, in svolgimento il prossimo ottobre: un’occasione particolarmente importante per far conoscere le bellezze di Sacile, del suo fiume e dei suoi luoghi “culto”, come la fabbrica di pianoforti Fazioli. Ma ancora più imminente è l’ingresso del film nella sale cinematografiche del vicino Veneto: grazie alla collaborazione con l’AGIS del triveneto, infatti, il film musicale sarà circuitato in due cinema di Treviso e Belluno precedendo la proiezione dei film in programmazione.

Grande la soddisfazione dell’ideatore e promotore della produzione cinematografica, il Direttore di Piano FVG Davide Fregona per un progetto che ha perfino superato le aspettative: «il cortometraggio – nato come un’occasione in più per raccontare Sacile e lo strumento musicale che la identifica – potrà adesso essere visto all’interno di importanti eventi e festival diventando vero e proprio “ambasciatore” internazionale di Sacile, città che si è rivelata un set ideale, anche per il suo profondo legame con la musica, e con il pianoforte in particolare». Orgoglio e soddisfazione anche da parte dell’Amministrazione di Sacile e in particolare di Roberta Lot, Assessore al Turismo e al Commercio, che ha immediatamente sostenuto il progetto: «talento, eccellenza produttiva e territorio si muovono all’unisono in questo cortometraggio poetico e virtuoso al tempo stesso. In Goldberg Serpentine Love la nostra città rivela una dimensione inattesa, amplifica la sua forza espressiva e crea un’immediata connessione emotiva: sono felice del suo successo e sono certa che molti spettatori diventeranno futuri visitatori di questi bellissimi luoghi».

Il plot del film racconta di un pianista che sta facendo le prove nei suggestivi spazi della Fabbrica Fazioli – che per la prima volta ha aperto le sue porte alle riprese video – per prepararsi all’accompagnamento di un film dei fratelli Lumiere, Danse Serpentine. Una giovane ragazza a scuola di danza sta guardando sul suo telefonino lo stesso film. Forse si stanno innamorando… La scena si sposta in un cinema e una sorta di cortocircuito “d’amore” spingerà il “Danseuse Serpentine” fuori dallo schermo a fare da Cupido, e forse farà innamorare i due protagonisti conducendoli attraverso i luoghi più belli e suggestivi di Sacile.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi