• Gio. Mag 19th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Il grande ritorno di SAMUELE BERSANI atteso al VERDI il 13 maggio Tappa del suo Tour “CINEMA SAMUELE” proposto con EURITMICA

DiRedazione

Mag 11, 2022

Teatro Comunale Giuseppe Verdi Pordenone ed Euritmica

presentano

SAMUELE BERSANI

Cinema Samuele Tour il live che segna il suo atteso ritorno sulle scene! Teatro Verdi Pordenonevenerdì 13 maggio 2022 ore 21.00

Restano ancora pochissimi biglietti disponibili per il concerto di Samuele Bersani, che venerdì 13 maggio, alle 21, salirà sul palcoscenico del Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone con il suo “Cinema Samuele Tour”. Il concerto,  in esclusiva regionale, nasce dal progetto di collaborazione tra il Teatro Verdi ed Euritmica ed è inserito nel cartellone di Note Nuove 15, la rassegna ideata e curata dall’associazione culturale udinese che mette al centro di un percorso ben delineato la musica moderna, ponendo l’accento sugli aspetti del suo continuo processo evolutivo.

Gli ultimi biglietti sono acquistabili online e nel circuito ticketone.it, sul portale del teatro teatroverdipordenone.it e alla biglietteria del Verdi (infoline 0434 247624 email: biglietteria@teatroverdipordenone.it ).Samuele Bersani ha atteso due anni prima di portare live il nuovo disco, ma le canzoni di “Cinema Samuele” risuonano più che mai attuali. L’artista – uscito con il suo ultimo album a fine 2020 – sta girando l’Italia con la nuova tournée e commenta così il suo ritorno dal vivo: «Dico solo una cosa. Finalmente!».

Sul palco tanta poesia e la musica suonata da una grande band: Tony Pujia e Silvio Masanotti chitarre, Alessandro Gwis piano e tastiere, Stefano Cenci tastiere, Davide Beatino basso, Marco Rovinelli batteria, Michele Ranieri cori e polistrumentista. La stretta attualità, presente ma non invadente nei testi incredibilmente senza tempo di Bersani, è ritratta nei suggestivi e visionari video alle sue spalle realizzati dal videomaker Bruno D’Elia (già al lavoro con Fabi, Dalla, Gazzè).

Ed ecco scorrere sul grande wall, sulle note de “Il Tiranno”, le immagini di Putin, di Kim Jong-un, di armi e della Statua della Libertà, o quelle di alberi che bruciano su “Distopici (Ti sto vicino)”. Brani nati anni fa da un artista capace di leggere i cambiamenti del tempo (“Cattiva” racconta l’invadenza mediatica nelle tragedie, “La Abbagnale” l’amore non più nascosto tra due ragazze), così come la vita di tutti i giorni, con cruda realtà e sorprendente poesia.

La scaletta è il racconto in note di trent’anni di carriera ma anche e soprattutto del suo ultimo disco “Cinema Samuele“, album da ascoltare e guardare come un film. Da “Harakiri” a “Chicco e Spillo”, da “Il tuo ricordo” a “Spaccacuore”, e ancora “Le Abbagnale”, “Pixel”, “Le mie parole”, “Mezza Bugia”, “Psyco”, “Coccodrilli”, “Giudizi Universali”… «Tra le canzoni in scaletta, eccetto quelle dell’ultimo album – racconta Samuele – la mia preferita è En e Xanax, un pezzo che racconta quello che per me è l’amore: mettere insieme le proprie paure per vincerle. Poi musicalmente è una canzone semplice e ogni volta che la canto mi sembra nuova, mi emoziona».

Per “Cinema Samuele” il cantautore romagnolo ha ricevuto il prestigioso riconoscimento come Miglior Album assoluto dell’anno al Premio Tenco, che negli anni lo ha premiato per ben cinque volte in diverse categorie, tra cui tre per il miglior album.

Infoline: +39 0434 247624

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi