• Mar. Lug 5th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Mitridate, Re di Ponto, esordio del giovane Mozart nell opera seria, sul palcoscenico del Teatro Olimpico in due serate evento il 9 e il 12 settembre per Vicenza in lirica

DiRedazione

Set 8, 2021

Festival Vicenza in Lirica 2021

“L’Opera è Giovane”

Vicenza 28 agosto – 12 settembre 2021

Mitridate, Re di Ponto, esordio del giovane Mozart nell’opera seria, dopo decenni di assenza ritorna sul palcoscenico del Teatro Olimpico in due serate evento il 9 e il 12 settembre.

Giovedì 9 settembre alle ore 20.30, con replica domenica 12 per il gran finale dell’edizione 2021 del Festival Vicenza in Lirica, lo straordinario palcoscenico del Teatro Olimpico vede il ritorno dopo 37 anni di assenza del Mitridate, Re di Ponto, opera seria in tre atti di W.A. Mozart (1756-1791) su libretto del poeta torinese Vittorio Amadeo Cigna-Santi. Composta dal genio di Salisburgo a soli 14 anni ed eseguita in prima assoluta nel 1770 al Teatro Regio Ducale di Milano dove riscosse grande successo, l’opera, che rielabora l’omonima tragedia di Racine nella traduzione italiana di Giuseppe Parini, con la vicenda tormentata del conflitto tra Mitridate, re del Ponto, ed i suoi figli che gli contendono l’amore per la bella Aspasia, porta in scena lo scontro eterno tra doveri politici e sentimenti, con una trama che conduce alla celebrazione finale dell’amore e della bellezza.

L’opera viene proposta in una nuova produzione. A dirigere l’Orchestra Barocca del Festival Vicenza in Lirica è Luca Oberti, maestro direttore e concertatore al cembalo, mentre la regia è di Natale De Carolis. Cinque degli interpreti principali dell’opera sono stati selezionati dal Concorso Lirico Tullio Serafin, organizzato grazie all’ospitalità ed alla collaborazione del Teatro alla Scala di Milano, Teatro dell’Opera di Roma e Teatro Real di Madrid. Il ruolo del protagonista “Mitridate” è affidato al tenore australiano Shanul Sharma e il ruolo di “Marzio” al tenore Alfonso Zambuto, gli altri interpreti selezionati dal Concorso Serafin sono Nina Solodovnikova(Aspasia), Darija Auguštan(Sifare), Franko Klisović(Farnace), Martina Licari (Ismene), Gloria Giurgola(Arbate).

Costumi, scenografia e trucco sono affidati all’Accademia delle Belle Arti di Verona, con la quale il Festival ha instaurato un rapporto di collaborazione che vede impegnati alcuni allieviinsieme ai loro docenti.

Con la rappresentazione del Mitridate, Re di Ponto, il Festival Vicenza in Lirica conclude il viaggio tra le memorie mozartiane nell’anno in cui ricorre il 250esimo anniversario del primo dei tre viaggi di Wolfgang Amadeus Mozart con il padre Leopold in Italia. Due serate evento per un’immersione nella profonda creatività del genio di Salisburgo e nell’affascinante atmosfera del tempo, carica di emozioni e riflessioni sempre vive.

Il Festival, ideato e promosso dall’associazione Concetto Armonico, con la direzione artisticadi Andrea Castello, gode del sostegno del Ministero della Cultura, della collaborazione, sostegno e patrocinio del Comune di Vicenza, della collaborazione di AGSM AIM, del patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Vicenza, dell’Archivio storico Tullio Serafin, del Teatro La Fenice. Gode dell’alto patrocinio del Parlamento Europeo per la serata benefica del 29 agosto e si sviluppa grazie all’appoggio fondamentale di sponsor privati, partner e collaborazioni.

Inoltre è inserito nel cartellone “Vicenza estate 2021 – cultura, spettacoli, divertimento” dell’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza.


Giovedì 9 settembre, ore 20.30

TEATRO OLIMPICO

Mitridate, Re di Ponto

Opera seria in tre atti di Wolfgang Amadeus Mozart, su libretto di Vittorio Amedeo Cigna-Santi.

Interpreti

Shanul Sharma (Mitridate), Nina Solodovnikova (Aspasia), Darija Auguštan (Sifare), Franko Klisović (Farnace), Martina Licari (Ismene), Alfonso Zambuto (Marzio), Gloria Giurgola (Arbate).

Orchestra barocca del festival Vicenza in Lirica,

Luca Oberti (maestro direttore e concertatore),

Natale De Carolis (regia), Accademia delle Belle Arti di Verona (scene, costumi, trucco, parrucco).

Giorgia De Luca (danzatrice solista)

Luca Rossi e Francesco Motta (attori)

Andrea Grussu (luci)


Domenica 12 settembre, ore 20.30

TEATRO OLIMPICO

Mitridate, Re di Ponto

Opera seria in tre atti di Wolfgang Amadeus Mozart, su libretto di Vittorio Amedeo Cigna-Santi.

Interpreti

Shanul Sharma (Mitridate), Nina Solodovnikova (Aspasia), Darija Auguštan (Sifare), Franko Klisović (Farnace), Martina Licari (Ismene), Alfonso Zambuto (Marzio), Gloria Giurgola (Arbate).

Orchestra barocca del festival Vicenza in Lirica,

Luca Oberti (maestro direttore e concertatore),

Natale De Carolis (regia), Accademia delle Belle Arti di Verona (scene, costumi, trucco, parrucco).

Giorgia De Luca (danzatrice solista)

Luca Rossi e Francesco Motta (attori)

Andrea Grussu (luci)

Informazioni, biglietti e prevendite:

Biglietteria in prevendita nel circuito vivaticket.com

Prenotazioni biglietteria@vicenzainlirica.it

Biglietteria del Teatro Olimpico, dal 24 agosto al 12 settembre, orari 10-12/15-17 (lunedì chiuso).

Biglietto nominativo gradinata centrale: intero € 60,00 – ridotto € 50,00 – convenzionato € 45,00

Biglietto nominativo gradinata laterale: intero € 40,00 – ridotto € 35,00 – convenzionato € 30,00.

Biglietto speciale giovani fino a 25 anni in gradinata laterale: € 15,00 acquistabile in botteghino o su

Prenotazione.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi