• Mar. Dic 6th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

15° Premio Mazzotti Juniores, i giovani si interrogano sul futuro dell’acqua (e sul proprio): sul podio del concorso nazionale quattro studenti veneti

DiRedazione

Ott 15, 2022

Dopo un’estate riconosciuta come la più siccitosa degli ultimi 500 anni, le riflessioni degli studenti degli istituti superiori sul valore dell’”oro blu” appaiono quanto mai attuali: sono sei i lavori selezionati dalla Giuria del concorso ispirato a Giuseppe Mazzotti, tre per la Sezione Letteraria e tre per la Sezione video, e da essi traspare come la “generazione Greta” dimostri una profonda consapevolezza del problema idrico ma anche una forte volontà di affrontarlo, tutelando un bene primario essenziale per la vita sulla Terra.

Sul podio della Sezione Letteraria tre ragazzi veneti: a Gloria Martorel del Liceo Artistico Statale “Bruno Munari” di Vittorio Veneto (Treviso), Karima Osswa Chquiry del Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” di Conegliano Veneto (Treviso) e Lorenzo Montagner della classe 4^ Sistema Moda dell’IIS “Scarpa-Mattei” di San Donà di Piave (Venezia).

Per la Sezione Video si qualificano invece la classe 3^ B del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Sulmona (L’Aquila), il gruppo composto da Giacomo Marian, Lorenzo Acunzo, Ilaria Ballarin, Giulio Bellinaso e Dzinovic Edin dell’IIS “Scarpa-Mattei” di Fossalta di Piave (Venezia) e Lorenzo Croci e Arianna Moser dell’Istituto Tecnico “Leonardo Da Vinci” di Borgomanero (Novara).

La Giuria del 15° Premio Giuseppe Mazzotti Juniores, concorso riservato agli studenti degli istituti superiori italiani, croati e sloveni di lingua italiana e intitolato a Giuseppe Mazzotti, eclettico intellettuale, alpinista, scrittore e direttore dell’Ente provinciale del turismo di Treviso per trentasette anni, “salvatore delle ville venete” ed ecologista ante litteram, nel corso della cerimonia a Palazzo Rinadi a Treviso sabato 15 ottobre, trasmessa anche in streaming, ha annunciato i vincitori: si tratta di sei studenti che, nell’anno in cui si registra l’estate più siccitosa degli ultimi 500 anni, si sono impegnati a sviluppare il tema dell’acqua, dalla quale dipende la vita di tutti, a cominciare, come hanno fatto notare i giovani autori, dalle piccole passioni quotidiane di ognuno che ci fanno “sentire vivi”.

Karima Osswa Chquiry

Il podio della Sezione Letteraria è tutto veneto, con due trevigiane prima e seconda classificate (Gloria Martorel del Liceo Artistico Statale “Bruno Munari” di Vittorio Veneto e Karima Osswa Chquiry del Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” di Conegliano Veneto) e un veneziano terzo (Lorenzo Montagner della classe 4^ Sistema Moda dell’IIS Scarpa-Mattei di San Donà di Piave). È veneziano anche il gruppo di studenti che si aggiudica il secondo premio nella Sezione Video (Giacomo Marian, Lorenzo Acunzo, Ilaria Ballarin, Giulio Bellinaso e Dzinovic Edin dell’IIS “Scarpa-Mattei” di Fossalta di Piave di Piave).

L’invito del Premio Giuseppe Mazzotti Juniores alla “generazione Greta” era stato infatti quello di riflettere sul passaggio del Cantico delle creature di San Francesco d’Assisi: “Laudato sii… per sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta”. La vita dell’uomo, così come quella degli altri esseri viventi, è strettamente legata alla presenza dell’acqua. Sulle rive dei fiumi e dei laghi, come sulle coste dei mari, si sono sviluppate civiltà e nazioni, saperi e conoscenza, abbondanza e prosperità, ma pure catastrofi e conflitti. Per l’umanità l’acqua è anche forza di cambiamento sociale, preziosa risorsa della quale far tesoro, da proteggere e usare con saggezza. L’acqua ha significato movimento, energia, scambi materiali e culturali; ha stimolato esplorazioni, emozioni, architetture ed espressioni artistiche e letterarie ma, per il futuro, richiede maggiori attenzioni e senso di responsabilità. Il surriscaldamento del pianeta, il rischio di desertificazione, l’aumento dei consumi pongono l’umanità intera di fronte a scelte importanti. L’acqua sovrintende, guida, governa, orienta in modo consapevole e inconsapevole la vita di ognuno di noi: per questo gli studenti sono stati invitati a raccontare “la loro acqua”.

Sono pervenuti 42 elaborati letterari e 29 video da studenti degli Istituti d’Istruzione Superiore di tutto il territorio italiano (11 le regioni di provenienza: Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Marche, Lazio, Abruzzo, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia), in seguito valutati da una qualificata giuria, composta da nove esperti tra docenti, scrittori, giornalisti, registi o cineoperatori, che per ciascuna sezione hanno selezionato i tre che in maniera più originale, creativa e significativa hanno interpretato il tema del bando.

Comune denominatore emergente dai lavori inviati è l’approccio all’acqua come ad una presenza costante nella vita dei giovani, indispensabile non solo per la loro sussistenza ma anche per alimentare i loro sogni di futuro. L’acqua che pulisce il pennello dell’aspirante pittrice, l’acqua su cui naviga il marinaio, l’acqua che ci “cammina” accanto, l’acqua necessaria a fabbricare il bicchiere per berla sono solo alcune delle immagini richiamate dai concorrenti, semplici eppure estremamente potenti per farci capire come senza acqua non vi possa essere vita.

Nella Sezione Letteraria si sono classificate ai primi tre posti tre ragazze venete: il primo premio è stato assegnato a Gloria Martorel, della classe 5^B del Liceo Artistico Statale “Bruno Munari” di Vittorio Veneto (Treviso) per il testo “La mia acqua”, una riflessione sullo stretto legame stabilito dall’autrice, pittrice appassionata dall’uso dell’acquarello, con l’acqua che pulisce il pennello, quell’acqua colorata che guida la protagonista nell’analisi e comprensione della propria vita interiore; il secondo premio è stato attribuito a Karima Osswa Chquiry della classe 1^A del Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” di Conegliano Veneto (Treviso) per “Memorie di un marinaio”, un testo che ripercorre tante diverse situazioni raccontate con sentimenti di rabbia e paura da un marinaio alla deriva, per il quale l’acqua è vita e morte; il terzo premio, infine, è andato a Lorenzo Montagner della classe 4^ Sistema Moda dell’IIS Scarpa-Mattei di San Donà di Piave (Venezia), per “La Riva”, racconto di una passeggiata in riva al fiume Piave, nel quale emerge come la presenza dell’acqua sia troppo importante e piacevole per essere giudicata solo per le conseguenze sgradite.

La Giuria ha inoltre segnalato i lavori “La mia acqua” di Niccolò Pisolati della classe 5^A GeC IIS “Andrea Palladio” di Treviso e “Acqua” di Francesca Rubin della classe 5^ID dell’ITIS “Francesco Severi” di Padova.

Sezione video – secondo classificato : gruppo Fossalta

Nella Sezione Video, prima classificata è la classe 3^B del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Sulmona (L’Aquila), con “Acqua – Tempo”, filmato che racconta l’acqua fonte della vita dell’uomo come ispiratrice della creazione di un bicchiere, strumento privilegiato per dissetarlo e consentirgli di vivere; secondo gradino del podio per il gruppo composto da Giacomo Marian, Lorenzo Acunzo, Ilaria Ballarin, Giulio Bellinaso e Dzinovic Edin della classe 4^B-CS – IIS dell’IIS Scarpa-Mattei di Fossalta di Piave di Piave (Venezia) con “Io sono acqua”, filmato che si sofferma sulle reazioni dell’uomo che scopre “il nutrimento”, anche “spirituale”, proveniente dall’acqua, di cui il mondo è circondato; terzo posto a Lorenzo Croci e Arianna Moser della classe 5^A Grafica e Comunicazione dell’Istituto Tecnico “Leonardo Da Vinci” di Borgomanero (Novara) con “Unhappy ending”, che racconta il cambiamento climatico attraverso le voci delle nonne, confrontando le condizioni dell’ambiente della loro giovinezza con quelle attuali.

La Giuria ha inoltre segnalato il lavoro di Gerardo Coco, Mirko Gianluca Barbaria, Simone Bruno e Desirè Centamore della classe 4^CS del Liceo Statale “Archimede” di Acireale (Catania), intitolato “La nostra acqua”.

Main partner del concorso è Montura, che consegnerà ai vincitori un kit di prodotti omaggio.

Per informazioni: www.premiomazzotti.it

Il riconoscimento è promosso dall’Associazione “Premio Letterario Giuseppe Mazzotti” e ne sono main partner Intesa Sanpaolo e Zignago Vetro Spa, è patrocinato e sostenuto da Regione del Veneto, Comune di San Polo di Piave, Camera di Commercio Treviso e Belluno | Dolomiti, Touring Club Italiano, Club Alpino Italiano, Parco Gambrinus, Confartigianato del Veneto, Fondazione “Americo e Vittoria Giol”, Assindustria Veneto Centro, Dieffebi Spa, Montura, Italian Creation Group (Valcucine – Driade Spa – FontanaArte Spa – Toscoquattro S.r.l), Latteria Soligo, Greenova Italia Srl, Zanusso Snc, Krono System Srl, Coldiretti, Confraternita del Raboso, Eclisse Srl, Consorzio Vini Venezia, Magis Spa, STM Innovation Srl.

In copertina : Primo classificato Sezione Letteraria – Gloria Martorel

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi