Cividale del Friuli – il 7 dicembre si accende l’albero di Natale

Natale a Cividale del Friuli si accende sabato 7 dicembre con l’albero donato da Sappada

Mercatini, polenta solidale, tante iniziative

Anche la mostra per il ventennale di Spirito diVino

Quest’anno il Natale a Cividale si inaugura in maniera particolare, “celebrando lo spirito di solidarietà e gratitudine caratterizzante questo periodo dell’anno – spiega la vice sindaco Daniela Bernardi – nel ricordo degli stessi sentimenti già manifestati da questa Giunta nel 2018 verso il Comune di Sappada duramente colpito”. L’abete che verrà acceso sabato 7 dicembre alle 17.30 in Piazza Paolo Diacono “è stato infatti donato dal Comune di Sappada come ringraziamento per il grande impegno investito nell’evento enogastronomico solidale ‘Il frico per il Friuli’- continua la Bernardi – svoltosi a Cividale l’8 dicembre 2018, che ha raccolto un consistente contributo per aiutare le popolazioni alluvionate della Carnia, in particolar modo i sappadini, colpite dalla tempesta dell’autunno 2018”. Ricordiamo che Arnaldo Zorzetto è stato il promotore dell’iniziativa di solidarietà “Il Frico per il Friuli” organizzata attraverso il Gruppo Comunale della Protezione Civile di Cividale.

Sempre in quest’atmosfera di vicinanza, collaborazione e condivisione, dopo l’accensione dell’albero di Natale è previsto il trasferimento dei partecipanti presso il Mercatino di Natale allestito in Foro Giulio Cesare dove ci sarà la presenza di prodotti tipici di Cividale, delle Valli del Natisone e di Sappada (La Bottega di Sappada).

A proposito di enologia, dal 7 dicembre al 6 gennaio, nel salone a piano terra dell’immobile che ospita la Fondazione Auxilia e il Centro Internazionale Podrecca Signorelli, sarà aperta al pubblico una mostra celebrativa del ventennale del concorso internazionale di Spirito diVino, organizzata dal Movimento Turismo del Vino che esporrà le opere realizzate da illustratori satirici con soggetti desunti dal mondo del vino. “La mostra sarà inaugurata alle 15.30 del 7 dicembre; la stessa verrà accompagnata da un’esposizione itinerante che coinvolgerà alcune attività commerciali della città che hanno prestato i loro spazi per la collocazione di opere che hanno fatto la storia del concorso” – illustra la vice sindaco che continua “nel periodo natalizio si potranno ammirare tutte le mostre organizzate dalla SOMSI in occasione dei 150 anni di fondazione; meritevole è soprattutto la mostra di pannelli nella buffer zone della città, in Via Monastero Maggiore, incentrata sugli antichi mestieri; aperta anche la Farie Geretti, antica officina del fabbro, la mostra sui fotografi Bront in Spazio Corte Quattro, e la mostra sugli artigiani oggi: una narrazione fotografica di Luigi Vitale, proprio presso la Somsi”.

E per favorire la presenza in città di visitatori “l’8 dicembre e il 6 gennaio tutti i parcheggi del centro storico saranno gratuiti; la richiesta dei commercianti è stata accolta, tant’è che la giunta si è espressa favorevolmente”. Infine il 22 dicembre 2019, alle ore 12.00, in collaborazione con l’Antico Mulino Pussini, Cucina delle Valli e Sapori nelle Valli econlacollaborazionedel signor Ciro Baldissera “Il Polentar di Gemona”,  sarà cucinata in modo tradizionale la “polenta solidale”; i proventi saranno destinati ad una associazione benefica locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: