• Gio. Giu 20th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Festival dell’Acqua – Venerdì 12 maggio: tra teatro, scienza, talk e laboratori

DiRedazione

Mag 11, 2023

Con Covatta, Floramo, Temporelli, Scarel. Tra teatro, scienza, talk e laboratori

FESTIVAL DELL’ACQUA DI STARANZANO

Prima edizione

Staranzano e dintorni, 11-14 maggio 2023

Venerdì 12 maggio: otto appuntamenti tra divulgazione, laboratori, musica e teatro.

Tra gli ospiti Giobbe Covatta in 6° (Sei Gradi), Angelo Floramo in un percorso di ricerca su Leonardo, Giorgio Temporelli che parla dell’acqua “del Sindaco” e Francesco Scarel, che racconta di scienza e arte.  

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero

Cos’è il Festival

Il piccolo Comune di Staranzano (GO) ha un legame molto profondo con l’acqua: sorge dalle bonifiche del territorio iniziate già alla fine dell’Ottocento ed è l’unico luogo della regione dove s’incontrano le acque dolci (la foce dell’Isonzo), quelle salmastre della laguna e quelle salate dell’Adriatico. Da qui la scelta di mettere l’oro blu al centro di un nuovo festival, che tra l’11 e il 14 maggio prossimi vedrà la sua prima edizione.

Nato da un’idea del giornalista e scrittore Roberto Covaz, accolta con entusiasmo dall’Amministrazione Comunale di Staranzano e sposata da molti autorevoli partner – in primis la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, la Camera di Commercio della Venezia Giulia, la BCC di Staranzano e Villesse e la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia con il patrocinio – il Festival dell’Acqua propone oltre trenta appuntamenti, con contenuti a carattere storico, scientifico e ambientale relativi all’acqua attraverso linguaggi diversi, in grado di coinvolgere fasce di pubblico differenti, con particolare attenzione per le nuove generazioni. In quattro giorni si alternano talk scientifici e divulgativi, concerti, spettacoli teatrali, reading, incontri, laboratori, letture, mostre e visite guidate.

I partner

Numerosissimi i sostenitori e i partner che hanno sposato questa sfida: in primis la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, la Camera di Commercio della Venezia Giulia, la BCC di Staranzano e Villesse, la GMA Performing Solutions di Staranzano con il patrocinio della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Particolarmente eclettico e prestigioso anche il team di lavoro, che vede al fianco del Comune di Staranzano collaboratori quali l’OGS di Trieste, il Consorzio di Bonifica della Venezia Giulia, la Riserva Naturale Foce dell’Isonzo con la Stazione Biologica Isola della Cona, il Consorzio Culturale del Monfalconese, l’Associazione Scienza under 18 Isontina, le scuole di Staranzano, i Festival Aeson e InVisible Cities, Dobialab, la Direzione Regionale del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, ma anche Irisacqua, ISA Isontina Ambiente, Coop Alleanza 3.0 e APT Gorizia.

LA GIORNATA DI VENERDì 12 MAGGIO


La mattinata di venerdì 12 maggio è interamente dedicata ai più giovani: alle 10 in Piazza Dante Alighieri (in caso di maltempo, Biblioteca Comunale) arriva la Biblioteca dei Libri Viventi, con gli alunni della Scuola Secondaria di I grado Dante Alighieri,a cura di Damatrà Onlus, nell’ambito del progetto regionale di promozione della lettura LeggiAMO 0-18. Dopo una serie di “cantieri di lettura” svolti in queste settimane a scuola, i ragazzi durante l’incontro propongono il libro che “vogliono essere” e si presentano ai lettori, raccontandosi. Chiunque vorrà potrà “prenderà in prestito” un libro vivo e appassionato (basterà sedersi con lui) e ascoltarne la storia: tutti i libri sono rigorosamente dedicati all’acqua!

A seguire, sempre in Piazza, Gocce di musica: oltre 150 ragazzi saranno impegnati – in un grande coro accompagnato da diversi giovani strumentisti, tutti allievi delle Scuola Secondaria di I grado Dante Alighieri – attraverso il repertorio più brillante dedicato all’acqua: perché nessuno mai dimentichi quanto essa sia importante!

Torna a Staranzano – alle 15 in Sala Delbianco – l’amatissimo Angelo Floramo, impegnato in Fassi un’armonia: Leonardo e lo stupore dell’acqua. Nel Talk, lo scrittore e storico racconta il suo percorso di ricerca su Leonardo da Vinci, curioso investigatore di meraviglie, e su come egli fu particolarmente interessato all’acqua: non solo nell’ambito tecnico, scientifico e ingegneristico ma anche da un punto di vista puramente estetico. L’idraulica del suono, in particolare, fu uno dei suoi “capricci” più accattivanti, gravido di riferimenti sapienziali e alchemici.

Intanto, sempre alle 15 nella Sala Ragazzi della Biblioteca Comunale, il laboratorio ambientale Mare Nostrum intratterrà i bambini dai 6 ai 12 anni (In collaborazione con Benkadì APS – Area educativa): una lettura animata che diventa una caccia al tesoro alla ricerca dei comportamenti sostenibili, che non danneggiano l’ambiente. Un laboratorio creativo che ricicla i rifiuti trasformandoli in fantasiosi mostri marini.

Appuntamento centrale, per i contenuti e per l’approccio è quello delle 16.30, alla Sala Delbianco: L’acqua del Sindaco. Per un uso consapevole della risorsa naturale più importante con Giorgio Temporelli,esperto in igiene e tecnologie per il trattamento delle acque. Focus è sensibilizzarel’opinione pubblica in merito alla qualità dell’acqua distribuita dagli acquedotti e, al contempo, evidenziare il grave impatto ambientale dovuto all’acqua confezionata, spaziando tra riferimenti storici e temi di attualità abbattendo luoghi comuni e fake news.  


Alle 18.00, in Sala Delbianco, Il quarto spazio. La comunicazione della scienza attraverso linguaggi artistici è il talk con Francesco Scarel – originalissimo divulgatore scientifico e docente alla Sissa – che attribuisce la giusta importanza alla comunicazione della scienza nel contribuire allo sviluppo di una cittadinanza scientifica, il cui pensiero critico e creativo accompagna le innovazioni. Per questo il linguaggio artistico rappresenta un valore aggiunto e contribuisce alla ricerca, interagendo con la scienza.

Alle 19 il Festival attende una vera festa, la cerimonia inaugurale del Festival, che in Piazza Dante Alighieri (in caso di maltempo, Sala San Pio X) darà formalmente il via alla prima edizione del Festival dell’Acqua di Staranzano. Protagonista sarà La Società Filarmonica di Turriaco, diretta da Fulvio Dose, con la voce narrante di Elisa Baldo, su testi di Roberto Covaz.

Un concerto sull’acqua che spazia tra i più diversi repertori, tutti relativamente recenti, alcuni originali e altri trascritti per l’organico interessato, che restituiranno – anche grazie ai testi, preziose riflessioni tra acqua, storia e territorio – un momento poetico ed emozionante. E con una sorpresa, ci sarà un “la” davvero speciale per lanciare la prima edizione del Festival!

Grande finale di serata, alle 21, alla Boschetta di Dobbia, con Giobbe Covatta in 6° (SEI GRADI)in collaborazione con BCC di Staranzano e Villesse. Il numero 6 rappresenta l’aumento in gradi centigradi della temperatura della terra. Modelli matematici applicati all’ecologia dimostrano che i nostri più stretti discendenti si dovranno adattare a vivere su un pianeta inospitale, se non cercheremo di risolvere i problemi dell’ambiente fin d’ora.

Giobbe Covatta, il grande comico napoletano, al confine fra ironia e divulgazione scientifica, affronta il tema del nostro secolo: la sostenibilità del pianeta e delle sue popolazioni. Un’occasione per ridere ma, soprattutto, per comprendere che è necessario agire subito per evitare la nostra fine…

Info
Tutto il programma è su www.acquafestival.it
Gli eventi del Festival sono a ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili. È consigliata la prenotazione on line su www.acquafestival.it.

La Visita guidata ai luoghi della bonifica e i due eventi in programma all’Isola della Cona (Sacro minore con Franco Arminio e Dimmi cosa vuoi vedere a cura di Marta Cuscunà), il concerto di Danilo Rea sono Sold Out.

Staranzano, 10 maggio 2023

***

Progettazione, Promozione e Ufficio Stampa : Studio Sandrinelli

Informazioni

Ufficio Cultura del Comune di Staranzano

0481 716917

info@acquafestival.it

www.acquafestival.it
FB@festivalacquastaranzano

IG@festival_acqua_staranzano

***
Il Festival dell’Acqua è curato dal Comune di Staranzano

con il contributo di
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
BCC di Staranzano e Villesse
GMA Performing Solutions di Staranzano


organizzato con
Camera di Commercio della Venezia Giulia – Trieste Gorizia


con il patrocinio di
Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia

Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia

Partner
Irisacqua
ISA Isontina Ambiente
Consorzio Culturale del Monfalconese – Ecomuseo Territori
Riserva Naturale Foce dell’Isonzo
Consorzio di Bonifica della Venezia Giulia
OGS Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale
Scienza under 18 Isontina
ISIS BEM Brignoli-Einaudi-Marconi di Staranzano
Istituto Comprensivo Dante Alighieridi Staranzano
Coop Alleanza 3.0
APT Azienda Provinciale Trasporti – Gorizia
InVisible Cities – Festival Urbano Multimediale
Associazione Culturale Quarantasettezeroquattro
Dobialab
Festival Aeson – Arti nella Natura
Direzione Regionale FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano
Benkadì APS
Pro Loco Staranzano


Media Partner

Il Piccolo
Rai Friuli Venezia Giulia

progettazione
Studio Sandrinelli – www.studiosandrinelli.com

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE