• Gio. Mag 30th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

AIED LANCIA OGGI L’APPELLO URGENTE AL GOVERNO E ALLA SOCIETÀ CIVILE OLTRE 200 PROMOTORI PER L’EDUCAZIONE SESSUALE NELLE SCUOLE

DiRedazione

Nov 21, 2023

Un appello urgente al Governo italiano, alle opposizioni e alla società civile – dalla cultura scientifica all’opinione pubblica – per tre obiettivi molto concreti: 1) riprendere subito il lavoro di adattamento al sistema scolastico italiano degli Standard per l’Educazione Sessuale in Europa dell’OMSper rendere operativo l’inserimento di linee guida di educazione sessuale e affettiva nelle scuole italiane dall’anno scolastico 2024/2025; 2) aprire una consultazione pubblica con i giovani, le famiglie, i docenti, le associazioni e gli esperti della comunità scientifica e 3) garantire spazio adeguato sui mezzi di informazione del servizio pubblico all’approfondimento sulla salute sessuale e riproduttiva e sull’educazione sessuale e affettiva nelle scuole, affinché la società possa esserne correttamente informata. 

È il manifesto – appello diffuso oggi – martedì 21 novembre – dall’AIED, la storica Associazione Italiana per l’Educazione Demografica che celebra quest’anno ben 70 anni di impegno e battaglie per i diritti civili in Italia, dalla legalizzazione della contraccezione al divorzio, all’aborto. Spiegano il presidente nazionale AIED Mario Puiatti e la vicepresidente Antonella Spolaor Dentamaro: «l’accesso all’informazione sessuale e riproduttiva, accanto all’educazione affettiva e relazionale, è un diritto delle bambine e dei bambini e degli adolescenti, come tale riconosciuto dall’OMS e indicato negliObiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. In Italia ancora spaventa proclamarlo e riconoscerlo, per questo i nostri giovani sono esclusi dal medesimo diritto riconosciuto ai loro coetanei europei, accomunati ai soli studenti diCipro Lituania Bulgaria Romania. È tempo di ‘tornare’ in Europa».

L’appello AIED riprende le conclusioni del recente convegno svolto nella Biblioteca Capitolare del Senato, è promosso da ben 100 operatori e medici AIED di tutta Italia e da oggi campeggia sul sito della Associazione aied.it sottoscritto dalle prime decine firme di decine di autorevoli esponenti della cultura scientifica, medici e operatori sanitari. L’appello può essere sottoscritto comodamente online da chiunque sul sito www.aied.it. E i giovani sono benvenuti!

La situazione in Italia è drammatica per i giovani che necessitano di informazioni corrette sulla sessualità e la riproduzione: 4 su 10 cercano le loro informazioni sui social media (40,8%) e altri 4 cercano di informarsi attraverso i loro coetanei (39,2%) che a loro volta vagano su internet per trarre dai media qualche conoscenza. Solo il 36% ha risposto correttamente alla domanda su quale fosse il metodo contraccettivo più efficace e solo il 3% era a conoscenza di cosa fosse la pillola del giorno dopo, erroneamente assimilata alla pillola abortiva. Intanto il 47% dei ragazzi con età media di 16 anni dichiara di aver già avuto esperienze sessuali (indagine Edusex Team Università Sapienza Roma, progetto di Terza Missione a Roma coordinato dal prof. Antongiulio Faggiano)

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE