• Dom. Mar 3rd, 2024

Voce del NordEst

Il web magazine online 24/7

ANNUNCIATO IL PROGRAMMA DELLA 16^ EDIZIONE DEL PICCOLO FESTIVAL Dell’animazione – OLTRE 80 FILMATI DA TUTTO IL MONDO

DiRedazione

Nov 4, 2023

DALL’11 AL 18  NOVEMBRE 

IL PICCOLO FESTIVAL DELL’ANIMAZIONE 

RITORNA 

A SAN VITO AL TAGLIAMENTO

CON OLTRE 80 FILM ANIMATI PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO

MOSTRE, INCONTRI E MASTERCLASS

PROIEZIONI ANCHE A GORIZIA, STARANZANO, UDINE, PORDENONE E TRIESTE


San Vito al Tagliamento, 4 novembre 2023– Il Piccolo Festival dell’Animazione, la rassegna dedicata all’illustrazione e all’animazione d’autore, sostenuta dalla Regione FVG, Turismo FVG e dal Comune di San Vito al Tagliamento, organizzata dall’Associazione Viva Comix con la direzione artistica di Paola Bristot, si terrà quest’anno dall’11 al 18 novembre, a San Vito al Tagliamento (PN) con qualche appuntamento itinerante a Pordenone, Udine, Staranzano, Gorizia e Trieste. Oltre 80 cortometraggi in gara ma anche incontri, mostre e spettacoli. 

Tra gli ospiti Andrea Lorenzon, in arte Cartoni Morti, che pubblica i suoi video su Youtube, con un seguito di 1,3 milioni di followers, intervistato da Davide Toffolo anima del gruppo dei Tre Allegri Ragazzi Morti. Toffolo proporrà anche una performance “Cumbia Minimal” in collaborazione con l’Orchestra d’Archi Arrigoni diretta da Domenico Mason e dall’Associazione Filarmonica sanvitese. 

I fratelli Alice e Stefano Tambellini, filmmaker, specialisti in puppet animation, l’animatrice russa Natalia Chernysheva, il graphic design francese Pierre Bourrigault, l’artista d’arte contemporanea Manuel Baldassare, la regista bulgara e docente, Radostina Neykova, lo scrittore e regista Marco Fregonese e l’artista Irene Capasso, l’animatrice e regista Margherita Giusti, l’animatore professionista Michele Bernardi, l’autrice di fumetti e illustratrice Sara Colaone, l’autrice italiana Josephine Yole Signorelli, in arte Fumettibrutti, Slave Lukarov direttore del Festival di Supertoon, il maestro di animazione e graphic designer serbo Rastko Ciric, il dj artist Enrico Sist.

Paola Bristot

“Un piccolo festival dal grande cuore – afferma l’Assessore alla Vitalità di San Vito al Tagliamento, Andrea Bruscia – capace di offrire le più belle produzioni d’autore non soltanto agli appassionati ma anche a tanti giovani pronti a farsi stupire dalla magia di questa straordinaria forma d’arte. L’innovazione principale di quest’anno è la partecipazione di Cartoni Morti: sono fermamente convinto che questa presenza attirerà molti curiosi, che avranno così l’opportunità di scoprire tutte le altre eccitanti proposte del festival. La comunità di San Vito è pronta ad accogliere tutto il pubblico, rendendo quest’esperienza ancora più “magica” e indimenticabile”.

IL FESTIVAL, LE SEZIONI I FILM

La 16^ edizione del Piccolo Festival dell’Animazione si apre ufficialmente sabato 11 novembre a San Vito al Tagliamento dove, fino al 18 novembre, coinvolgendo anche il Visionario di Udine, il Kinemax di Gorizia, DobiaLab di Staranzano e Cinemazero di Pordenone saranno proiettati oltre 80 film animati d’autore provenienti da tutto il mondo, accuratamente selezionati e suddivisi in cinque sezioni: la Main Competition, film animati realizzati da autori professionisti, quella incentrata sui temi dell’ecosostenibilità Green Animation e Visual&Music, la sezione con le animazioni dove è forte il legame tra immagine e musica, AnimaKids e AnimaYoung con i corti selezionati da Giovanni Sgrò e Valentina Corocher giudicati dagli studenti delle scuole del Friuli Venezia Giulia e che vede oltre 1000 studenti delle varie scuole della regione coinvolte in presenza, in particolare grande adesione con 500 studenti dell’Istituto Comprensivo “Margherita Hack” di San Vito al Tagliamento, e il Liceo Artistico “Max Fabiani” e l’Università di Nova Gorica al Kinemax di Gorizia, coinvolti anche gli studenti del Liceo Artistico Statale “Giovanni Sello” al Visionario di Udine e Il Liceo Artistico “Galvani” di Cordenons a Cinemazero di Pordenone.

A giudicare i film che concorrono nella Main Competition una giuria composta da Sara Colaone, autrice di fumetti, Slave Lukarov, direttore del Festival Supertoon e Rastko Ćirić, autore, già professore all’Università di Arti Visive di Belgrado. Una seconda giuria si occuperà di altre due sezioni in competizione, Visual&Music e Green Animation, ed è composta da Radostina Neykova, docente presso la National Academy of Theatre and Film Arts Kr. Sarafov”, Pierre Bourrigault, autore e grafico, Manuel Baldassarre, artista visivo e musicista. Tutti ospiti del festival a San Vito al Tagliamento dove terranno incontri e presentazioni.


«Il Festival di quest’anno – racconta la direttrice artistica Paola Bristot –  presenta 84 film selezionati tra oltre 700  animazioni prese in visione, provenienti da diversi paesi europei e internazionali a rappresentare molteplici punti di vista e sensibilità. La selezione è stata fatta seguendo il principio della qualità e della rappresentatività delle opere che si è evidenziata rispetto a un panorama di produzioni sempre più vasto, vuoi per la facilità dell’approccio alla tecnologia e quindi al minor costo di produzione, vuoi per l’interesse verso questo linguaggio espressivo sempre più allargato. Abbiamo privilegiato film d’autore, con un segno stilistico che ci pare evidente anche da parte di esordienti. Nella 16° edizione del festival vorremmo emergesse una coralità di voci e personalità che si alzano dai diversi paesi, alcuni coinvolti in conflitti, loro malgrado.  La cultura non è una bolla, non vogliamo che lo sia, né che lo diventi. Dobbiamo dare spazio a queste voci che parlano la stessa lingua poetica e artistica».  

Tra i film in programma interessanti sono il pluripremiato film di Flóra Anna Buda “27”, il bellissimo film di Margherita Giusti “Meatseller”, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, sullo spinoso tema della migrazione, il film “Our Uniform” dell’autrice iraniana Yegane Moghaddam,il pluripremiato “Eeva” di Lucija Mrzljak e Morten Tšinakov, una coproduzione Estonia-Croazia che si è guadagnata la qualificazione all’Oscar vincendo il premio per il miglior cortometraggio d’animazione al Nashville Film Festival, e “AAAAH” del francese Osman Cerfon. Per gli amanti della Puppet animation va segnalato il film “The Family Portrait” di Lea Vidaković e l’anteprima mondiale del film dei fratelli Alice e Stefano Tambellini“Impossible Maladies”. Sono stati inoltre selezionate animazioni opera di esordienti provenienti sia dall’ISIA di Urbino che dal CSC di Torino grazie alla collaborazione di Magda Guidi e Chiara Magri. 

Tra i temi più frequenti quello dell’attenzione all’ambiente, le problematiche legate alla situazione critica del rispetto dell’individuo, la condizione femminile, la difficoltà del presente e dei fenomeni migratori. Non mancano film divertenti e ironici e una ricerca che si spinge verso le tecnologie dell’Intelligenza Artificiale – di cui abbiamo selezionato il film “Bruit Rose” di Ulysse Lefort, Martin Wiklund, Arthur Lemaîtree il lavoro di Igor Imhoff “Oblivion” del gruppo Mervyn –  ma che evidenzia l’attenzione che si mantiene verso tecniche di disegno animato classico anche da parte delle nuove generazioni. Tra le opere filmiche di maestri ormai riconosciuti internazionalmente l’ultimo film del grande maestro Georges Schwizgebel, il film “Rekonstrukt” di Gabor Ulrich e “Kharm” di Svetlana Andrijanova.  

La sigla della 16° edizione del festival è stata realizzata da Isabella Bignardi, giovane studentessa dell’ISIA di Urbino con la musica elaborata di Andrea Mangia, in arte Populous (editore La Tempesta).

PROGRAMMA DALL’11 AL 18 NOVEMBRE 

Apertura sabato 11 novembre con una giornata piena di eventi a San Vito al Tagliamento. Si parte dalla Chiesa di San Lorenzo – PFA HUB, dove sono esposte oltre 100 tavole di illustratori vari,  alle 17.00 con l’inaugurazione di una mostra che propone, in occasione del centenario dedicato a Italo Calvino, “Il Barone Rampante” nell’adattamento a fumetti dell’autrice pordenonese Sara Colaone, docente presso l’Università di Bologna. Inoltre sarà presentata la 24° edizione di Viva i Fumetti/Živel Strip con la mostra degli autori gemellati: Paolo Cossi e Anka Kočevar che saranno presenti con le rappresentanti di Stripburger, Katerina Mirović e Tanja Komadina, con cui l’Associazione Viva Comix organizza il concorso aperto alle scuole del FVG e della Slovenia. Si celebrano poi gli autori dell’animazione che si potranno ammirare nei disegni dei fotogrammi di Magda Guidi, realizzati per il film dei Tre Allegri Ragazzi Morti, “Nuova identità” e in quelli di Igor Imhoff e di Marco Capellacci. 


Una parte delle tavole in mostra è rivolta all’Università di Nova Gorica, tra i partner del Festival, che propone i materiali realizzati dagli studenti per i film di diploma.  Per coloro che sono interessati alla tecnica dello stop motion è predisposto un set e le maquette del film di Alice e Stefano Tambellini che sarà presentato in anteprima mondiale nella sezione Main Competition. Stefano Tambellini propone inoltre delle masterclass durante la settimana del festival dove si proietteranno le sezioni Animayoung agli studenti delle scuole superiori.


L’11 novembre alle 18.30 presso l’Auditorium “Zotti” aprirà ufficialmente il Festival. Seguirà un talk tra un Allegro Ragazzo Morto e un famoso YouTuber, “Cartoni Morti”: Davide Toffolo dialogherà con Andrea Lorenzon riguardo alla sua popolarissima attività di cartoonist in rete.


Nella tarda serata saranno proiettati i film della sezione Visual&Music e la conclusione è affidata al gruppo E H C S ovvero Elkann Henudo Chaotic Set, una band art rock/post punk che gravita tra Parigi e San Vito al Tagliamento. Il quartetto è formato dalla cantante e performer parigina Chloé Jourdan, dall’artista contemporaneo Manuel Baldassare (chitarra e voce) dal bassista moldavo Victor Antoniciuc e dal batterista Giuseppe Moro propone una performance visiva e sonora che chiuderà degnamente l’intensa prima giornata del Festival! Il titolo della performance è “Sonar Magma”, che mescola suoni e video sperimentali. Domenica 12 novembre sono previste proiezioni pomeridiane per i bambini e le loro famiglie a Udine e a San Vito al Tagliamento.


Nelle mattinate seguenti sono si concentra la proiezione alle scuole medie e superiori a Udine, Gorizia, Pordenone, San Vito al Tagliamento, mentre verranno proiettate le sezioni in Competizione del Festival. nelle serate di lunedì 13 a Udine presso il Cinema Visionario, martedì 14 a Staranzano presso DobiaLab, mercoledì 15 a Pordenone presso Cinemazero. Da giovedì 16 a sabato 18 la base del Festival sarà a San Vito al Tagliamento dove verranno accolti gli ospiti e la giuria.


Tra gli eventi collaterali al festival da segnalare il 18 novembre alle ore 22.00 la performance della “Cumbia Minimal” con la partecipazione dell’orchestra d’Archi Arrigoni, guidata da Domenico Mason e dall’Associazione Filarmonica sanvitese. La performance con la direzione artistica di Davide Toffolo prevede una chiamata a musicisti alfabetizzati che possono partecipare portando uno strumento e un leggio e arrivando all’Auditorium Concordia alle ore 17 per le prove fino alle ore 20 dell’azione musicale. Cumbia Minimal è una composizione minimalista ispirata da “in C” di Terry Riley e dalla tradizione musicale colombiana e andina. Da non perdere inoltre  venerdì 17 alle ore 22.00 la performance di Enrico Sist E.Sist Moody Toon-Tunes in cui il Dj Selecter pordenonese proporrà un set di manipolazione e selezione sonora dedicato alle origini dell’animazione. Una selezione musicale particolare ed eclettica dai diversi generi, arricchita dall’uso di vari effetti sonori e strumenti, sarà il tappeto sonoro di una sequenza di classici animati proiettati sulla parete. Si proporrà sempre nello spazio HUB giovedì 16 alle 22.00 il film”Metanoia” di Marco Fregonese e Irene Capasso che lanciano una nuova etichetta di produzione cinematografica.

Un evento speciale venerdì 17 alle 17.30 la presentazione di Fumettibrutti, nome d’arte di Josephine Yole Signorelli, che presenterà il suo reading “Anestesia”. Un evento eccezionale di un’autrice di punta della scena autoriale che racconta una storia legata all’affermazione dell’identità di genere.

Uno spazio di riguardo sarà riservato anche ai componenti della giuria che presenteranno le loro attività nel settore dell’animazione, delle arti visive e che si potranno incontrare durante le giornate del festival insieme ai molti ospiti invitati, autori e produttori.

Il 30 novembre presso il Teatro dei Fabbri a Trieste ci sarà un Best Off del festival, con i film premiati decretati dalla giuria nella serata del 18 novembre.

www.piccolofestivalanimazione.it

Il PFA si svolge con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, di Turismo FVG e del Comune di San Vito al Tagliamento. Moltissime le collaborazioni con cinema e festival internazionali: Animateka Film Festival, Stripburger (Lubiana),  Cinemazero di Pordenone, Centro Espressioni Cinematografiche – Visionario di Udine; La Cappella Underground di Trieste; Kinemax di Gorizia. Università di Nova Gorica, AFIC, ASIFA, La Tempesta, Aeson, DobiaLab di Staranzano,  Associazione Ottomani. tra i collaboratori segnaliamo i Volontari della Cultura del Comune di San Vito al Tagliamento, l’Associazione Filarmonica sanvitese, l’Orchestra d’Archi Arrigoni, la Mediateca Cinemazero, il Porto dei Benendanti, Cinema dei Fabbri (Trieste), TriesteContemporanea. Media partners: Zippy Frames, Radio Onde Furlane, Radio Punto Zero, Widelinewebradio.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE