• Sab. Dic 3rd, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

ASSOCIAZIONE DE BANFIELD: PRESENTATE OGGI LE INIZIATIVE DEL NATALE DI SOLIDARIETÀ

DiRedazione

Nov 24, 2022

E L’EDIZIONE 2022 DE “LA BORSA CHE DONA”, MADRINA MARGHERITA GRANBASSI

Associazione de Banfield presenta

NATALE DI SOLIDARIETÀ

con numerose iniziative, tra tutte le nuove creazioni de

NATALE DI SOLIDARIETÀ

con numerose iniziative, tra tutte le nuove creazioni de

LA BORSA CHE DONA

PRESENTATE OGGI DALLA PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE DE BANFIELD MARIA TERESA SQUARCINA E DALLA RAPPRESENTANTE DELLE VOLONTARIE ANNA SOLDANO

La Borsa che Dona sarà disponibile dal 30 novembre al 2 dicembre nell’atrio della Camera di Commercio, a seguire (5, 6, 7 dicembre) presso l’Open Day organizzato alla struttura CasaViola. Per tutto il periodo natalizio sarà anche attiva una raccolta fondi in supporto al servizio di prestito gratuito di ausili sanitari

MADRINA DELLA BORSA CHE DONA 2022 È LA CAMPIONESSA MARGHERITA GRANBASSI

TRIESTE -Tutte nel segno della solidarietà le iniziative messe in campo in vista delle festività natalizie dall’Associazione de Banfield di Trieste – impegnata da oltre trent’anni sul fronte del sostegno agli anziani fragili, alle persone con demenza e le loro famiglie – che la Presidente Mariateresa Squarcina ha presentato questa mattina nel corso di una conferenza con Anna Soldano, la responsabile delle volontarie dell’Emporio della Solidarietà, che da molti anni supporta con impegno l’associazione,. Ritorna anche quest’anno il progetto solidale “La Borsa che Dona”, che unisce la solidarietà al riciclo e all’artigianato. Con preziose stoffe e foulard inutilizzati donati da molti benefattori, le sapienti mani artigiane del gruppo di volontarie dell’Emporio della Solidarietà hanno realizzato una vasta gamma di borse di alta fattura artigiana a fini benefici.

La genesi di questo prodotto e di questa storia sono legate a un riconoscimento: nel 2019, infatti, le volontarie dell’Emporio della Solidarietà, si aggiudicano il Premio della Bontà Hazel Marie Cole e con la somma di denaro ricevuta decidono di comperare “ago e filo” necessari a confezionare le borse, che prendono il nome La Borsa che Dona. Un percorso tutta legato alla solidarietà che ha coinvolto negli anni tante persone vicine all’Associazione de Banfield che hanno dato vita, attraverso il dono, ad un progetto a favore della vecchiaia vulnerabile. Stoffe, foulard di pregio e tessuti di seta rimasti inutilizzati in un cassetto sono stati generosamente regalati per essere riutilizzati, affinché acquistassero una nuova, buona vita: arrivati nellemani delle volontarie, sono stati misurati, tagliati, cuciti. Ore di tempo e passione le hanno trasformate in esclusive borse fatte a mano. Le borse sono “Sostenibili” perché riutilizzano stoffe e foulard inutilizzati, “Artigianali” perché cucite una ad una, “Uniche”, perché non esistono due modelli uguali, “Buone” perché ogni borsa rappresenta ore di sostegno a una persona anziana fragile.

Accanto ad una serie di testimonial che hanno accompagnato in questi anni il progetto solidale La Borsa che Dona – basti ricordare Ariella Reggio, Mitja Gialuz, Barbara Franchin, Rossana Bettini Illy, Daniela Poggi, Lino Guanciale, Giovanna Botteri – “madrina” di questa edizione è la notissima campionessa di origine triestina, ora conduttrice televisiva, giornalista e commentatrice Margherita Granbassi, che ha così deciso di prestare il suo volto e la sua notorietà per affiancare e sostenere il progetto. Parole di grande apprezzamento e appoggio al progetto sono arrivate direttamente da Granbassi, presente in video-collegamento, che ha voluto sottolineare tutto il piacere di «aderire ad un’iniziativa così nobile», come ha spiegato in apertura di intervento. «Anche se non vivo più a Trieste da tempo ho un legame fortissimo con la mia città, ha ancora detto, e mi emoziona particolarmente pensare che posso contribuire a dare una mano al sostegno degli anziani fragili». «Mi ha colpito l’amore e la cura con cui è stata fatta la Borsa» – ha anche sottolineato – «la stessa cura con cui dobbiamo trattare quanti si appoggiano all’Associazione de Banfield, una realtà indispensabile che porta il nome di una famiglia benemerita con cui, tra l’altro, la mia famiglia aveva un particolare legame». «Natale è il momento in cui doniamo cose belle per portare gioia all’altro: e questa iniziativa ci permette di donare qualcosa di veramente prezioso come il sostegno ai più fragili».

La serie di borse sarà resa disponibile nell’atrio della Camera di Commercio dove le volontarie dell’Associazione de Banfield saranno presenti da martedì 30 novembre, in occasione della Giornata Mondiale del Dono, fino al 2 dicembre per uno speciale Evento Natalizio. Nell’occasione saranno disponibili anche i cioccolatini della solidarietà: le tradizionali piccole dolcezze della de Banfield da condividere per rendere più buono il Natale non solo di chi li mangia, ma anche di chi vive una vecchiaia fragile. Questi gli orari dell’iniziativa: mercoledì 30 novembre dalle 9.00 alle 17.00, giovedì 1 dalle 9.00 alle 15.00 e venerdì 2 dicembre dalle 9.00 alle 13.00.

L’evento “Natale di solidarietà” proseguirà poi lunedì 5, martedì 6 e mercoledì 7 dicembre con l’open day di CasaViola, la struttura di via Filzi espressamente ideata dalla de Banfield per il sostegno ai caregiver di persone con Alzheimer e con demenza. Le volontarie dell’Emporio della Solidarietà saranno presenti anche in questa occasione con le loro creazioni in orario 15.00 – 18.30. Partecipando all’Evento di Natale si possono sostenere tutte le attività dell’Associazione dedicate alle persone anziane fragili. Facendo una donazione, infatti, è possibile garantire una risposta alle famiglie che si rivolgono alla de Banfield per chiedere aiuto con ore di consulenza, formazione, supporto a domicilio e sostegno psicologico. Per tutto il periodo natalizio sarà anche attiva una raccolta fondi in sostegno al servizio di prestito gratuito di ausili sanitari. Un ausilio sanitario, come una carrozzina o un deambulatore, è fondamentale nell’assistenza delle persone anziane non autosufficienti e fa la differenza nella loro quotidianità. Con l’aiuto dei donatori è possibile implementare il numero degli ausili, migliorare l’efficienza del servizio e organizzare nuovi incontri formativi, individuali e di gruppo, per il corretto utilizzo degli ausili e la conduzione dell’assistenza domiciliare.

La Borsa che Dona è pensata per lasciare ai donatori della de Banfield qualcosa di concreto ed unico che possa colorare la quotidianità. Le donazioni costituiscono ore di consulenza, assistenza, sostegno e cura dedicate alle persone anziane fragili e alle loro famiglie. Con 30€ si potrà offrire 1 ora di consulenza e sostegno domiciliare gratuito a una persona anziana fragile; con una donazione a partire da 90€ le ore salgono a 3 mentre con una donazione di 120€ le ore sono 4.

Se si decide di supportare in particolare il servizio di prestito ausili sanitari gratuito, ogni 50€ di donazione corrispondono ad una consulenza gratuita e il prestito di un ausilio; ogni 150€ permetteranno di acquistare un deambulatore con ruote e freni; ogni 250 l’acquisto di una carrozzina.

Tutte le info sulla campagna natalizia sul sito www.debanfield.it.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi