• Gio. Mag 30th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Cividale del Friuli – Il 5 maggio conferenza su “La Magnifica Comunità e le sue carte tra Venezia e Napoleone”

DiRedazione

Mag 2, 2023

La Magnifica Comunità e le sue carte tra Venezia e Napoleone.

Un Archivio (Ri)ordinato

Un importante intervento sugli archivi storici comunali

Il 5 maggio 2023 alle 18.30 presso la Chiesa di Santa Maria dei Battuti di Borgo Ponte a Cividale del Friuli si terrà il convegno la Magnifica Comunità e le sue carte tra Venezia e Napoleone. Un Archivio (Ri)ordinato durante il quale sarà presentato il lavoro di riordinamento ed inventariazione dell’antico archivio della Magnifica Comunità di Cividale del Friuli.

La data non è scelta a caso e richiama da vicino l’ode che Alessandro Manzoni dedicò a Napoleone Bonaparte da poco defunto. Ed è proprio l’Armée d’Italie, guidata dal giovane generale Bonaparte, che nel 1797 causò la caduta della Repubblica di Venezia e la fine del legame politico ed istituzionale che univa la Magnifica Comunità di Cividale alla Serenissima. Le due città conclusero infatti un atto di dedizione nel 1419 con reciproci vantaggi e con Cividale in una posizione privilegiata rispetto al resto del Friuli veneziano, fino appunto al 1797.

Sul tema si soffermerà ampiamente il prof. Giuseppe Trebbi dell’Università di Trieste, uno dei massimi esperti di storia veneziana e studioso di riferimento per il contesto friulano di epoca moderna. Il dott. Luca Olivo invece illustrerà il lavoro svolto sulle carte che compongono il complesso e vasto archivio antico cividalese. Esso infatti, uno dei più ricchi ed articolati della Regione, raccoglie carte che vanno dalla fine del XIV secolo alla prima metà dell’Ottocento, periodo in cui subirono un primo ordinamento.

“L’intervento di riordino sull’Archivio della Magnifica Comunità, custodito presso la Biblioteca Civica di Cividale, è stato possibile grazie al progetto CIVID’Arte, finanziato con i fondi del Bando regionale Ripartenza Cultura e Sport – spiega Angela Zappulla per l’Assessorato alla Cultura – Il riordinamento è stato necessario per rimediare ad una situazione di sostanziale disordine in cui i documenti si trovavano da almeno una quarantina di anni. Ora, seguendo la metodologia moderna dei lavori archivistici, si è ottenuto un inventario finale che riproduce la struttura interna del comune medievale, veneziano, napoleonico ed austriaco così come si era delineata nei secoli. Ciò ha permesso uno sguardo completo su un complesso archivistico particolarmente difficile consentendo numerosi percorsi di ricerca storica ed aventi per oggetto sia l’intero comune sia particolari argomenti”.

Le bibliotecarie di Cividale spiegano che l’inventario su formato PDF sarà reso disponibile sul sito della Biblioteca e messo così a disposizione di una vasta platea di studiosi e di semplici interessati e concludono specificando che contestualmente ai lavori di riordino sono stati oggetto di intervento di restauro alcuni documenti di particolare importanza storica come l’atto originale della dedizione di Cividale a Venezia ed un autografo del generale Bonaparte.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE