• Mar. Ott 4th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Grado – le prossime iniziative di Grado 130

DiRedazione

Ago 16, 2022

Grado, l’Isola del Sole

Da 130 anni Grado è sinonimo di vacanza a tutto tondo. Il programma di
manifestazioni pensato per celebrare il “compleanno” di Grado accontenta le diverse
esigenze degli ospiti. Mostre, spettacoli, appuntamenti culturali, completano l’offerta
turistica dell’Isola del Sole.


Il mese più cool dell’estate a Grado è avviato alla grande. Spiagge affollate e clima sereno, aria di vacanza e atmosfera di assoluto rilassamento grazie al mix unico di benessere, cultura e buon cibo che da sempre caratterizza l’Isola del Sole. Più precisamente, da ben 130 anni!
Il compleanno di Grado località turistica si celebra infatti proprio quest’anno e sono moltissime le proposte messe in campo per dare il giusto risalto a questo importante anniversario che celebra, appunto, la proclamazione nel 1892 di Grado “stazione di cura e soggiorno” da parte dell’imperatore Francesco Giuseppe I. Il documento stabiliva le “norme fondamentali per la regolazione dell’azienda di cura e per l’emanazione di un Regolamento di cura per il circondario di cura di Grado” riconoscendo l’Isola, di fatto, quale “Kurort”, ovvero luogo curativo e stazione balneare di riferimento per quella che viene ancor oggi ricordata come la “riviera” della Monarchia austro-ungarica.


Grado mantiene elevata la sua vocazione turistica con un’ampia offerta per i propri ospiti, sia dedicata alla scoperta dell’Isola d’Oro (le visite guidate a piedi si svolgono su prenotazione ogni venerdì alle ore 21:00: +39 0431 80383 experience@grado.it e le visite cicloturistiche – itinerario ciclabile cittadino fino a Grado Pineta – ogni lunedì ore 10:00. Lingue: italiano, inglese, tedesco. Prezzo: 5 € adulti; 3 € ragazzi 12-17 anni; gratis bambini 0-11 anni) sia più prettamente culturale.

MOSTRE Dal 12 agosto è allestita, nella Casa della Musica di piazza Biagio Marin, la mostra curata da Roberto Festi, “Tra mare e cielo. Grado nelle opere di Josef Maria Auchentaller, una delle iniziative più rilevanti nell’ambito della rassegna “Grado 130”.
Sarà visitabile fino al 10 settembre dalle 9:00 alle 19:00 “Un saluto da Grado”, mostra “diffusa” di cartoline d’epoca nei locali dell’Isola d’Oro (ingresso principale spiaggia GIT) e vetrine negozi aderenti.


CULTURA Sono diversi gli appuntamenti con la cultura che integrano l’offerta prettamente turistica di Grado. Nei Giardini Marchesan il 16 agosto alle 21:15 ci sarà lo spettacolo teatrale “2000 anni di sabbione”, di Giovanni Marchesan Stiata e Ferruccio Tognon A cura di Grado Teatro.
Il 20 agosto si terrà il consueto “Aperitivo con l’arte”, ai Giardini Marchesan alle ore 21:30 (ingresso libero) con il titolo “Storia di Gustav Klimt e dell’Adele rubata”, spettacolo dedicato al pittore austriaco, figura di spicco della Secessione viennese e della sua “dama d’oro” Adele Bloch-Bauer, con Cristina Bonadei, Ilaria Marcuccilli, Massimo Tommasini e le note al violino di Eleonora De Poi, regia Massimo Tommasini. L’appuntamento sarà preceduto alle ore 20:00 da una Promenade guidata lungo i luoghi della Grado Mitteleuropea. Nei primi anni del ‘900 sbarcarono a Grado architetti e pittori influenzati dalla Secessione viennese, tra cui Emma e Josef Maria Auchentaller, gli aristocratici Eugen Bauer e la moglie Lily ma soprattutto Adele
Bloch-Bauer musa di Klimt.


MUSICA E TEATRO Il Parco delle Rose, che ha già ospitato la Suite per Pasolini, il 19 agosto alle 21 sarà teatro dello spettacolo Omaggio a Lelio Luttazzi, con voce recitante in collaborazione con Teatro Stabile del FVG, Ensemble Jazz e FVG Orchestra (Daniela Spalletta voce, Glauco Venier pianoforte, Direttore Maestro Valter Sivilotti). Lo spettacolo è una sorta di prologo alle celebrazioni che avranno luogo nel 2023 in occasione dei cento anni dalla nascita dell’artista triestino. Un evento in cui parola narrata e musica si fonderanno per omaggiare il Maestro Lelio Luttazzi attraverso due “capisaldi” della sua vita: il jazz e la città di Trieste, sua città di origine e dove decise di intraprendere la carriera di musicista. Il maestro incise centinaia di dischi e iniziò a riscuotere un gran successo di pubblico che lo fece approdare alla radio, dove realizzò moltissime le trasmissioni radiofoniche, fra le quali sicuramente la più famosa fu Hit Parade, che presentò per un decennio. Oltre ai successi radiofonici, Luttazzi fu un brillante compositore: scrisse ben 33 colonne sonore, commedie musicali e diversi interventi musicali per film. In televisione affiancò Mike Bongiorno, Mina, le sorelle Kessler, Raffaella Carrà, Enzo Tortora e i grandi protagonisti del piccolo schermo di quegli anni.
Si potrà accedere allo spettacolo con posto unico al prezzo speciale di € 2,00 (biglietti disponibili la sera stessa a partire dalle ore 19.45 all’Arena Parco delle Rose).
Sarà recuperato il 5 settembre al Palacongressi lo spettacolo “La Principessa della Czarda”,
inizialmente previsto a fine luglio, operetta in forma di concerto a cura dell’Associazione
Internazionale dell’Operetta e FVG Orchestra, con il contributo della Fondazione Carigo.
Direttore Romolo Gessi. Orario d’inizio della serata alle 21,15 con ingresso libero. Un’operetta che rappresenta in pieno la Mitteleuropa con le melodie tanto apprezzate di Imre Kálmán. La
trama racconta una storia d’amore destinata a durare poco. Il ciclo di appuntamenti con l’“Operetta al Parco delle Rose” di Grado rappresenta storie, aneddoti e curiosità di un mondo
ormai passato e che sorprendentemente si ritrova più attuale che mai. (info qui: https://grado.it/it/grado130/imre-kalman-principessa-della-czarda/).


Per ogni altra informazione sul programma estivo a Grado www.grado.it/grado130


Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi