• Mer. Mag 29th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Il FEFF 26 si chiude sotto il segno di una leggenda: a Udine, giovedì 2 maggio, Zhang Yimou!

DiRedazione

Apr 30, 2024

24 aprile/2 maggio 2024 – Udine, Italy, Teatro Nuovo e Visionario

Il programma di mercoledì 1 e giovedì 2 maggio

SOTTO IL SEGNO DI

ZHANG YIMOU

Giovedì 2 maggio il mitico regista cinese riceverà il Gelso d’Oro e sarà protagonista di una masterclass.

Moltissimi i titoli da non perdere anche nelle ultime due giornate: dalla cult comedy filippina Becky and Badette all’anteprima mondiale del super action hongkonghese Customs Frontline

UDINE – Un anno intero di preparazione per nove giorni di programmazione. Nove giorni felici e intensissimi che poi, esaurito il countdown, scivolano via alla velocità della luce… È già ora di annunciare la Closing Night del FEFF 26. Anzi, no. È già ora di annunciare il Closing Day, visto che le fiamme saranno alte fin dal mattino. E che fiamme. Giovedì 2 maggio 2024 non è, infatti, un semplice spazietto sul calendario: è la data in cui Zhang Yimou salirà sul palco del Teatro Nuovo “Giovanni da Udine”!

Parlare di lui significa parlare di una leggenda. Un autore che ha segnato, radicalmente, un “prima” e un “dopo”. Parlare di lui significa parlare di due Leoni a Venezia, di un Orso a Berlino, di un Grand Prix a Cannes, di tre candidature agli Oscar (e potremmo continuare a lungo). Parlare di lui significa parlare del gigante che giovedì 2 maggio, appunto, riceverà il Gelso d’Oro alla Carriera e sarà anche protagonista di una masterclass aperta a tutti!

«Per noi – commentano Sabrina Baracetti e Thomas Bertacche, fondatori del FEFF – il cinema di Zhang Yimou rappresenta due punti di svolta assolutamente fondamentali. Il primo è quello di averci spalancato gli occhi sulle meraviglie cinematografiche della Cina continentale quando eravamo poco più che ragazzi. Il secondo è quello di essere stato una delle scintille, una delle urgenze, dalle quali ha ha preso vita il nostro festival! Ecco perché consegnare il Gelso d’Oro a Zhang Yimou rappresenta qualcosa che va oltre le motivazioni più evidenti: è il nostro modo per dirgli “Grazie, maestro” e per restituirgli, simbolicamente, tutto quello che ci ha dato».

Nome di punta della Quinta generazione, celebre fucina creativa che rivoluzionò l’estetica degli anni Ottanta cinesi, Zhang Yimou ha sempre portato avanti una visione libera e totale del cinema, trovando nella spinta al cambiamento il proprio segno di continuità. Un cinema che, senza mai rinunciare all’essenza d’autore e allo spessore tematico, ha voluto e saputo misurarsi con i linguaggi più diversi, ha voluto e saputo esprimersi attraverso il superamento dei generi: dal dramma rurale al wuxia, dal thriller in costume al kolossal high budget. Un cinema dove le storie individuali sono state, sono e saranno specchio (culturale, etico, politico) della storia collettiva.

Il FEFF, nel corso del tempo, ha documentato più volte le sfumature dello sguardo di Zhang Yimou (sullo schermo di Udine ricordiamo Sorgo rosso, Under the Hawthorn Moon, Cliff Walkers, Full River Red) e quest’anno lo farà presentando tre titoli: l’international premiere del thriller Under the Light (mercoledì 1º maggio alle 14.30) e, in anteprima mondiale, le versioni restaurate di Lanterne rosse (giovedì 2 maggio alle 9.30, come preludio della masterclass) e di Vivere! (giovedì 2 maggio alle 19.30, subito la cerimonia di premiazione).

Anche le ultime due giornate della ventiseiesima edizione, ovviamente, saranno generosissime di titoli davvero imperdibili: dal super action Customs Frontline di Herman Yau, con cui giovedì 2 maggio si chiuderà ufficialmente il FEFF 26, al samurai movie giapponese Bushido, in programma mercoledì 1º maggio, passando per la cult comedy filippina Becky and Badette che sempre il 1º maggio riporterà a Udine una delle più care amiche del FEFF: Eugene Domingo!

L’ottava e la nona giornata minuto per minuto!

MERCOLEDÌ 1° MAGGIO

Ore 8.30

RAID ON THE LETHAL ZONE

Regia di Herman Yau

(Cina, 2023)

Durante un’esplosione di maltempo che causa inondazioni e smottamenti, una grande partita di droga sta per essere consegnata. Un gruppo concorrente di banditi prepara un agguato alla gang degli spacciatori e le guardie di frontiera devono attaccare i due gruppi. La battaglia fra gli uomini e la furia degli elementi in un emozionante incrocio tra disaster movie e poliziesco d’azione:

Ore 10.25

GOLD BOY

Regia di Kaneko Shusuke

(Giappone, 2023)

Doveva essere il crimine perfetto… ma c’è un testimone. Anzi: ce ne sono tre! In GOLD BOY Noboru si sbarazza dei suoceri per evitare il divorzio e godersi i soldi della moglie però l’omicidio viene ripreso da tre adolescenti. Denunciare il delitto o ricattare l’assassino? I ragazzi non hanno dubbi e, con agghiacciante astuzia e inesorabilità, scelgono la via del ricatto. Noboru non ci sta, la battaglia ha inizio e la situazione si infiamma in un climax dall’esito imprevedibile.

Ore 12.45

WHEN THIS IS ALL OVER

Regia di Kevin Mayuga

(Filippine, 2023)

Durante il lockdown, un giovane vive in un albergo super cool delle Filippine mantenuto dalla madre ricca. Fa il piccolo spacciatore e sogna di ottenere un visto per l’America: per questo si immischia con quattro giovani ricchi, figli di pezzi grossi, e li aiuta a organizzare una festa illegale sulla terrazza dell’albergo…

Ore 14.00 – Visionario

MADAME FREEDOM

Regia di Han Hyeong-mo

(Corea del Sud, 1956/4k restoration 2022)

Ore 14.30

UNDER THE LIGHT

Regia di Zhang Yimou

(Cina, 2023)

Dopo l’esplosione di una bomba, un poliziotto è incaricato di indagare sulle accuse lanciate dall’attentatore ma le sue indagini sono ostacolate da una ragnatela di interessi… Con l’inconfondibile opulenza stilistica di Zhang Yimou, e con le interpretazioni di un cast eccellente, il nuovo film del maestro cinese descrive la corruzione pervasiva in una città cinese immaginaria.

Ore 16.20 – Visionario

THE WEDDING DAY

Regia di Lee Byeong-il

(Corea del Sud, 1956/2k restoration 2007)

Ore 16.50

Becky and Badette

Regia di Jun Robles Lana

(Filippine, 2023)

Amiche d’infanzia, decisamente etero, Becky e Badette (le magnifiche attrici comiche Eugene Domingo e Pokwang) sono due loser, aspiranti artiste fallite. Prese in giro alla rimpatriata del liceo, si sbronzano e dichiarano al microfono di essere una coppia lesbica. Il giorno dopo scoprono che la scena è diventata virale e che sono diventate due eroine del mondo queer. La loro carriera decolla!

Ore 17.55 – Visionario

ROSY LIFE

Regia di Kim Hong-jun

(Corea del Sud, 1994/4k restoration 2022)

Ore 19.15

BUSHIDO

Regia di Shiraishi Kazuya

(Giappone, 2024)

Atmosfere dense, tesissime partite a go, lampi di violenza e abissi sentimentali: questo è Bushido, il cinema di samurai secondo Shiraishi! Una rielaborazione che passa attraverso il declino di Yanagida, samurai accusato di furto, e la sua riscossa tramite la vendetta. Ma la vendetta è pericolosa tanto per chi la compie quanto per chi gli sta intorno… Tra i ritmi riflessivi del go e le esplosioni di rabbia, Yanagida riuscirà a riabitarsi senza perdere più di quello che vorrebbe riguadagnare?

Ore 19.45 – Visionario

THE WOMAN OF WRATH

Regia di Tseng Chuang-hsiang

(Taiwan, 1984/2k restoration)

Ore 21.40

ALI TOPAN

Regia di Sidharta Tata

(Indonesia, 2023)

La principessa e il ragazzaccio dal cuore d’oro: una favola senza tempo che conserva la sua magia. Anna, figlia di una ricca famiglia, si innamora del rozzo e affascinante Topan. I genitori di lei non approvano e gli amanti sono costretti alla fuga. Da un famoso romanzo indonesiano, una celebrazione dell’amore e dell’evasione romantica.

GIOVEDÌ 2 MAGGIO

Ore 9.30

RAISE THE RED LANTERN

Regia di Zhang Yimou

(Cina, 1991/4k restoration 2024)

Le mogli del ricco Chen – fra cui la giovane Songlian (Gong Li) – si contendono le attenzioni del marito in un incessante e spietato gioco di potere… Il capolavoro che ha lanciato definitivamente il nome di Zhang Yimou in Occidente dopo Sorgo rosso e Ju Dou.

Ore 11.35

Masterclass di Zhang Yimou.

14.00 – Visionario

MONEY

Regia di Kim So-dong

(Corea del Sud, 1958/4k restoration 2022)

Ore 14.30

REVERSI

Regia di Adrian Teh

(Malaysia, 2024)

Akid ha la capacità – un dono di famiglia – di tornare indietro nel tempo. Sembra una privilegio ma non è proprio così: il dono non può essere usato né per arricchirsi né per cambiare il passato…

Ore 16.20 – Visionario

THE FLOWER IN HELL

Regia di Shin Sang-ok

(Corea del Sud, 1958/4k restoration 2020)

Ore 16.55

ICHIKO

Regia di Toda Akihiro

(Giappone, 2023)

Ichiko Kawanabe riceve una proposta di matrimonio. Ichiko Kawanabe accetta felice. Ichiko Kawanabe il giorno dopo scompare. Ichiko Kawanabe non esiste, o meglio ha avuto diverse identità e diverse vite. Perché questa ragazza cambia vita di continuo, cosa teme, da cosa scappa?

Ore 19.30

TO LIVE

Regia di Zhang Yimou

(Cina, 1994/4k restoration 2024)

La storia della Cina del Novecento vista attraverso lo sguardo di quattro generazioni. È il meraviglioso omaggio di Zhang Yimou alla forza e alla resilienza del suo popolo alle prese con le tempeste degli anni…

Ore 22.10

CUSTOMS FRONTLINE

Regia diHerman Yau

(Hong Kong, 2024)

La guardia costiera di Hong Kong sequestra una nave, stracarica di armi, proveniente dalla Thailandia. Un commando di contrabbandieri non ci mette molto a organizzare un assalto, seminando morte e distruzione, e i servizi segreti e le autorità doganali passano al contrattacco… Ci troviamo nell’Olimpo del cinema action con tutto, ma proprio tutto quello che serve ad un grande spettacolo!

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE