• Ven. Dic 2nd, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

“La stilo di Hemingway” a Lignano Pineta – lettura in friulano il 2 settembre 2022

DiRedazione

Ago 29, 2022

Il furlan al rive a Lignan

Lettura scenica in friulano agli “Incontri con l’autore e con il vino”

Venerdì 2 settembre al Palapineta con Somaglino, Fantini e Biason

Massimo Somaglino

Ernest Hemingway in friulano a Lignano. Nella cittadina balneare dove il premio Nobel trascorse una giornata che è entrata nella storia della nostra regione, era il 15 aprile 1954 quando accompagnato dalla famiglia Kechler giunse a Lignano Pineta, per cui esclamò l’espressione diventata celebre: «Ma questa è la Florida, anzi è la Florida d’Italia!», il romanziere americano rivivrà in un’originale lettura scenica prodotta dal Teatri Stabil Furlan e ARLeF (Agenzia Regionale per la Lingua Friulana), in collaborazione con l’Associazione Lignano nel Terzo Millennio.

S’intitola “La stilo di Hemingway” ed è in programma venerdì 2 settembre alle ore 18.30 al Palapineta di Parco del Mare, evento inserito nella rassegna “Incontri con l’autore e con il vino” che proporrà a fine spettacolo, come di tradizione, una degustazione enologica curata in questo appuntamento dalla Tenuta Pribus di Bagnaria Arsa (ingresso gratuito. Tutte le informazioni su teatristabilfurlan.it).

Dal testo originale di Pietro Spirito “La penna di Hemingway” pubblicato nel libro antologico “Lignano: ti racconto” (La Nuova Base 2001) che ha ispirato anche l’omonimo lungometraggio con la regia di Renzo Carbonera, la pièce in “marilenghe” nella traduzione di Stefano Montello, prenderà voce con gli attori Massimo Somaglino, Fabiano Fantini e gli accompagnamenti alla chitarra, in aderente stile americano, di Denis Biason.

I protagonisti della vicenda in una trama dalle tinte noir, sono un narratore senza nome appassionato di penne stilografiche ed il Signor Samuel che sostiene di possedere, mostrandola, una stilo appartenuta ad Hemingway. Il primo è interessato all’acquisto, mentre il secondo è interessato alla vendita del prezioso cimelio. L’incontro tra i due si svolge all’interno di una villetta di Lignano di proprietà di Samuel, un uomo sulla cinquantina rientrato in Italia dopo una vita trascorsa in Sudafrica. Che sia davvero appartenuta al famoso narratore quella stilografica che propone? La penna in questione è una Parkerdel ’51: «esempio concreto di equilibrio tra estetica e funzionalità», che in quel famoso giorno, tra casualità e furbesca occasione, passò dalle mani dello scrittore a quelle del venditore, come lo stesso racconta.

Denis Biason

«Tra le curiosità più interessanti che si ritrovano in questo particolare racconto», anticipa l’attore e direttore artistico del Teatri Stabil Furlan Massimo Somaglino, «è l’indicazione del testo dove si legge che il venditore parla con un forte accento inglese. Una sfida avvincente declinarlo al friulano. A dare materia a quest’atmosfera internazionale e americana, sarà sul palco con me e Fabiano Fantini il chitarrista Denis Biason, friulano che suona come un bluesman del Mississipi, in piena atmosfera Hemingway».

«Abbiamo organizzato questo evento con grande passione assieme a LignanoPineta S.p.a», precisa il presidente dell’ARLeF Eros Cisilino. «La nostra lingua è l’aspetto più interessante per scoprire e valorizzare il territorio friulano in una località balneare che ha una grande vocazione letteraria come Lignano, ponte tra il passato ed il futuro della lingua friulana».

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi