• Mer. Lug 6th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

LE GIORNATE DELLA MOSTRA – Giovedì 30 settembre i film della Settimana Internazionale della Critica al Multiastra di Padova

DiRedazione

Set 28, 2021

Le Giornate della Mostra del Cinema di Venezia
I Film della Settimana della Critica in Veneto, nelle Province autonome di Trento
e Bolzano Alto Adige, nella Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

I film della Settimana Internazionale della Critica al Multiastra di Padova

Giovedì 30 settembre la multisala padovana ospiterà una selezione delle opere provenienti dalla Mostra del Cinema di Venezia, introdotte al pubblico dal critico cinematografico Marco Contino. In cartellone alle 18.00: “Eva” (Italia 20’) di Rossella Inglese e “La dernière séance (The Last Chapter)” (Italia, Francia, 100’) di Gianluca Matarrese. Seguono, alle 21.00, “Inchei” (Italia, 17’) di Federico Demattè; e “Mother Lode” (Francia, Italia, Svizzera, 86’) di Matteo Tortone.

Le opere della Mostra del Cinema di Venezia faranno tappa giovedì 30 settembre al Multiastra di Padova per una serata dedicata ai film della Settimana Internazionale della Critica, sezione autonoma e parallela, che dal 1984 ha selezionato opere prime di registi emergenti poi affermatisi nel panorama cinematografico internazionale.

La sala cinematografica ospiterà, infatti, l’appuntamento padovano con “Le Giornate della Mostra del Cinema di Venezia. I film della settimana internazionale della critica”, iniziativa realizzata dalla Fice Tre Venezie In collaborazione con la Settimana Internazionale della Critica, il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, Sncci Triveneto, l’Unione Interregionale Triveneta AGIS, con il contributo di Istituto Luce Cinecittà e con il contributo e il patrocinio della Regione del Veneto della Provincia autonoma di Trento, della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, e della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige.

Le proiezioni, introdotte dal critico cinematografico Marco Contino, inizieranno alle 18.00 con “Eva” (Italia 20’) di Rossella Inglese, racconto di desiderio e disperazione proveniente della sesta edizione di SIC@SIC (Short Italian Cinema@Settimana Internazionale della Critica) selezione competitiva dedicata ad autori italiani non ancora approdati al lungometraggio. Cacciati da Eden, un uomo e una donna si ritrovano immersi nella violenza della terra. Eva guiderà Bruno in un viaggio di contatto profondo con se stesso. Subito a seguire verrà proiettato “La dernière séance (The Last Chapter)” (Italia, Francia, 100’) del regista Gianluca Matarrese. Una confessione intima e audace, la conversazione a due tra il regista e il suo amante, un gioco di dominio e sottomissione che passa attraverso l’universo del bondage, i traumi dell’Aids e anche la teoria delle immagini. L’essere umano è osservato al di là del principio di piacere, aprendosi a interrogativi universali scanditi da pulsioni di vita e di morte. Un percorso di sofferta complicità in cui si riscrive l’eterna dualità tra Eros e Thanatos.

Il rientro in sala è previsto alle 21.00 per la visione di “Inchei” (Italia, 17’) di Federico Demattè, vincitore del Premio al Miglior Cortometraggio e del Premio della Giuria della sezione SIC@SIC. Armando, ragazzo rom di quindici anni, vive con la madre e i fratelli nella periferia di Milano. La famiglia sta per lasciare le baracche alla volta di Berlino, dove il nuovo compagno della madre è riuscito a trovare un lavoro. Armando trascorre i giorni prima della partenza tra gli amici di sempre, i primi amori e la nostalgia verso una Milano che ormai era casa. La serata si concluderà con “Mother Lode” (Francia, Italia, Svizzera, 86’) di Matteo Tortone, una favola moderna, al confine tra realtà e finzione. Jorge lascia la sua famiglia e il suo lavoro di moto taxi nei sobborghi di Lima per cercare fortuna nella miniera più elevata e più pericolosa delle Ande Peruviane. Qui arrivano ogni anno migliaia di lavoratori stagionali attratti dalla possibilità di far fortuna e dalla speranza di una vita migliore. Da qui, Jorge inizia un viaggio fatto di premonizioni, in cui la realtà e l’immaginazione si legano indissolubilmente e dove il mito della ricchezza viene costruito sul sacrificio.

Le proiezioni sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. È consigliata la prenotazione.

L’elenco completo delle proiezioni è disponibile sul sito www.agistriveneto.it e alla pagina Facebook @agis.trevenezie.

Per informazioni
Fice Tre Venezie
tel. 049 8753141
agis3ve@agistriveneto.it
www.agistriveneto.it

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi