• Ven. Ago 19th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Lingua Friulana : nuovo accordo con Rai per programmi TV in friulano

DiRedazione

Apr 27, 2020

Trieste, 27 apr – Più friulano in Rai, tavolo istituzionale con le parti coinvolte per verificare l’utilizzo delle risorse statali assegnate che, rispetto a quanto finora previsto, potranno usufruire di uno specifico stanziamento
aggiuntivo, ma pure una convenzione esclusiva per la trasmissione di programmi radiofonici e televisivi in lingua slovena, italiana e friulana in grado di valorizzare la produzione in-house della sede Rai Fvg, puntando a rafforzarne la competitività anche attraverso un processo di modernizzazione strutturale.

Questo l’esito dell’odierno incontro in videoconferenza, convocato d’urgenza dal Corecom Fvg in vista dell’imminente scadenza dell’attuale convenzione tra il dipartimento Informazione Editoria della presidenza del Consiglio dei Ministri e la Rai, a cui hanno preso parte il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, l’assessore Fvg alle Lingue minoritarie, Pierpaolo Roberti, il presidente regionale del Corecom, Mario Trampus, il direttore generale Rai Corporate, Alberto Matassino, il direttore di Rai Com, Pietro Grignani, il direttore Infrastrutture immobiliari e sedi locali Rai, Alessandro Zucca, il direttore Relazioni istituzionali Rai, Stefano Luppi, e il direttore sede Rai Fvg, Guido Corso.

“Il nuovo accordo per la produzione e la messa in onda di programmi radiofonici e televisivi da parte della sede Rai del Friuli Venezia Giulia – ha commentato Zanin – prevedrà, in un’ottica di implementazione degli spazi dedicati alle minoranze del territorio, un consistente aumento delle trasmissioni in friulano. Oltre ad aggiungere la parte televisiva attualmente
mancante, aumenteranno anche le ore di programmazione radiofonica”.

“La nostra regione – ha aggiunto il presidente del Cr Fvg – potrà contare su un protocollo dedicato ed esclusivo, mirato a valorizzare la produzione in-house della locale sede Rai, la cui applicazione sarà oggetto di continua verifica di un tavolo istituzionale paritetico tecnico-operativo”.

“Il percorso che stiamo avviando – ha affermato Matassino – è il canale ufficiale da cui emergerà un risultato che tutti vogliamo rispecchi le sigenze di tutela dei territori che stanno molto a cuore alla Rai. Il confronto continuo e trasparente sarà certamente utile e proficuo”.

“Entro un paio di mesi – ha confermato Luppi – dovremmo avere disponibile il nuovo testo della convenzione da sottoporre al vaglio della Regione, in maniera tale da avviarne l’operatività da settembre o al massimo ottobre”.

I tempi, si è detto nel corso della riunione, si sono dilatati rispetto alla scadenza naturale a causa dell’emergenza sanitaria in quanto, hanno spiegato i vertici Rai, una bozza di nuova convenzione era già stata precedentemente approntata e vagliata dagli organi competenti.

Uniformità di vedute, infine, anche nell’auspicare una modernizzazione tecnologica e strutturale della sede Rai Fvg che sarà tra gli argomenti oggetto di discussione al tavolo paritetico.
ACON/FC

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi