• Sab. Apr 20th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

MONFALCONE GEOGRAFIE FESTIVAL: DOMANI IL MEMOIR DI LUCA ZAIA, GOVERNATORE DEL VENETO, “FA’ PRESTO, VAI PIANO”

DiRedazione

Mar 20, 2024

A MONFALCONE GEOGRAFIE FESTIVAL IL MEMOIR DI LUCA ZAIA, GOVERNATORE DEL VENETO: DOMANI, GIOVEDÌ 21 MARZO, LA PRESENTAZIONE DI “FA’ PRESTO, VAI PIANO” (MARSILIO).

SEMPRE DOMANI A MONFALCONE GEOGRAFIE “LE ROTTE DEL MARE”, CON PINO PACE, MENTRE IL GEOGRAFO ENRICO SQUARCINA SPIEGA COME “EDUCARE AL MARE”. TANTI INCONTRI PER GIOVANI LETTORI, DOMANI FRA I PROTAGONISTI RICCARDO GAZZANIGA, STEFANO BORDIGLIONI, CHIARA SPADARO.

MONFALCONE – Seconda giornata per Monfalcone Geografie Festival, in cartellone fino al 24 marzo 2024 per iniziativa del Comune di Monfalcone in sinergia con Fondazione Pordenonelegge.it, per la cura artistica di Gian Mario Villalta e Silvana Corbatto, di intesa con il comitato scientifico. Giovedì 21 marzo momento centrale sarà l’incontro con Luca Zaia, Governatore del Veneto, per la presentazione del libro memoir “Fa presto, vai piano. La vita è un viaggio passo a passo”, pubblicato da Marsilio. Un amarcord affettuoso, per sfogliare l’album dei ricordi dell’autore, dalla metà degli anni Ottanta quando Luca Zaia era un diciottenne che si affacciava alla vita senza mai aver messo piede fuori dalla provincia. Si troverà di fronte una realtà ben più complessa di quella del Paese da cui è partito. Con la distanza della maturità e lo stile scanzonato dei racconti d’avventura, Zaia, in dialogo con la curatrice di pordenonelegge Valentina Gasparet, rievocherà il viaggio in cui, per la prima volta, ha posato uno sguardo consapevole su sé stesso e sulla vita, per consegnare ai giovani convinzioni e valori che lo guidano tuttora.

“Abbiamo aperto con orgoglio la sesta edizione di Monfalcone Geografie – ha rilevato il sindaco, Anna Maria Cisint, nel corso dell’inaugurazione del Festival – perchè crediamo tantissimo in questo format, che abbiamo ideato insieme a Pordenonelegge e al comitato scientifico e che è ormai diventato un atteso appuntamento capace di dare impulso non solo alla lettura ma anche alla riflessione su tanti temi di attualità che hanno riverbero nella nostra città, nel nostro Paese e anche a livello internazionale.

In programma quest’anno ci sono appuntamenti con autori di grande qualità, con fulcro nel centro di Monfalcone – nella nuova piazza della Repubblica – in teatro ma anche in tutta la città con le passeggiate storiche che danno l’idea di quello che è l’obiettivo: far vivere Monfalcone a 360 gradi.

Un evento che organizziamo in questo periodo per avere con noi gli studenti delle scuole della città, che rappresentano davvero un “plus” importante per l’evento e per i suggerimenti, fondamentali, che ci forniscono per rendere l’iniziativa sempre più interessante per le nuove generazioni.

Una kermesse che negli anni si è sviluppata sempre più e che non si limita più al nucleo principale che si svolge in primavera ma che si estende nell’arco dell’intero anno. Abbiamo infatti confermato

l’edizione estiva portando Geografie al mare e che quest’anno, per la prima volta, partirà dal Punto Più A Nord Del Mediterraneo che sarà fruibile e consentirà di vivere le emozioni regalate dai libri raccontati dagli autori mentre si naviga, e non mancherà neppure l’appuntamento con Geografie d’autunno che avrà una diffusione territoriale in altre città della regione.

Altra novità di cui siamo molto fieri è la “Casa di Geografie” che rappresenta la nostra volontà di continuare a far crescere il festival mettendo a disposizione uno spazio permanente all’interno dell’Ex Pretura, un luogo, per noi, di valore profondo.

Un ringraziamento va quindi alla grande squadra che ogni anno riesce a migliorare questo importante evento per la città, con l’augurio che rivolgo a tutti di vivere queste giornate in maniera intensa e di approfittare di queste opportunità di crescita culturale. Noi siamo sempre pronti ad accettare suggerimenti per offrire un prodotto di qualità sempre più alta e rispondente alle esigenze di un pubblico con interessi eterogenei”.

E sempre domani si parlerà molto del mare: visto come rotta da affrontare seguendo non soltanto Ulisse o Sinbad il marinaio, ma anche il migrante di oggi o gli schiavi rinchiusi nei container. L’autore Pino Pace (ore 17.30 piazza della Repubblica Spazio Sud, e venerdì 22 marzo alle 9.30 e 10.30 in biblioteca per i ragazzi delle primarie) ricostruisce i più incredibili, divertenti, drammatici e significativi viaggi tra acqua e terraferma nel curioso diario di bordo “Rotte di mare” (Quinto Quarto ed). Su un altro piano, “L’educazione al mare” è l’obiettivo del docente di Geografia Enrico Squarcina (ore 18 piazza della Repubblica/ Spazio Nord, a cura dell’ass. Geografi Italiani, Società Geografica Italiana e Ass. Italiana Insegnanti di Geografia). Nel suo saggio vuole stimolare il senso di “cittadinanza oceanica” che ci fa sentire responsabili nei confronti di quella che è la parte più estesa e al tempo stesso la meno conosciuta della superficie terrestre. Nel pomeriggio, alle 17 nella Casa delle Geografie, spazio alle storie dell’architetta, storica e curatrice d’arte Francesca Agostinelli, in dialogo conEdino Valvovich: attraverso “You are beautiful” rileggerà il tema ambientalista attraverso la lente dei media visuali, schiudendo un’Italia costretta a confrontarsi con un patrimonio abbandonato e in crescente degrado. Alle 18.30, in Piazza della Repubblica/Spazio Sud, riflettori su Scrittrici e scrittori misteriosi. Per il tempo di una sera, i Lettori in Cantiere faranno rivivere altrettanti autori misteriosi, da indovinare, Un’occasione per conoscere o riscoprire sotto un’altra luce alcuni personaggi della letteratura mondiale e coinvolgere la cittadinanza, a cura di Chiara Bruschina e Silvana Corbatto.

La mattinata di domani, dedicata ai giovani lettori, si aprirà alle 9.30 per le Scuole dell’Infanzia della città con Febe Sillani e “Gli animali del mondo”: sul filo della magia delle storie e delle illustrazioni andremo alla scoperta degli animali che abitano il pianeta. Alle 9.30 in piazza della Repubblica/Spazio Nord sarà di scena Stefano Bordiglioni, autore di “E’ tutta un’altra storia”, per svelare in modo divertente ai bambini e alle bambine delle scuole primarie  tutte “le prime volte” delle scoperte e invenzioni che hanno caratterizzato la storia dell’uomo. Largo all’ambiente, alle 10.30 nel Teatro Comunale, con lo scrittore Riccardo Gazzanica, in dialogo conValentina Gasparet su “Quello che non dicono. Storie di animali che ci insegnano a essere umani”, straordinari racconti sugli animali, in tutta la loro meraviglia e fragilità. Come impronte da seguire, alcune immagini fondamentali del pianeta che vorremmo (e dovremmo) costruire: un mondo dove gli animali vengono amati e rispettati per come sono, dove il loro ambiente è preservato con ogni cura, perché è anche il nostro ambiente. E alle 11, in piazza della Repubblica/Spazio Nord, l’incontro a cura delle Ass. Geografi italiani, Società Geografica Italia e Ass Italiana insegnanti di Geografia: Chiara Spadaro, in dialogo con Sergio Zilli, sfoglierà “L’arcipelago delle api” per concentrarsi sulle conseguenze spesso irreversibili dovute alla perdita degli insetti impollinatori. Storie che raccontano le metamorfosi del paesaggio lagunare e impongono una riflessione sul nostro relazionarci all’ambiente e sull’importanza di nuove alleanze intra e interspecie.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE