• Lun. Mag 20th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Rassegna kennediana 1 e 8 maggio – Sguardi del cinema italiano: LA RABBIA e TOTÒ E PEPPINO DIVISI A BERLINO

DiRedazione

Apr 30, 2024

“ALLO SPECCHIO DELL’ERA KENNEDY” – LA RASSEGNA

SGUARDI DEL CINEMA ITALIANO SULL’ERA KENNEDIANA:

LA RABBIA DI PASOLINI E GUARESCHI

E TOTÒ E PEPPINO DIVISI A BERLINO DI GIORGIO BIANCHI

Mercoledì 1° maggio e mercoledì 8 maggio, ore 20.30, al Cinema Sociale di Gemona.

Ingresso libero.

Dopo il film sul viaggio in Italia del presidente Kennedy, la rassegna della Cineteca del Friuli che accompagna la mostra “Allo specchio dell’era Kennedy” prosegue a maggio al Cinema Sociale di Gemona con due esempi di quel cinema italiano che in uno dei suoi più fertili momenti, all’inizio degli anni ’60, ha saputo anche rendersi testimone delle vicende mondiali, filtrandole sia in vari film di genere che in quelli d’autore.

Quello che si vedrà mercoledì 1° maggio alle 20.30 è un film di montaggio in due parti, diviso a metà tra lo sguardo di sinistra di Pier Paolo Pasolini e quello di destra di Giovannino Guareschi: ne esce una delle pellicole più fuori dalle regole mai viste, La rabbia (1963). Pasolini e Guareschi vi rimontano materiali di repertorio dai cinegiornali, che come nel coevo cinema americano documentano il peso degli scontri ideologici degli anni ’50 su un’epoca di rinnovamento quale l’inizio degli anni ’60. Entrambi i registi, oltre a scontare il peso di certi schemi di partenza, giungono ad audaci aperture: Guareschi con un animalismo contrapposto agli esperimenti scientifici, Pasolini nella passione per uomini nuovi come Giovanni XXIII e Patrice Lumumba, e nella commozione poetica per la morte di Marilyn Monroe, di cui verrà proiettato in testa al film l’iconico documento della sua canzone al compleanno di John F. Kennedy. Concluderà invece la serata il breve e magnifico episodio di Pasolini per il film Amore e rabbia (1969), in cui una lunga camminata di Ninetto Davoli per le vie di Roma vede in sovrimpressione le tragiche immagini del Vietnam.

La settimana successiva, mercoledì 8 maggio, sempre alle 20.30, è in programma Totò e Peppino divisi a Berlino (1962) di Giorgio Bianchi, geniale trattamento comico di una situazione emblematica della guerra fredda. In testa al film, che Fellini elencò tra i suoi dieci preferiti della storia del cinema, si vedrà perciò il documento del più ricordato discorso di JFK, quello in cui nel 1963 a Berlino egli si dichiara in tedesco un berlinese.

Le proiezioni saranno precedute dall’introduzione in sala del curatore della mostra e della rassegna Sergio M. Grmek Germani.

Ingresso libero.

Screenshot

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE