• Gio. Mag 30th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Rovigo si prepara per l’edizione del Maggio Rodigino 2024     

DiRedazione

Apr 20, 2024
credits : Andrea Verzola

in scena dal 03 al 30 maggio con la direzione artistica di Zoe Pia

Il cartellone, questanno dedicato alla

Gender Equality

vedrà la Fondazione per lo sviluppo del Polesine insieme a più di 20 enti della città promotori

della cultura e della parità di genere

Rovigo si prepara ad accogliere l’edizione del Maggio Rodigino tra gli appuntamenti culturali di spicco in Veneto con la direzione artistica della musicista Zoe Pia, in scena dal 03 al 30 maggio.

L’edizione numero sette del festival, quest’anno sarà dedicata alla Gender Equality, Goal n. 5 dell’Agenda 2030 dell’ONU. «La scelta della Gender Equality come tema portante del Maggio Rodigino 2024», dichiara Zoe Pia. «è il risultato di una continua analisi dei Goal dell’Agenda 2030. Alla luce degli ultimi  episodi  cronaca  legati  soprattutto ai femminicidio, si è reso necessario sottolineare la volontà del Maggio Rodigino di focalizzare l’azione culturale di enti, associazioni e attività della città di Rovigo in un messaggio univoco sulla Gender Equality. L’arte è veicolo di coesione e crescita sociale e culturale».

Il Programma –Particolare di questa nuova edizione del Maggio Rodigino sarà l’attenzione al Goal n. 5 dell’agenda ONU 2030: la Gender Equality, la parità di genere, il continuo rispetto per l’ambiente, la capacità di  riallestimento di strutture e la ricollocazione sociale, l’interconnessione culturale, la socializzazione di “luoghi complessi”, oltre che l’accesso a eventi per sordomuti, ciechi e ipovedenti. «Unedizione di ampio valore sociale–afferma Elisabetta Lorenzetti, Presidente della Fondazione per lo Sviluppo del Polesine promotrice del Maggio Rodigino – che nella sua unicità manifesta una attenzione alletica sociale in tutti gli eventi in programma : dal teatro alla musica, dalle conferenze alle mostre espositive e alle passeggiate riflessive». Sono stati selezionati, infatti, più di venti progetti presentati da altrettanti enti e associazioni  della  città  che  hanno  dimostrato la condivisione della mission del MaggioRodigino 2024, una serie di proposte culturali di spessore che preannunciano un mese ricco di eventi multidisciplinari. La direzione artistica, come anticipato nella presentazione del bando 2024, è confermata a Zoe Pia, musicista e compositrice sarda di caratura internazionale e rodigina dadozione, che da diversi anni è impegnata nell’organizzazione di festival e progetti educativi di rilevanza artistica e sociale.

Ad aprire le danze il 3 maggio alle ore 17.00 presso l’Urban Digital Center sarà l’appuntamento sullo scultore Xanto Avelli: ceramista rinascimentale. Un italiano nella grande mela” con il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di New York, in collaborazione con i Minimiteatri. A seguire, ore 21.00, presso l’Auditorium Marco Tamburini, è in programma il concerto di Marcello Cirillo, conduttore televisivo e cantante che vanta anche una partecipazione al Festival di Sanremo, che si esibirà con gli studenti del Dipartimento Pop del Conservatorio di Rovigo. Il giorno successivo, 4maggio, spazio all’ensemble strumentale della rassegna provinciale delle Scuole Medie ad Indirizzo Musicale alle ore 20.30presso il Teatro Sociale di Rovigo con le tre orchestre dell’interistituto dell’Alto, Medio e Basso Polesine, mentre il 6 maggio, a cura della Consigliera di Parità della Provincia di Rovigo, incontro di formazione e sensibilizzazione: “Equamente al lavoro – cambia prospettiva” presso l’ENAIP Veneto.

In vista di una sensibilizzazione di genere nell’arte, si apriranno alla cittadinanza tre percorsi espositivi a cura di Miranda Greggio e Adriano Baccaglini a cura del Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Rovigo. A partire dal 7 maggio, infatti, si terrà la mostra presso l’Art Room di Via Mazzini n.28 dalle 10:30 alle 12:30e dalle 17:00 alle 19:00 e fino a domenica 12 maggio, dalle 16:00alle 19:00dal 7al 10maggiopresso le sale polivalenti del complesso olivetano di San  Bartolomeo.

Il secondo weekend di maggio vedrà come protagonista il Festival Biblico della diocesi Adria-Rovigo sul tema “Agape” con un denso quanto qualificato programma, come nella loro tradizione: si inizierà il 9 maggio alle 18:00 presso la Chiesa della Beata Vergine del Soccorso “Tempio la Rotonda” per poi spostarsi presso l’Ex Pescheria Nuova il venerdì dalle 15:00 alle 20:00, sabato dalle 09:00alle 20:00e domenica dalle 15:00 alle 19:30,ma anche il 10 Maggio alle ore 10:00 presso il Liceo Scientifico Paleocapa, alle ore 15:00 presso i Giardini delle due Torri e in Ex Pescheria Nuova, presso il Palazzo Angeli alle ore 17:00e al Cinema Teatro Duomo alle ore 21:00. Luoghi come il Salone del Grano ospiteranno il Festival nella giornata dell’11maggio, mentre si terrà presso i Giardini delle due Torri il 12maggioalle 18:30la serata finale del Festival Biblico sul rapporto tra agape e futuro. Sempre l’11e il 12 maggio presso il Pattinodromo delle Rose di Via Muratori per il Memorial Nazionale Arturo Ponzetti di pattinaggio corsa su pista.

Lunedì 13 maggio alle 18:30 presso l’Auditorium Marco Tamburini spazio alla RO PERCUSSION ENSEMBLE – ORCHESTRA con organico composto da studenti di percussioni delle scuole ad indirizzo musicale e dei conservatori della provincia di Rovigo con la coordinatrice docente Cinzia Honnorat.

A seguire dal 14 maggio al 19 maggio presso Art Room di Via Mazzini n.28 il secondo momento dell’Art Equality:  Gendersound e differenza di genere nell’arte a 7 note dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 17:00 alle 19:00.

Il terzo weekend si aprirà venerdì 17 alle ore 13:00 e sarà all’insegna del green: è prevista, infatti, l’esibizione della “Dixieland Venezze Jazz Band” sugli autobus cittadini con una fermata in stazione ferroviaria. Alle 16.00la stessa formazione terrà un concerto presso la Comunità Terapeutica Riabilitativa Protetta di Corte Guazzo, Adria. Sempre venerdì e fino al 23 maggio dalle 14:30 alle 20:00 e nei giorni festivi anche dalle ore 09:00alle 12:00 la mostra “I colori delle donne – la donna abitata” a cura dell’Associazione Culturale Crams presso l’Ex Pescheria Nuova.

Sabato 18 maggio focus sull’alleanza di genere e sulla rappresentatività, con la testimonianza delle giornaliste di fatti di cronaca “Storie di donne nemiche”, a cura dell’Accademia dei Concordi presso l’Ex Pescheria Nuova alle ore 18:00all’ insegna della peer socialization. La serata sempre del 18maggio avrà due appuntamenti per soddisfare tutti i gusti: uno a cura dell’Associazione “Smile Africa” in collaborazione con il Dipartimento di musica applicata alle immagini del Conservatorio di Rovigo con il musical “The Greatest Showman” presso Piazzetta Annonaria alle ore 21:00, mentre il secondo evento avrà come ospite Barbara Cola, cantante e attrice che si esibirà nell’ambito del “Pop Festival” con l’orchestra degli studenti del Conservatorio in Piazza Vittorio Emanuele II alle ore 21:30.

La giornata di sabato 18maggio sarà altresì caratterizzata dall’evento “Viaggio lungo l’Adigetto tra tradizione e arte”, a cura dell’Associazione Teradamar che dalle10.00alle18.30avrà in programma il workshop di acquerello botanico e la passeggiata guidata per il riconoscimento delle specie botaniche.

Domenica 19 il Maggio Rodigino fiorirà in una duplice veste che ricalca l’ambito sociale, come la passeggiata urbana a cura della “Lega Nazionale del Cane” in collaborazione con Plastic Free per l’evento “Dog & the City: quando un legame va oltre la specie”.

Nella stessa giornata presso la Chiesa di San Bortolo alle ore 20:45 nell’ambito “XX Rassegna delle scuole   secondarie di I grado” rete SMIM l’An Die Musik: Cordasensemble e team degli arpisti.

Spazio poi dal 21 maggio al 26 maggio al terzo atto dell’esposizione Art Equality incentrato sulla differenza di genere nell’arte visiva e non presso l’Art Room di Via Mazzini n. 28 dalle 10:30alle 12:30e dalle 17:00 alle 19:00.

Il 22 maggio alle ore 17:00 presso l’Auditorium Marco Tamburini si esibirà invece l’ orchestra dei giovani del Conservatorio nel progetto coordinato da M° Elisabetta Maschio in sinergia con Scuola Media Venezze in onore di Giacomo Matteotti.

Infine, l’ultimo weekend sarà caratterizzato da due eventi espositivi: una mostra il 24 e 25 maggio presso la Sala della Gran Guardia “Ho chiuso gli occhi per vedere” a cura della Cooperativa sociale Onlus “Ugualidiversamente” e sul tema del ricordare-riparare : “Ricordi e l’arte di riparare con l’oro”, a cura dell’Associazione “Il Cortile degli Olivetani” presso la ex Pescheria Nuova con una serata-evento il 30 Maggio alle ore 17:00.

Il venerdì 24 maggio l’ISTAT Rovigo, in collaborazione con il CUR, USP e Università degli Studi di Ferrara, terrà alle ore 15.00 a Palazzo Angeli una lezione sulle sfide della formazione digitale per la costruzione di un ambiente nel segno della tutela della persona e della sua dignità. L’evento è dedicato ai docenti del triennio della Scuola Secondaria di Secondo Grado con visita allo stesso palazzo. A seguire il Consorzio Adige Po dalle ore 18.00 darà inizio alle 24h di eventi legati alla Settimana Nazionale della Bonifica con un programma fitto che avrà attività di coinvolgimento del pubblico volte alla diffusione della conoscenza del proprio operato presso Piazza Garibaldi e Palazzo Bonanome Ravenna. Sempre venerdì 24 alle ore 20:30 presso l’Auditorium Marco Tamburini il “Concerto al femminile” con repertorio di compositrici e interpretato da giovani pianiste con il coordinamento del docente Federico Nicoletta.

Sabato 25maggiosi inizierà in Piazzetta Masslo alle ore 10.30con il Flash Mob di letture e musiche One billion rising contro la violenza sulle donne. Dalle ore 08:30 presso la Sala “Flumina” del Museo dei Grandi Fiumi invece il convegno nazionale l’ “Incanto della Voce: voce e canto come strumenti di crescita e trasformazione personale e relazionale” a cura della Associazione Nossolar Aps.

Sempre a cura dell’associazione il concerto per voci sole alle ore 21:00presso la Chiesetta del Cristo. Spazio, inoltre, per l’intreccio e la sensibilizzazione di e con la lingua dei segni italiana grazie alla prof.ssa Enrica Sabato, docente e interprete LIS, che si esibirà in Piazza Vittorio Emanuele II alle ore 21.30 insieme al cantautore e musicista Paolo Piermattei, responsabile editoriale e storico collaboratore di Lucio Dalla in vista del concerto a lui dedicato all’ insegna delle contaminazioni musicali di genere. Il concerto sarà preceduto da una masterclass presso l’Auditorium Marco Tamburini alle ore 15:00, gli arrangiamenti saranno a cura del pianista Roberto De Nittis e l’esecuzione sarà in collaborazione con gli studenti del Dipartimento Pop del Conservatorio di Rovigo e con la partecipazione speciale di Zoe Pia.

Ad aprire il concerto alle ore 21:00 all’insegna della filosofia e della peer socialization, sarà il giovane cantautore filosofo EX POLVERE tra canzoni libere e letture filosofiche.

La domenica 26 abbraccerà Match for life dell’ADMO, un banchetto espositivo per la sensibilizzazione della donazione del midollo osseo in Piazza Vittorio Emanuele II, mentre alle 20.30 in Piazzetta Annonaria si terrà la serata finale della XXII Rassegna “Tra Scuola e Teatro”, il percorso di valorizzazione dei progetti teatrali delle scuole di Rovigo e provincia.

Alle ore 20.30 l’atteso “Concerto al buio” del Maestro Ruggero Livieri presso la Chiesa di San Domenico.

Giovedì 30maggioalle ore 17.00 presso il Ridotto Teatro Sociale, premiazione del concorso che vedrà protagonisti gli studenti e le studentesse delle scuole superiori della provincia con i loro racconti. Il concorso letterario della Fondazione Banca del Monte di Rovigo, giunto alla nona edizione e intitolato dal 2019 al mai dimenticato Sergio Garbato, promuove e valorizza l’espressione personale dei giovani e la scrittura.

Venti i racconti finalisti presentati al pubblico, tre i racconti vincitori oltre ad alcune menzioni da parte della Giuria e de Il Gazzettino. Durante la cerimonia conosceremo, inoltre, gli istituti scolastici del territorio provinciale che hanno partecipato con i migliori elaborati.

Alle 21:30 invece ai Giardini delle due Torri, presso il patio estivo della birreria Hops, il concerto della musicista Zyklus. Una performance di elettronica e  flauto traverso per l’ultima serata del festival.

Tutta la programmazione del Maggio Rodigino ed eventuali a su: www.maggiorodigino.com.

Nel suo grande sforzo organizzativo la Fondazione per lo Sviluppo del Polesine è affiancata da una lista di partner pubblici e privati con cui sono state condivise sin dal principio le linee guida generali che ispirano la manifestazione e ai quali va dato il più ampio riconoscimento e la profonda gratitudine: in veste di sostenitori compaiono Fondazione Banca del Monte di Rovigo, dove il Maggio Rodigino è nato e poi sempre supportato in modo determinante, Comune di Rovigo e in particolare l’Assessorato alla Cultura, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Rovigo Cultura, Banca del Veneto Centrale e ASM SET, mentre il Patrocinio è stato ancora dato dalla Accademia        dei Concordi. Preziose le collaborazioni della Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, della Associazione per Inclusione di Udenti e Sordi, della Comunità Corte Guazzo, dell’ISTAT, dell’Ufficio scolastico Rovigo, del CUR, del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara sede di Rovigo e del Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo che, oltre a ospitare diversi eventi  del festival, proporrà al suo interno ben tre variazioni: classica, jazz e pop a riprova di un coinvolgimento sempre attivo anche in quest’edizione. L’outfit della direttrice artistica Zoe Pia sarà curato dalla boutique Archè, mentre l’hairstyle affidato allo Studio X Luglio

I Luoghi – Rovigo è un importante centro culturale del Polesine. I primi insediamenti risalgono già al II Millennio A.C., mentre dell’età del Bronzo e del Ferro si conservano ancora resti archeologici presso il Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo. Nota anche come città delle rose Rovigo vanta un’architettura di ampio valore storico, tra piazze e palazzi, oltre che le Torri del Castello medioevale oggi all’interno del giardino di Piazza Matteotti. Da sette anni si accendono i riflettori sulla città per la fioritura del Maggio Rodigino che ha visto e vedrà in un territorio ricco di storia e tradizione ospiti di caratura nazionale e internazionale.

Il festival – Il Maggio rodigino, che quest’anno vede la direzione artistica della musicista Zoe Pia, nasce nel   2017 con l’obiettivo di valorizzare la cultura e

l’integrazione riunendo in un unico grande evento diversissime realtà provinciali, regionali e nazionali. È il festival dei festival poiché vede da sempre il coinvolgimento attivo di artisti, giornalisti, scrittori, artigiani, intellettuali, musicisti, attori, oltre che una densissima rete di enti promotori locali e nazionali. La kermesse rivolge una particolare attenzione al coinvolgimento attivo da parte dei giovani all’insegna di una connessione generazionale, alla parità di genere, allo sviluppo sostenibile e alla valorizzazione dell’arte in ogni sua molteplice accezione, in costante dialogo con le varie e innumerevoli realtà locali.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE