• Sab. Giu 22nd, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

SAN VITO AL TAGLIAMENTO: Riscoperte le fondamenta del Convento dei Domenicani

DiRedazione

Lug 24, 2020

RISCOPERTE LE FONDAMENTA DEL CONVENTO DEI DOMENICANI

Nel centro storico di San Vito al Tagliamento durante gli scavi di riqualificazione urbana di via Amalteo, nella piazzetta Peppino Impastato antistante la Biblioteca Civica Comunale, sono stati individuati alcuni resti delle strutture del Convento dei Domenicani edificato verso la metà del Quattrocento nel borgo di San Lorenzo, luogo in cui sorgeva anche la chiesa dedicata al Santo.

I lavori, condotti dall’Amministrazione Comunale, si sono svolti sotto la sorveglianza dell’archeologo Alexej Giacomini e sotto la direzione scientifica del funzionario archeologo Serena Di Tonto per la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia.

I resti messi in luce sono pertinenti alle fondazioni di strutture murarie obliterate nel corso del 1800 quando fu creata l’attuale piazza, come testimoniato anche dalle tavole del Catasto Austriaco.

Sebbene non siano state individuate le pavimentazioni degli ambienti, è stato possibile ricostruire le piante di alcuni vani attraverso le fondazioni dei muri perimetrali. I frammenti ceramici utilizzati per consolidare la malta dei muri confermano una datazione alla seconda metà del XV secolo.

Grazie alla cartografia storica settecentesca conservata nell’Archivio di Stato di Venezia che riproduce la pianta del Monastero, è inoltre stato possibile determinare la destinazione d’uso delle stanze riscoperte, almeno nell’ultima parte di vita di questa porzione del Convento – oggi sede della Biblioteca Civica. Sono stati individuati un ingresso, una stanza dedicata alla scuola, un piccolo cortile e la stanza dove era conservato il Buratto: si tratta di una macchina usata in passato per separare la farina dalla crusca.

Una volta completata la documentazione delle strutture rinvenute, la georeferenziazione e le riprese fotografiche, effettuate grazie anche all’ausilio di un drone, l’area è stata ricoperta con geotessuto, sabbia e terra per assicurarne la conservazione.

Il progetto di riqualificazione prevederà pannelli informativi per restituire alla cittadinanza i frammenti del perduto passato.

* * *

OBČINA SAN VITO AL TAGLIAMENTO

PONOVNO ODKRITJE TEMELJEV DOMINIKANSKEGA SAMOSTANA

Med izkopavanjem v mestnem jedru San Vita al Tagliamento, v sklopu urbanistčne prenove ulice Amonteo, je na trgu Peppino Impastato, pred občinsko knjižnico, prišlo na dan nekaj ostankov strukture benedektinskega samostana, zgrajenega sredi petnajstega stoletja v naselju San Lorenzo, kjer je stala tudi cerkev posvečena svetniku.

Dela, ki jih je izvajala Občinska uprava, so potekala pod nadzorom arheologa Alexeja Giacominija in pod znanstvenim vodstvom arheologinje Serene Di Tonto, funkcionarke iz Nadzorništva arheologije, likovne umetnosti in krajine Furlanije Julijske Krajine.

Najdene ostaline se nanašajo na temelje zidnih konstrukcij, ki so bile izbrisane v devetnajstem stoletju ko je nastal sedanji trg, kar dokazujejo tudi tabele avstrijske zemljiške knjige.
Čeprav površine etaž niso bile identificirane, je bilo možno rekonstruirati tlorise nekaterih prostorov s pomočjo razporeditve temeljev obodnih sten. Keramični fragmenti, ki so bili uporabljeni za utrjevanje malte na stenah potrjujejo, da ostaline segajo v drugo polovico petnajstega stoletja..

Načrt samostana, ki je reprodiciran v zgodovinskem kartografskem gradivu, ki ga hrani Državni arhiv v Benetkah, je omogočil ugotovitev namembnosti odkritih prostorov, vsaj kar se tiče obdobja, ko je bil ta del samostana še dejaven – sedanji sedež Občinske knjižnice. Prepoznan je bil vhod, soba namenjena šoli, manjše dvorišče in soba, kjer so hranili “Buratto”, to je stroj, ki služil za ločevanje moke od otrobov..

Potem ko je bila zaključena tako dokumentacija najdenih ostalin, kot georefenciranje in fotografiranje, tudi s pomočjo drona, območje je bilo prekrito z geotkanino, peskom in zemljo, tako da bo zagotoviljena ohranitev.

Načrt prenove mestnega jedra bo predvideval tudi postavitev informativnih panojev, ki bodo vrnili javnosti drobce izgubljene preteklosti.


Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE