• Gio. Mag 30th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Stagione Concertistica N° 91 – Concerto N° 1498 – l’8 Maggio FACCINI PIANO DUO E LE PERCUSSIONI DI FABIÁN PÉREZ TEDESCO E MARCO VIEL

DiRedazione

Mag 3, 2023

LUNEDÌ 8 MAGGIO 2023

ore 20.30 – Teatro Lirico “G. Verdi”, Trieste

FACCINI PIANO DUO – FABIÁN PÉREZ TEDESCO – MARCO VIEL

pianoforte a quattro mani tra ritmo, percussioni, danze popolari e riti tribali

Sarà il Faccini Piano Duo, vincitore della selezione AMUR per nuovi talenti, a esibirsi lunedì 8 maggio, alle 20.30 al Teatro Verdi di Trieste per la Società dei Concerti Trieste. Insieme a loro anche i percussionisti Fabián Pérez Tedesco, timpanista nelle orchestre della Radio Nazionale, della Filarmonica, dell’Opera del Teatro Colón di Buenos Aires e dell’Orchestra del Teatro “G. Verdi” di Triestee Marco Viel, vincitore di numerosi primi premi in concorsi solistici. 

In programma musiche per pianoforte a quattro mani di Stravinsky e Ravel che porteranno il pubblico nel travolgente mondo ritmico dell’inizio del ‘900 con rielaborazioni-capolavoro ispirate a temi popolari della tradizione dei due musicisti.

Fabián Pérez Tedesco

Il Faccini Piano Duo è formato dai giovani e brillanti pianisti e compositori anglo-italiani Elia e Betsabea Faccini, vincitore di quasi trenta competizioni nazionali e internazionali in Italia e all’estero.  Fratello e sorella, nati a Torre del Lago, con la vittoria al Concorso Amur hanno ottenuto la possibilità di esibirsi nelle più prestigiose società concertistiche italiane tra cui la SdC di Trieste.

Le musiche per pianoforte a quattro mani in programma lunedì sera si collocano sulla linea d’ombra che separa l’uso professionale dello strumento da quello amatoriale. Nascono infatti nel decennio che precede la Grande Guerra, quando la tradizione della musica fatta in casa è ancora viva e quella della musica riprodotta è appena cominciata, mentre la pratica professionale è più viva che mai. Il legame col pianoforte – sia Ravel che Stravinsky infatti erano pianisti per formazione – è davvero fondante in (quasi) tutte le loro composizioni, anche se fin dall’inizio erano immaginate per altri organici. Il primo brano Trois Mouvements de Petrushka di Stravinsky, un pezzo martellato e muscoloso, di micidiale difficoltà – e per questo nel repertorio di tanti virtuosi dei nostri giorni – è intatto e travolgente (la versione per quattro mani è meno rischiosa forse, ma non meno abbagliante) e si ispira alle vicende di un burattino del teatro popolare russo alle prese con la baraonda della società umana. Nella vicenda, il burattino di stoffa Petrushka s’innamora di una ballerina che però gli preferisce il ricco Moro, dal quale è inseguito e ucciso nel trambusto del carnevale di San Pietroburgo.  Segue la Rapsodie spagnole di Ravel, un brano nato dauno specifico pezzo per due pianoforti, una Habanera (1895) composta a vent’anni. Infine il programma di lunedì si chiuderà di nuovo con Stravinsky e la sua Sagra della primavera, un brano che all’epoca suscitò scandalo per il tipo di suono proposto (e non solo) ma che per la versione a quattro mani fu un successo immediato.  L’aggiunta delle percussioni, lunedì sera, esalterà proprio la cifra peculiare di questo brano, ovvero il ritmo. La vicenda narrata in musica, violenta e cruda, è crudele: si tratta di un rito religioso e severo, ancestrale e crudele, in cui una fanciulla viene sacrificata dopo essere stata eletta da un consesso di anziani. L’appuntamento di lunedì sera promette di essere davvero travolgente tra ritmo, percussioni, danze popolari e riti tribali.

Marco Viel

Alle 19.15 si terrà per i curiosi al Caffè degli Specchi, l’incontro prolusione al concerto con i musicisti insieme al direttore artistico della Società dei Concerti Trieste, Marco Seco, durante il quale racconteranno il programma del concerto. La biglietteria della SdC è aperta la sera del concerto al Teatro Lirico “G. Verdi” dalle 18.00 alle 20.15 oppure si può acquistare il biglietto online.

La Stagione 2022-20223 della SDC Trieste, che è fondatore del Comitato AMUR e membro di AIAM, è realizzata con il patrocinio del Comune di Trieste e grazie al contributo del Ministero della Cultura, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e con il sostegno di Orologeria Bastiani rivenditore autorizzato Rolex, Farmacie Neri, BancaTer, della Fondazione CrTrieste e Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, di tutti i Soci e con il partenariato della Fondazione Teatro Lirico G. Verdi.

Foto copertina : Faccini Piano Duo

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE