• Mar. Ago 9th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

TEATRO VERDI: L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO MARTEDì 5 LUGLIO ALLE 21.00 IN PIAZZETTA PESCHERIA

DiRedazione

Lug 1, 2022

LA RASSEGNA ESTIVA DEL TEATRO VERDI DI PORDENONE “IL VERDI IN PESCHERIA” PROSEGUE CON NUOVI APPUNTAMENTI TRA MUSICA E TEATRO-DANZA: MARTEDÌ 5 LUGLIO ALLE 21.00 ATTESA IN PIAZZETTA PESCHERIA LA CELEBERRIMA “ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO”

IN SCENA RITMO, BALLI E MUSICA PER RACCONTARE VENT’ANNI DELLO STORICO ENSEMBLE MULTIETNICO NATO PER CELEBRARE LA MUSICA COME STRUMENTO DI UNIONE TRA CULTURE E STORIE DAL MONDO

PORDENONE- Prosegue ancora “in Pescheria” l’estate del Teatro Verdi di Pordenone che, archiviata la fortunata rassegna internazionale “Open jazz”, propone ancora nuovi appuntamenti del cartellone ideato per la nuova arena estiva di Piazzetta Pescheria, con proposte che attraversano i generi, tra musica e teatro-danza. Un calendario di appuntamenti firmato dalla nuova consulente artistica del Verdi Claudia Cannella, voce esperta del teatro italiano e internazionale. Atteso martedì 5 luglio alle 21.00, il concerto della celeberrima Orchestra di Piazza Vittorio. In scena ritmo, balli e musica per raccontare vent’anni dello storico ensemble multietnico, nato a Roma nel quartiere dell’Esquilino per celebrare la musica come strumento di unione tra culture e storie dal mondo. “Dancefloor”, titolo del nuovo progetto, è un viaggio tra paesi e linguaggi diversi, che accosta il folk al jazz, le tablas agli archi, i tamburi ai fiati, per incantare con la sensualità della Cumbia boliviana, la magia ipnotica e conturbante delle danze berbere, con l’intensità dell’ipnotico canto Sufi e all’allegria della musica araba. Dancefloor racchiude le varie energie che in questi anni hanno animato l’Orchestra di Piazza Vittorio: musica tradizionale mescolata con rock, pop, reggae e classica e ben rappresenta un’Orchestra dall’anima poliedrica che trascina il pubblico con scanzonata allegria ed energia travolgente. Uno spettacolo che ha il sapore di un viaggio musicale, capace di rievocare le atmosfere di Paesi, culture e linguaggi diversi in un itinerario sonoro che solo l’Orchestra di Piazza Vittorio sa regalare al suo pubblico.

L’Orchestra di Piazza Vittorio è nata nel 2002 sulla spinta di artisti, intellettuali e operatori culturali con la volontà di valorizzare l’omonima Piazza dell’Esquilino di Roma, per antonomasia il rione multietnico della città. Ideata e creata su iniziativa del compositore e direttore d’Orchestra. Mario Tronco, membro del gruppo Avion Travel, assieme a Agostino Ferrente, l’Orchestra rappresenta una realtà unica che trova la sua ragion d’essere nella commistione dei linguaggi testuali e musicali, nella ferma consapevolezza che mischiare culture produca bellezza. Una scommessa che cerca di tenere assieme continenti diversi, con le loro culture, i loro suoni e la loro storia, e proprio in questo sforzo trova il suo momento di maggiore attualità. Dal 2002 ad oggi oltre 100 musicisti provenienti da aree geografiche e da ambiti musicali molto diversi tra loro si sono incontrati realizzando progetti creativi e professionali che spesso hanno costituito per loro opportunità di riscatto sociale.

L’Orchestra ha al suo attivo importanti produzioni come Il Flauto Magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio, prodotto dal Festival Les Nuits de Fourvière de Lyon e da Romaeuropa Festival, e rappresentato in più di 150 città in Italia e nel mondo tra cui Parigi, Lione, Atene, Barcellona, Mannheim, Londra, Bahrain, Helsinki, Aix en Provence, Amsterdam e Rotterdam; Il Giro del Mondo in 80 minuti, spettacolo autobiografico e prima autoproduzione dell’Orchestra, che ha esordito nel Marzo 2013 e continua ad essere proposto. Il 2015, invece, ha segnato il debutto di due nuove produzioni originali: Carmen secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio per l’inaugurazione della stagione 2015/2016 dell’Accademia Filarmonica Romana, e Credo, oratorio sui temi del dialogo interculturale e interreligioso. A Giugno 2017 ha debuttato in Francia una nuova produzione operistica, il Don Giovanni secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio. Ha all’attivo 5 dischi e oltre 1300 concerti in tutto il mondo: New York, San Francisco, Santa Cruz, Los Angeles, Londra, Parigi, La Rochelle, Lione, Barcellona, Melbourne, Lisbona, Oporto, Colonia, Hannover, Francoforte, Wuppertal, Vienna, Locarno, Lugano, Istanbul, Toronto, Buenos Aires, Algeri, Tunisi, Hammamet, Dakar, Mulhouse, Bruxelles, Lussemburgo, Oslo, Helsinki, Stoccolma, Bahrain, Tirana, Sarajevo.

L’estate in Pescheria del Verdi prosegue martedì 12 luglio, sempre alle 21.00, con “Ci vuole orecchio. Elio canta Jannacci”: dove Enzo Jannacci, è magicamente portato in scena da Elio in uno spettacolo giocoso e profondo per scoprire l’universo musicale e umano del ‘poetastro’, come amava definirsi lo stesso Jannacci. In

Biglietti sia in Biglietteria che Online www.teatroverdipordenone.it

tel 0434 247624 biglietteria@teatroverdipordenone.it

Foto di copertina : OPV DANCEFLOOR ©SerenaDeAgelis-OfficineK

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi