• Ven. Set 30th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

UDINESE vs SALERINTANA : 0-0 – Le pagelle di STERA

DiStera

Ago 20, 2022

LE PAGELLE DI STERA

UDINESE vs SALERNITANA : 0 – 0

20/08/2022

SILVESTRI: 7
Salva la porta con un intervento alla Garella all’8^ minuto. Altri suoi interventi tengono inviolata la rete bianconera. Primo clean-sheet della stagione per lui.
D E T E R M I N A N T E

BECAO: 6
Attento e risoluto, concede pochi spazi agli avversari, oggi che festeggia 100 presenze in maglia bianconera.
V I G I L E

BIJOL: 6
Finalmente titolare, dimostra di essere attento e prezioso sulle palle alte, chiudendo anche la via agli avversari con buoni anticipi. Esce per infortunio dopo solo 23^ minuti, al suo posto Nuytinck.
A C I D U L O

MASINA: 6,5
Ruvido e deciso quanto basta. Le sue diagonali vanificano spesso le geometrie agli avversari.
T I G L I O S O

PEREZ: 4
Partita di contenimento fino al 49^, quando commette una assurda leggerezza e si fa espellere!
V E R G O G N O S I S S I M O (cit.)

PEREYRA: 6,5
Partita di spessore del capitano, uomo a tutto campo. Energie e qualità al servizio della squadra.
M O D E L L O

WALACE: 5,5
Anche se non commette grossi errori, basterebbe guardare l’azione della sua ammonizione per capire quello che vale. Mitici i tre lanci consecutivi dati agli avversari.
M A H….

MAKENGO: 6
Bravo in interdizione con una discreta propensione alla spinta ma senza essere mai risolutivo. Esce per Lovric.
D O Z Z I N A L E

UDOGIE: 6
Viaggia a due velocità. Quasi incontenibile nel primo tempo, più defilato nel secondo. Forse a corto di fiato.
I N C O S T A N T E

SUCCESS: 5
Indeciso, lento e impreciso. Molte ombre e poche luci, una giornata da dimenticare. Esce per Beto.
S B I A D I T O

DEULOFEU: 6,5
Costantemente in movimento cerca di creare spazi per se e la squadra. A volte pecca di sano egoismo. Bravo Sepe a chiudergli la via del goal nel primo tempo. Esce per Arslan.
A B N E G A T O


NUYTINCK: 6,5
Rileva l’infortunato Bijol. Efficace nel chiudere gli spazi agli avversari.

LOVRIC: 6
Entra al posto di Makengo. Agisce da regista basso. Alcune sue giocate non vengono sfruttate a dovere.

BETO: 6
Subentra a Success. Si rivede a tratti l’incontenibile spilungone portoghese, il che fa ben sperare per il prossimo futuro.

ARSLAN: 6
Da il cambio a Deulofeu rendendosi subito utile alla causa.


IL MISTER: 6
Sceglie di mettere Bijol al posto di Nuytinck e al posto di Soppy schiera Perez, potendo contare sul rientro dal primo minuto di Udogie, che ha appena firmato per il Tottenham ma che resta in prestito in friuli per questa stagione. Al rientro dagli spogliatoi mette Lovric al posto di Makengo per cercare di far girare la squadra anche in inferiorità numerica. Con Beto e Arslan in campo cambia trazione alla squadra, che di fatto si copre cercando di sfruttare le ripartenze. Dovrà lavorare anche sulla testa dei suoi, Perez e Success su tutti.
R A V V E D U T O

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI
Abbonati e spettatori : a Udine numeri record con 11.659 abbonamenti venduti. Il solito amore non ricambiato, dalla Società in questo caso : 8


LA PARTITA:
Dopo la sconfitta di Milano, i bianconeri provano a rialzare subito la testa contro la Salernitana dell’ex Mister Nicola. Seppur bruciante per come arrivata, la sconfitta a San Siro ha lasciato preplessi sia per la dubbia decisione arbitrale in occasione del rigore contro, sia per il rendimento della difesa friulana, colpevole fuori misura per i 4 goal subiti. Al centro della difesa viene preferito Bijol, con Perez spostato sull’out di destra a sostituire Soppy, che in settimana ha lasciato i bianconeri per riunirsi a Musso in quel di Bergamo. I granata dal canto loro mettono in campo una formazione di tutto rispetto, lontana da quella vista lo scorso torneo, con gli innesti di Candreva, Botheim, Vilhena, Radovanovic e il fresco arrivo di Maggiore dal Siena per riscattare la sconfitta del primo turno contro la Roma. Becao festeggia la sua 100ima in maglia bianconera.

STATISTICHE:
I bianconeri hanno vinto tre delle quattro sfide di Serie A TIM contro la Salernitana, subendo però
l’unica sconfitta in casa, lo scorso 20 aprile. I friulani hanno perso le ultime tre partite interne di Serie A TIM, tutte per un solo gol di scarto: friulani non registrano una striscia più lunga di sconfitte in casa nella competizione da marzo/maggio 2021, sotto la guida di Luca Gotti(quattro). L’ex Antonio Candreva ha esordito in Serie A TIM con la maglia dell’Udinese, il 27 gennaio
2008, collezionando un totale di tre presenze – contro i bianconeri ha realizzato cinque reti nella competizione, solamente contro l’Inter (sei) ne conta di più.

SINTESI: Senza infamia e senza lode…
Squadre in campo supportate da una ricca cornice di pubblico. Anche i tifosi granta si fanno sentire, per una sfida che si preannuncia avvincente. Friulani in maglia bianconera contro i granata, oggi di giallo vestiti. Squadre schierate a specchio, entrambe con il 3-5-2. Cross di Pereyra, deviato con il braccio da Bronn e rigore decretato per i friulani al 5^ minuto. Deciso nell’assegnare la massima punizione il signor Aureliano, tra le proteste dei campani che chiedono la verifica VAR. Dopo alcuni minuti al monitor l’arbitro rivede la sua decisione assegnando solo un corner per i friulani tra i fischi dello stadio anzi no, rimessa dal fondo per i campani per fuorigioco. No non sono le comiche, ma poco ci manca. Grande occasione per i granata che impegnano Silvestri con una conclusione ravvicinata, in odore di fuorigioco. Molto attivi Botheim e Bonazzoli tra i granata, meno effervescenti per ora Deulofeu e Success, che ha già perso alcuni palloni, e siamo al 14^. Punizione di Candreva dall’out di destra al 15^, difesa indecisa con Silvestri che per fortuna salva in corner su conclusione ravvicinata di Fazio. Bravo Maggiore nella gestione palla, sarebbe stato un acquisto utile! Bel cross di Makengo al 18^ sul quale Deulofeu anticipa Success meglio piazzato. La difesa mura la conclusione dello spagnolo. Gioco interrotto al 19^ per un infortunio a Bijol, accasciatosi a terra dopo un contrasto aereo. Fortunatamente non serve la barella chiamata in campo, il classe ’99 si alza sulle proprie gambe ed esce per ricevere le cure dei sanitari. Rientra in campo al 22^ per sedersi sconsolato sul terreno di gioco. Non pare farcela a continuare il giovane sloveno. Pronto ad entrare Nuytinck che gli da il cambio al 23^ minuto. Al 25^ Pereyra dalla destra salta gli avversari come birilli e mette un cross radente in area sul quale nessun bianconero è pronto alla battuta. Squadre molto corte e coperte, ci sono pochi spazi per giocare di rimessa. Al 28^ Deulofeu perde palla intestardendosi troppo nei dribbling, Makengo si gioca l’ammonizione per fermare la ripartenza avversaria. Buon momento dei bianconeri che riescono a gestire meglio palla degli avversari. Deulofeu murato da Sepe al 31^, ne segue una serie di tentativi friulani contro il muro difensivo campano che regge a vari tentativi di conclusione. Cattivo Bonazzoli su Makengo al 34^, giallo inevitabile. Al 37^ pasticcio difensivo dei campani che mettono il pallone sui piedi di Deulofeu, disturbato alla conclusione da Pereyra, salvano in corner con affanno i granata, mandando la palla sul pallo. Sul corner Nuytinck di testa manda di poco alto sopra la traversa. Al 39^ Udogie fa tutto da solo ma colpisce male mandando la palla tra le braccia di Sepe. Esce dal letargo la Salernitana al 40^ con una conclusione dalla distanza di Mazzocchi messa in corner da Silvestri. Bella azione dei bianconeri al 43^ con Deulofeu che serve in area Success. Il numero 7 si addormenta e perde palla, gli è successo spesso in questi primi 45^. Saranno 50^ i minuti di gioco di questo primo tempo. Walace perde ingenuamente palla a centrocampo, nel tentativo di rimediare si becca il giallo dal signor Aureliano. Assurdo e inutile fallo di Perez al 49^ che atterra Mazzocchi da dietro durante un leeeento contropiede avversario a difesa schierata. Rosso ineccepibile e friulani in 10! Squadre negli spogliatoi a reti bianche. Servirà qualcosa di nuovo ai bianconeri per giocare 45^ minuti in inferiorità numerica. Ci viene comunicato che sugli spalti ci sono 5.395 paganti e 11.659 abbonati, forse tanto amore meriterebbe qualche sforzo in più da parte della società. E’ evidente che davanti manchi qualcosa. Già in campo i campani, tardano a rientrare i bianconeri. Salernitana che manda in campo Dia e Bradaric, bianconeri che rispondono con Lovric al posto di Makengo per i prossimi 45^. Bella diagonale difensiva di Masina che sventa un contropiede avversario al 50^. Bonazzoli conclude a lato al 51^, campani che provano ad imporsi avendo l’uomo in più. Rischiano i bianconeri, si sono già fatti trovare scoperti in due occasioni. Molto agitato mister Nicola, che sprona i suoi ad osare di più. Bravo Success a conquistare la fascia destra e crossare al 58^, peccato che al tiro vada Walace che indisturbato calcia alto. Le due curve si fanno sentire, bello spettacolo di colori e cori. Nonostante l’inferiorità, non smette di giocare palla al piede la squadra di mister Sottil, che concede solo ripartenze agli avversari. Murato un tentativo di Bonazzoli al 63^. Intanto si scalda Beto. Candreva dalla distanza impegna Silvestri, che ripara in corner al 66^. E’ il momento del rientro in campo di Beto, al 67^ da il cambio a Success. Subito lanciato a rete il portoghese da Deulofeu, che fa valere le sue lunghe leve e costringe i campani a salvarsi in corner. Tre lanci consecutivi di Walace consegnati agli avversari, credo sia un record. Al 73^ bravo Lovric a imbucare per lo scatto di Deulofeu fermato (murato) da Gyomber all’ingresso in area, solo giallo per il campano. Palla al limite dell’area, alla battuta va Gerard che prima colpisce un compagno di squadra e poi conquista corner grazie alla deviazione sulla seconda conclusione. Lovric spreca con un tocco a vuoto in area un buon assist di Deulofeu al 77^. Ancora Bonazzoli al 78^ a scaldare i guanti a Silvestri, che salva in corner. Partita viva e giocata a viso aperto da entrambe le squadre in campo. E’ il momento di Arslan, che manda in panca Deulofeu al 79^. Ancora comiche al Friuli al minuto 84^ : dopo aver assegnato corner, Aureliano assegna rimessa dal fondo per i campani. Candreva dalla distanza e Bonazzoli sulla traiettoria mandano il pallone fuori al 85^, carambola potenzialmente pericolosa fosse stata nello specchio di porta. All’86^ bel pallone di Pereyra per Beto che cincischia sulla palla invece di provare la conclusione di prima intenzione. Dopo aver calibrato il tiro lo manda alto sulla traversa. Sullo scadere ricompare Udogie che all’87^ guadagna un corner dopo una incursione sulla fascia. L’arrogante Candreva (non me ne voglia ma io lo vedo così) si sdraia a terra all’88^, invitato ad uscire dall’arbitro. Cambio stucchevole e perditempo dei campani che al suo posto mandano in campo Valencia. Saranno quattro i minuti di recupero. Innocua conclusione dalla distanza di Vilhena che impegna però Silvestri a terra. Bianconeri in avanti in questi ultimissimi istanti di match. Finisce a reti bianche al Friuli, con qualche rammarico e con la necessità di creare di più. Alla fine, un punto che muove (poco) solo la classifica. Perez pare non sia tronato molto volentieri in Friuli.

SALERNITANA : SEPE 6.5,GYOMBER 6,FAZIO 6,BRONN 6.5,CANDREVA 6.5 (VALENCIA s.v.),MAGGIORE 6,RADOVANOVIC 5 (BRADARIC 5.5),VILHENA 5.5,MAZZOCCHI 6.5,BOTHEIM 5.5 (DIA 5.5),BONAZZOLI 6.5

Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi