• Mar. Giu 18th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

UN RICCO CALENDARIO DI APPUNTAMENTI ANIMERÀ LA TARDA PRIMAVERA E L’ESTATE DEL MUSEO GORTANI DI TOLMEZZO

DiRedazione

Mag 22, 2024

Si parte sabato 25 maggio con “Dall’Erbario al prato” visita al prezioso Erbario “Gart der Gesundheit” custodito al Museo e oggetto di recenti scoperte e passeggiata alla scoperta delle erbe del territorio sotto la guida della naturopata Maria Nives Granzotti.

 Previsto anche un ciclo di iniziative in collaborazione con gustoCarnia, tra family pic-nic nel giardino del Museo (con laboratori e i giochi di una volta), apericena e degustazioni. 

Torna Senza Memoria anche con nella versione in lingua friulana “Cence Memorie”  in collaborazione con la Società Filologica Friulana

************

Il Museo Carnico delle Arti Popolari “Michele Gortani” di Tolmezzo non è solo un contenitore di oggetti e memorie del passato, ma un luogo attuale, vivo e vibrante che invita i visitatori a immergersi attivamente nella conoscenza e nella cultura locale. Attraverso una serie di “esperienze” coinvolgenti e interattive il Museo offrirà la possibilità di esplorare il suo ricco patrimonio in modo autentico e coinvolgente. Sarà l’occasione perfetta per scoprire uno dei musei più originali e preziosi del Friuli Venezia Giulia, che – con una collezione etnografica tra le più importanti in Europa – custodisce la storia, l’arte e la memoria della Carnia e delle sue genti. 

Si parte sabato 25 maggio alle ore 14.00 con “Dall’Erbario al prato: passeggiata alla scoperta delle erbe del territorio”.  Per gli amanti della cultura e dell’outdoor l’appuntamento si articola in due momenti:  breve approfondimento sul prezioso Erbario “Gart der Gesundheit” datato 1486 e custodito al Museo, oggetto di recenti scoperte, e a seguire lo spostamento, con i propri mezzi, verso il campo sportivo di Terzo di Tolmezzo da dove partirà per una passeggiata (accessibile a tutti) alla scoperta delle erbe del territorio, dei miti, delle virtù e dei loro usi sotto la guida esperta della naturopata Maria Nives Granzotti (massimo 35 persone; prenotazioni a info@museocarnico.it). 

Le proposte sono pensate per incontrare l’interesse di tutti. Domenica 2 giugno alle ore 17.30 è in programma lo spettacolo “Fiore di roccia“, una lettura in musica tratta dall’omonimo romanzo di Ilaria Tuti, che porta all’attenzione del pubblico la storia delle portatrici carniche durante la Prima guerra mondiale. Un racconto vibrante e commovente, la cui narrazione è affidata alla voce di Serena Fogolini, che si intreccia con le musiche di quel periodo per mandolino e chitarra, eseguite dal duo formato da Andrea Miola e Giulia Pizzolongo.

Torna, mercoledì 10 luglio, il 18 e il 19 ottobre, “Senza Memoria” realizzato in coproduzione con il Teatro Stabil Furlan e che ha già registrato oltre 700 spettatori.

Sabato 31 agosto e domenica 1 settembre sarà proposto anche nell’adattamento in friulano: il progetto si chiama “Cence Memorie”, vincitore del bando promosso dalla Società Filologica Friulana nell’ambito del progetto PRIMIS PLUS “Storie di multiculturalità: viaggio sensoriale attraverso il prisma delle minoranze” finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera INTERREG VI-A Italia-Slovenia 2021-2027.

Sabato 15 giugno alle ore 11.00 nel corso del festival letterario  “Tolmezzo Vie dei Libri” è la volta della presentazione dei volumi “Beinecke 408 – Il manoscritto Voynich” di Eleonora Matarrese, accompagnata dalla nuova esposizione del prezioso erbario “Gart der Gesundheit”.

Poi ci saranno le attività per famiglie e bambini: come i laboratori collegati alla mostra “Altan. Terra, omini e bestie” (Palazzo Frisacco di Tolmezzo, 13 giugno-22 settembre) – dove sarà possibile giocare con gli animali reali o immaginari, tema caro all’autore, e con la tanto amata Pimpa – o il family pic-nic organizzato sabato 29 giugno insieme a gustoCarnia. La collaborazione con gustoCarnia prosegue con alcune proposte che hanno come filo conduttore le erbe del territorio, tra aperi-cena e degustazioni (18 luglio, 8 agosto, 11 ottobre).  

Ciascuno, insomma, vi potrà trovare la propria chiave di lettura: quello di cui siamo certi è che varcando la soglia di Palazzo Campeis non si può restare indifferenti alle molteplici storie e curiosità nascoste dietro ogni oggetto: l’invito è dunque quello di viverlo pienamente.

Per info e prenotazioni delle iniziative: www.museocarnico.it

SINERGIE SUL TERRITORIO E IN FVG

Vicino al ricco calendario di appuntamenti, il Museo Gortani ha attivato numerose collaborazioni: infatti chi visiterà il Museo Gortani, presentando il biglietto di ingresso, potrà usufruire dell’accesso a tariffa ridotta per visitare la mostra “Storie di Montagna a Palazzo Coronini: Julius Kugy e donne in quota” (dall’8 giugno a Palazzo Coronini Cronberg di Gorizia) e la mostra “Il Coraggio” a Illegio promossa dal Comitato di San Floriano (19 giugno-3 novembre). Allo stesso modo chi visiterà quelle esposizioni, oltre alla mostra “Altan. Terra, omini e bestie” a Palazzo Frisacco di Tolmezzo, potrà usufruire di un coupon per l’ingresso al “Gortani” a prezzo ridotto. 

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE