• Lun. Feb 6th, 2023

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

INFIAMMAZIONE DI RAJ PATEL E RUPA MARYA VINCE IL PREMIO “PAGINE DI SOSTENIBILITA’ – VIVERE A SPRECO ZERO 2022”

DiRedazione

Nov 28, 2022

La premiazione dei vincitori DOMANI, martedì 29 novembre a Bologna. L’edizione 2021 del Premio era andata allo scienziato Stefano Mancuso, la prima edizione 2020 alla divulgatrice scientifica Eliana Liotta.

Francesco Barberini

ROMA – Il saggio “Inflamed / Infiammazione. Medicina, conflitto e disuguaglianza”, di Rupa Marya e Raj Patel (in foto di copertina), pubblicato da Feltrinelli nella primavera 2022, vince la 3^ edizione del contest di saggistica “Pagine di sostenibilitàVivere a spreco zero”. Tema della selezione 2022 era “Visioni di antropocene”, e il saggio firmato a quattro mani dall’economista anglo-pakistano Raj Patel con il medico statunitense Rupa Marya “si è distinto perché concepito con originalità e coraggio, per essere necessario e altamente espressivo dello stato di salute del pianeta e della specie umana che lo abita – spiegano le motivazioni della Giuria – Se l’infiammazione è il sistema evolutivo che il nostro corpo ha sviluppato per guarire, quella attuale è cronica, ci spiegano gli autori, perché tutti gli stress sociali, biologici e chimici cui siamo sottoposti generano una pressione tale, che lo stesso processo di autoguarigione può infine provocare dei danni al nostro corpo. Una visione concreta e insieme rivoluzionaria che sa illuminare le relazioni nascoste fra i nostri sistemi biologici e le profonde ingiustizie dei nostri sistemi politici ed economici”. La menzione speciale del Premio Vivere a Spreco Zero, “Pagine di sostenibilità” va al libro “I dinosauri che volano tra noi”, dell’autore appena quindicenne Francesco Barberini, un adolescente con capacità di ricerca e di comunicazione fuori dal comune, a soli 10 anni premiato dal Presidente Mattarella con l’attestato di Alfiere della Repubblica Italiana per meriti scientifici. “L’ultimo libro di Francesco Barberini – recitano le motivazioni – offre una testimonianza divulgativa importante del racconto dell’evoluzione e schiude la consapevolezza della progressiva corrosione dell’habitat naturale per mano della specie predatoria più pericolosa per la terra: l’essere umano”.

I vincitori del Premio “Pagine di sostenibilità – Vivere a spreco zero” saranno premiati domani, martedì 29 novembre, a Bologna (Palazzo D’Accursio, ore 15). Nel 2021 il Premio, promosso in partnership con ENI, era andato allo scienziato Stefano Mancuso e nel 2020 alla divulgatrice scientifica Eliana Liotta. «Quest’anno, con “Visioni di Antropocene – hanno spiegato i curatori del riconoscimento Andrea Segrè, Daniela Volpe e Luca Falasconi – abbiamo voluto puntare lo sguardo sull’impatto devastante dell’azione umana sulla Terra e sulla catastrofica miopia che pagheranno le generazioni a venire. Quello che solo a inizio millennio sembrava distopico, come le pandemie e altre catastrofi planetarie, è oggi al centro del dibattito quotidiano». Info e dettagli sprecozero.it

Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi