• Mar. Mag 28th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

MOSTRA NATUROGRAFIE – VENEZIA, FONDACO DEI TEDESCHI : ROBERTO GHEZZI INCONTRA IL PUBBLICO DOMENICA 26 MARZO

DiRedazione

Mar 23, 2023

ĂQUAE NATUROGRAFIE” 

L’ARTISTA ROBERTO GHEZZI PRESENTA LE SUE “SINDONI DI LAGUNA”: DOMENICA 26 MARZO ALLE 11.00 AL FONDACO DEI TEDESCHI (VENEZIA) INCONTRO CON L’AUTORE DELLE OPERE ESPOSTE NELLA MOSTRA “ĂQUAE NATUROGRAFIE” VISITABILE FINO AL 1^ MAGGIO PROSSIMO AL FONDACO. LA PARTECIPAZIONE È LIBERA SU PRENOTAZIONE ALL’INDIRIZZO: INFO@STARTCULTURA.IT

LE NATUROGRAFIE SONO UN PROGETTO ARTISTICO-SCIENTIFICO REALIZZATO A QUATTRO MANI DALL’ARTISTA IN COLLABORAZIONE CON LA NATURA. LE OPERE DI GHEZZI SONO VERI E PROPRI AUTORITRATTI DELLA LAGUNA, AFFASCINANTI CAMPITURE MATERICHE CHE RAPPRESENTANO ANCHE MATRICI DI RACCOLTA SULLA SALUTE DELL’ECOSISTEMA

PRESENTI ALL’INCONTRO PUBBLICO DI DOMENICA 26 MARZO ANCHE STEFANO BORELLA (DIRETTORE RISERVA NATURALE WWF DI VAL AVERTO) E MICHELE ZACCHIGNA (RICERCATORE CNR-IOM) CHE CON GHEZZI GUIDERANNO IL PUBBLICO ALLA SCOPERTA DI QUESTE OPERE REALIZZATE NELLA LAGUNA DI VENEZIA: UN INTRECCIO TRA ARTE, NATURA E SCIENZA

VENEZIA – Si chiamano Naturografie le opere che l’artista contemporaneo Roberto Ghezzi realizza a quattro mani con la natura: una particolare forma artistica in cui arte, uomo e ambiente entrano in consonante e originale connessione. La mostraĂquae Naturografie” (a cura di START Cultura) – che conta circa un centinaio di opere – è visitabile a Venezia, Fondaco dei Tedeschi (Calle del Fontego dei Tedeschi, Ponte di Rialto), fino al prossimo 1^ maggio. Si tratta dell’esito di una ricognizione che l’artistaha intrapreso lungo l’arco costiero dell’alto Adriatico, fino ad approdare nella Laguna di Venezia. Le opere si possono definire dei veri e propri autoritratti di Laguna dove l’ambiente anfibio della Laguna e la natura terracquea si raccontano in modo sorprendente. Le Naturografie sono anche inconsapevoli matrici di raccolta che fotografano la salute dell’ecosistema in cui vengono immerse: un aspetto di tale interesse da aver portato anche alla collaborazione con il CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Sarà lo stesso Roberto Ghezzi ad illustrare al pubblico le sue “sindoni di laguna” e raccontare la filosofia creativa delle Naturografie: domenica 26 marzo alle 11.00 è, infatti, in programma una visita-incontro con Roberto Ghezzi che assieme a Stefano Borella (Direttore Riserva Naturale WWF di Val Averto) e Michele Zacchigna (Ricercatore CNR-IOM), guideranno il pubblico alla scoperta del progetto e delle opere. La partecipazione è libera su prenotazione all’indirizzo: info@startcultura.it. Le prenotazioni saranno attive fino a mezz’ora prima dell’inizio dell’evento, e comunque fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Le Naturografie nascono con la scelta da parte dell’artista del luogo dell’installazione e della tipologia di tessuto da utilizzare, che viene lasciato parzialmente immerso nell’acqua, demandando così al tempo e alla natura stessa il completamento dell’opera. La luce, il vento e la pioggia, le piante e gli organismi che vivono in quelle acque agiscono sulle tele per creare paesaggi vivi e sempre diversi. Lo spettatore si trova di fronte ad una produzione inconsueta, portatrice di canoni estetici misti (naturali-umani), valenze simboliche (l’artista che delega l’atto gestuale alla natura), aspetti etici (la comprensione ed il dialogo con il paesaggio e la sua salvaguardia).

«L’esposizione, raggruppa una serie di grandi tele che si sono generate dopo oltre sei mesi di immersione nei luoghi della laguna veneta – spiega Roberto Ghezzi. Sono state montate negli spazi del Fondaco come fossero delle sindoni, delle “pelli” di laguna, issate con delle catene che, a loro volta, erano rimaste a lungo immerse nelle acque. La laguna ha fortemente agito sui tessuti di queste tele: le ha martoriate, scavate, mangiate. Su di esse troviamo sia i segni della bellezza della creazione – come i verdi delle alghe che hanno trovato alloggio e nuova dimora nei miei tessuti – che anche i segni dell’inquinamento e dell’effetto antropico delle maree».

 Tutte le informazioni su www.startcultura.it

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE