• Sab. Giu 22nd, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

OVARO, 27 maggio – Due incontri sulle recenti scoperte archeologiche a Ovaro

DiRedazione

Mag 25, 2023

Settimana della cultura friulana

OVARO

Sala Convegni del Complesso turistico/ambientale di Aplis

località Aplis, 2/C – Ovaro

sabato 27 maggio 2023

ORE 17.00 e ORE 18.15

DUE INCONTRI SULLE RECENTI

SCOPERTE ARCHEOLOGICHE A OVARO

Nell’ambito della X edizione della Settimana della Cultura Friulana, promossa dalla Società Filologica Friulana, la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia propone due incontri dedicati alle testimonianze archeologiche nel territorio di Ovaro presso la Sala Convegni del Complesso turistico/ambientale di Aplis.

La prima conferenza, dal titolo “Due ponti, una strada: tracce di una storia sepolta a Ovaro”, si terrà sabato 27 maggio alle ore 17.00 e sarà occasione per parlare del rinvenimento di due ponti in pietra, due manufatti appoggiati l’uno all’altro e impostati sulla roccia affiorante che sono stati messi in luce durante la realizzazione della rotatoria in corrispondenza dell’accesso alla cartiera di Ovaro. Per consentire il prosieguo dei lavori della rotatoria, i due ponti sono stati smontati con criteri scientifici e tutte le operazioni sono state documentate con tecnica archeologica.

Durante il pomeriggio saranno presentati i risultati e contestualmente analizzate problematiche dell’intervento archeologico, cercando di fornire un’interpretazione storica e una loro attribuzione cronologica: al momento infatti si può solo affermare che siano sicuramente precedenti al XX secolo. L’evento sarà anche occasione per esporre in anteprima il progetto di valorizzazione dei resti dei due ponti, in corso di elaborazione da parte di FVG Strade S.p.A. in accordo con la Soprintendenza ABAP FVG e il Comune di Ovaro.

Seguirà, nella stessa sede, alle ore 18.15 il secondo incontro dal titolo “La montagna iscritta: il masso con le iscrizioni venetiche di Mione di Ovaro”, nel quale verrà presentata la recente scoperta avvenuta nella frazione di Mione di Ovaro di un masso inciso, posto a circa 1600 metri di quota e recante alcune iscrizioni venetiche. Si tratta di un rinvenimento di grande importanza per la conoscenza della diffusione della lingua venetica in Friuli e la comprensione dei percorsi antichi e della viabilità in alta montagna.

Lo studio di questo ritrovamento offrirà l’occasione per proporre un tema molto dibattuto tra gli studiosi come quello della definizione culturale delle popolazioni che abitarono la Carnia in età preromana, le cui denominazioni sono note da diverse fonti antiche e da resti archeologici, non sempre di facile interpretazione, e di cui si sa ancora poco.

Programma degli incontri

SABATO 27 MAGGIO 2023

ore 17.00

Sala Convegni del Complesso turistico/ambientale di Aplis

località Aplis, 2/C – Ovaro

Due ponti, una strada: tracce di una storia sepolta a Ovaro

Interventi di

dott. ing. Luca Vittori (FVG Strade S.p.A.)

dott. Roberto Micheli (archeologo – Soprintendenza ABAP FVG)

dott.ssa Raffaella Bortolin (archeologa)

arch. Angela Coiutti (FVG Strade S.p.A.)

arch. Giovanni Sandre (FVG Strade S.p.A.)

* * *

SABATO 27 MAGGIO 2023

ore 18.15

Sala Convegni del Complesso turistico/ambientale di Aplis

località Aplis, 2/C – Ovaro

La montagna iscritta: il masso con le iscrizioni venetiche di Mione di Ovaro

conferenza di

dott. Roberto Micheli

(archeologo – Soprintendenza ABAP FVG)

prof.ssa Anna Marinetti

(Dipartimento di Studi Umanistici – Università Ca’ Foscari Venezia)

* * *

Setemane de culture furlane

DAVÂR

Sale des cunvignis dal Complès turistic ambientâl di Aplis

localitât Aplis, 2/C – Davâr

sabIDE AI 27 DI maI DAL 2023

AES 17.00 eAES 18.15

DOI INCUINTRIS SU LIS DISCUVIERTIS

ARCHEOLOGJICHIS RESINTIS A DAVÂR

Inte suaze de X edizion de Setemane de Culture Furlane, promovude de Societât Filologjiche Furlane, la Sorintendence Archeologjie, bielis arts e paesaç dal Friûl-Vignesie Julie e propon doi incuintris dedicâts aes testemoneancis archeologjichis intal teritori di Davâr,te Sale des cunvignis dal Complès turistic ambientâl di Aplis.

La prime conference, dal titul “Due ponti, una strada: tracce di una storia sepolta a Ovaro”, si fasarà sabide ai 27 di Mai aes 17.00 e e sarà la ocasion par fevelâ de discuvierte di doi puints di piere, doi manufats poiâts un su chel altri e logâts suntun cret, che a son stâts puartâts a lûs cu lis oparis pe realizazion de taronde li dal acès ae cjartere di Davâr. Par permeti di lâ indenant cui lavôrs de taronde, i doi puints a son stâts dismontâts cun criteris sientifics, e dutis lis operazions a son stadis documentadis cun tecniche archeologjiche.

Tal dopomisdì a saran presentâts i risultâts e ancje analizadis lis problematichis dal intervent archeologjic, cirint di furnî une interpretazion storiche e une lôr colocazion cronologjiche: pal moment, di fat, si pues dome afermâ che a sedin stâts fats sù prin dal secul XX. L’event al sarà ancje une oportunitât par esponi in anteprime il progjet di valorizazion dai rescj dai doi puints, che FVG Strade S.p.A. al è daûr a elaborâ in acuardi cu la Sorintendence ABAP FVG e cul Comun di Davâr.

Inte stesse sede, aes 18.15 si davuelzarà il secont incuintri dal titul “La montagna iscritta: il masso con le iscrizioni venetiche di Mione di Ovaro”, dulà che e vignarà presentade la discuvierte resinte fate inte frazion di Mion di Davâr, ven a stâi un clapon incidût che al è a cirche 1600 metris di cuote e che al presente iscrizions venetichis. E je une discuvierte une vore impuartante par cognossi la difusion de lenghe venetiche in Friûl e ancje i percors antîcs e de viabilitât inte mont alte.

Il studi di chest repert al darà la pussibilitât di proponi un teme une vore dibatût tra i studiôs, o ben la definizion culturâl des popolazions che a vivevin in Cjargne inte ete preromane. Lis denominazions di chescj popui no son inmò dal dut claris e a vegnin di diviersis fonts antighis e di rescj archeologjics che no son simpri facii di interpretâ.

Program dai incuintris

SABIDE AI 27 DI MAI DAL 2023

aes 17.00

Sale des cunvignis dal Complès turistic ambientâl di Aplis

localitât Aplis, 2/C – Davâr

Due ponti, una strada: tracce di una storia sepolta a Ovaro

Intervents di

dot. inz. Luca Vittori (FVG Strade S.p.A.)

dot. Roberto Micheli (archeolic – Sorintendence ABAP FVG)

dot.re Raffaella Bortolin (archeolighe)

arch.e Angela Coiutti (FVG Strade S.p.A.)

arch. Giovanni Sandre (FVG Strade S.p.A.)

* * *

SABIDE AI 27 DI MAI DAL 2023

aes 18.15

Sale des cunvignis dal Complès turistic ambientâl di Aplis

localitât Aplis, 2/C – Davâr

La montagna iscritta: il masso con le iscrizioni venetiche di Mione di Ovaro

conference di

dot. Roberto Micheli

(archeolic – Sorintendence ABAP FVG)

prof.re Anna Marinetti

(Dipartiment di Studis Umanistics – Universitât Ca’ Foscari di Vignesie)

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE