• Gio. Lug 18th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

VICENZA – Un fine settimana con i Giovani talenti delle Settimane Musicali e le Matinée in musica

DiRedazione

Giu 3, 2023

XXXII Settimane Musicali al Teatro Olimpico 2023

Prima il silenzio, poi il suono, o la parola. Vicenza 21 maggio – 11 giugno 2023


Un fine settimana con i Giovani talenti delle Settimane Musicali e le Matinée in musica

Le Settimane Musicali al Teatro Olimpico continuano  all’Odeo del Teatro Olimpico, la loro programmazione con un fine settimane , sabato 3 e domenica 4 giugno,  ricco di tre appuntamenti dedicati ai nuovi talenti  dal titolo Progetto Giovani e Matinée  che ospita  artisti  affermati coinvolti in esibizioni mattutine.

Wakana Marlene Tanaka

Sabato   3 giugno alle 18.00, per il Progetto Giovani,  l’Odeo del Teatro Olimpico sarà illuminato da Wakana Marlene Tanaka, vincitrice ex aequo con Alessandro Del Gobbo del prestigioso Premio Brunelli 2022.  La pianista giapponese Wakana Marlene Tanaka, nata a Evanston negli Stati Uniti e cresciuta a Tokyo,  eseguirà in particolare la Sonata op. 101 di Beethoven, portale d’ingresso nell’arcano e affascinante mondo del “tardo stile” sulla tastiera, oltre il quale la forma di Sonata perde le sue rassicuranti coordinate formali.  Ancora  in  programma  di Franz Schubert Sei Momenti Musicali per pianoforte, Op.94, D. 780 e di  Robert Schumann Sonata per pianoforte N. 1 in Fa diesis minore Op. 11.

Domenica 4 giugno Matinée all’Odeo del Teatro Olimpico,  ore 11, intitolata  Debussy nella stanza dei giochi, un cammeo tra note e parole con la pianista Stefania Redaelli e l’eclettica attrice e pianista Maria Luisa Zaltron (in foto di copertina). Una domenica in compagnia di Claude Debussy con la Petite Suite per pianoforte a quattro mani, Children’s Corner per pianoforte solo e infine La Boite à joujoux per voce recitante e pianoforte.

In chiusura sempre Domenica 4 giugno alle ore 18.00 all’Odeo del Teatro Olimpico sarà il momento di Irené Fiorito al violino e Riccardo Ronda al pianoforte, il duo vincitore del Bando Guglielmo 2022, con un programma che spazierà dal tardo romanticismo di Johannes Brahms (Sonata n. 1 op. 78) alla musica del Novecento con Ottorino Respighi (Sonata in Si minore P.110) e Guido Alberto Fano (Ansietà).

Profili

Wakana Marlene Tanaka

Pianista giapponese nata a Evanston negli Stati Uniti e cresciuta a Tokyo, si è diplomata presso la Toho Gakuen School of Music a Tokyo studiando con le Maestre Hiroe Arai e Kei Itoh nel 2018. Successivamente ha conseguito il diploma accademico di secondo livello con massimo dei voti, la lode e la Menzione d’Onore presso il Conservatorio di Musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto sotto la guida del Maestro Massimiliano Ferrati nel 2021. Ha fatto il suo recital di debutto europeo a Cittadella nel 2018 e si è esibita in vari posti in Italia e a New York sia come solista che in varie formazioni cameristiche. In 2022, ha debuttato a Londra tenendo il recital solistico. Ha suonato con l’Orchestra di Padova e del Veneto al Teatro Olimpico di Vicenza e con la Circle Symphony Orchestra a Cittadella. Di recente, è stata premiata in numerosi concorsi in Italia e all’estero: il primo premio all’11° “Premio Lamberto Brunelli”, il secondo premio al 10o Concorso Internazionale per giovani musicisti “Premio Annarosa Taddei”, il terzo premio al 26o Concorso Pianistico Internazionale “Premio Stefano Marizza”, il primo premio assoluto all’8o Concorso Pianistico Internazionale “Città di Spoleto” e al 14° Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Piove di Sacco”, il primo premio al 1o International Piano Competition “Paderewski in Memoriam”, Gold Award al 3° WPTA Finland International Piano Competition tra gli altri. Nel 2021, le sue registrazioni sono andate in onda per l’intervista su “Radio MCA”, e ha avuto l’intervista per “Le Salon Musical” nel 2022. 

Maria Luisa Zaltron

Classe 1995, nel 2014 si diploma in Pianoforte con Maria Grazia Bellocchio al Conservatorio di Bergamo.
Ha suonato per le Settimane Musicali al Teatro Olimpico; alle Sale Apollinee del Teatro la Fenice di Venezia. Nel 2017 si diploma alla Civica Accademia d’Arte DrammaTca “Nico Pepe” di Udine.
Lavora con Gianina Cărbunariu, Giancarlo Sepe, Luca MicheleM, Lorenzo Arruga, Michele Suozzo, STvalaccio Teatro, Tournée da Bar. Nel 2021 vince il Premio Hystrio alla Vocazione.
Nel 2020 debu[a come cantante nell’Orfeo di Monteverdi (Spoleto63), con la regia di Pier Luigi Pizzi e l’Accademia BizanTna dire[a da O[avio Dantone, nel ruolo della Speranza.
Con la pianista Stefania Redaelli ha ideato “Debussy nella scatola dei giochi”, in cui è pianista e attrice.

Stefania Redaelli

Diplomata con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Milano sotto la guida di Ernesto Esposito, ha studiato anche con Bruno Canino, Murray Perahia, Paolo Borciani (Quartetto Italiano),Dario De Rosa e Norbert Brainin (Quartetto Amadeus) e Corrado Romano.

Assistente ai corsi di Salvatore Accardo, Rocco Filippini, Franco Gulli, Yo-Yo Ma, Victor Tretiakov, Lucas Hagen, Asier Polo, Ilya Gringolts e Boris Belkin ( accademia Chigiana, fondazione Stauffer Cremona, Garda Lake Music Festival…).

Docente di musica da camera al Conservatorio di Milano e docente di pianoforte presso l’ Accademia di Alto Perfezionamento di Sacile. Ha inciso per Warner, Warner-Fonit Cetra, Dynamic, Brilliant, Stradivarius, Ricordi, Aulics Classics e Bottega Discantica, in quest’ultimo cd anche in veste di direttore. Di recente pubblicazione sono un cd per Foné insieme a Salvatore Accardo con le tre sonate di Grieg ed un doppio cd per Aulics Classics in duo pianistico con Gabriele Dal Santo con le trascrizioni originali di Brahms dei suoi quartetti per archi.

Come solista si è esibita con le orchestre della RAI di Milano, dei Pomeriggi Musicali e dell’Angelicum di Milano, con l’Orchestra Sinfonica di San Remo e l’Orchestra da Camera di Padova. Ha suonato con musicisti di fama internazionale tra i quali Salvatore Accardo, Mario Brunello, Massimo Quarta, Sergej Krilov, Lucas Hagen, Cecilia Bartoli, Bruno Giuranna, Domenico Nordio, Marco Rizzi, Fabrizio Meloni, Maria Grazia Bellocchio, Danilo Stagni, Edoardo Zosi, Antony Pay, Rocco Filippini, Alain Meunier, Victor Tretiakov, Sonig Tchakerian, in prestigiosi teatri ed Associazioni come il Teatro alla Scala di Milano, Schauspielhaus di Berlino, il Teatro San Carlo di Napoli, il Regio di Parma, il Ponchielli di Cremona, il Bibiena di Mantova, Il Festival di Stresa, Unione Musicale di Torino, Serate Musicali di Milano, la Biennale di Venezia, Festival MITO, I Concerti di Radio3 (Concerti al Quirinale, Radio3 Suite), alla IUC di Roma, l’Accademia Chigiana di Siena, Wigmore Hall di Londra, Boston Symphony Hall, il Museo Glinka di Mosca, Cemat Resit di Istanbul, l’Università di Singapore…..

Irene Fiorito

Irenè Fiorito

Nata a Roma nel 2000, si diploma a quindici anni con lode e menzione, presso il Conservatorio di Musica S.Cecilia di Roma. Nel 2020 ottiene il Master of Arts presso il Conservatorio della Svizzera Italiana, e nel 2022, presso lo stesso conservatorio, il Master of Arts per solisti nella classe del M° Berman, con il quale studia dal 2015. È attualmente iscritta ai Corsi di Perfezionamento presso il Conservatorio di Lugano e l’Hochschule fur Musik und Theater di Monaco. È stata inoltre allieva del M° Accardo presso l’Accademia W.Stauffer di Cremona. È stata premiata e vincitrice di numerosi Concorsi Internazionali tra i quali il Concorso Violinistico Internazionale Postacchini 2019 e il Concorso Internazionale Premio Rodolfo Lipizer 2019. Come solista con l’orchestra si è esibita in numerosi concerti in Italia, Francia, Svizzera, Regno Unito e Lituania. È violinista del Trio Kobalt con cui frequenta i corsi del Trio di Parma presso l’Accademia Perosi di Biella. Suona un violino J.Ceruti del 1848 gentilmente concesso dalla Fondazione ProCanale di Milano.

Riccardo Ronda

Riccardo Ronda

Nato a Cremona nel 1997, è stato allievo di R.Cappello, A.Miodini e A.Kravtchenko, con cui ha conseguito il Bachelor e il Master of Arts in Pianoforte con lode, presso il Conservatorio della Svizzera italiana. È pianista del Trio Kobalt con cui frequenta i corsi del Trio di Parma presso l’Accademia Perosi di Biella. Si è esibito con l’Orchestra Toscanini, presso la Radio di Stato Bulgara in Plovdiv, la Filarmonica e l’AMI di Rovereto, il Teatro Comunale di Casalmaggiore, il San Giacomo Festival di Bologna, Hall in Musica del LAC di Lugano, il Mozarteum di Salzburg e in altri festival in Italia e all’estero. Ha al suo attivo la vittoria presso il Concorso Giovannini di Reggio Emilia e in altri concorsi nazionali e internazionali. È direttore dell’Ensemble Sacri Rimbombi con cui svolge intensa attività concertistica nell’ambito della musica antica.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE