• Gio. Lug 18th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

BLUE NOTTE GORIZIA FESTIVAL: IL 28 OTTOBRE A GORIZIA, PARCO BASAGLIA, LA MOSTRA “I CONFINI SEPARANO, LA NATURA UNISCE”

DiRedazione

Ott 24, 2023

Sabato 28 ottobre, alle 16, al Parco Basaglia di Gorizia si inaugura la mostra “I confini separano, la natura unisce”

Per l’occasione sarà conferito anche il Premio Pueroni

Nei giorni seguenti sono attesi alcuni laboratori artistici per grandi e piccoli.

Blue Notte Gorizia Festival – organizzato dall’Associazione BlueBird e dalla Cooperativa sociale Contea, in corso dalla scorsa estate con diversi appuntamenti tra musica, natura e cultura – inaugura la mostra “I confini separano, la natura unisce”, sabato 28 ottobre, alle ore 16, presso il Parco Basaglia di Gorizia (via Vittorio Veneto 174).

La struttura situata di fronte alle serre in fondo al parco, per l’occasione ospita la “casetta della Strega Maya”, personaggio inventato appositamente per il Festival in occasione del workshop tenuto a settembre da Casty, celebre disegnatore Disney. Anche l’illustratore Matteo Allemanno è stato docente di un apprezzatissimo workshop, e i lavori dei giovani artisti che hanno partecipato agli incontri con i due disegnatori andranno a comporre proprio uno dei percorsi della mostra ospitata a Gorizia, che sarà l’occasione anche per tornare sul tema del Festival – che quest’anno ha voluto sensibilizzare il pubblico sulla straordinaria ricchezza della terra e della natura del territorio transfrontaliero.

L’allestimento – che non mancherà di stupire con le sue costruzioni fiabesche e piene d’atmosfera – avrà un angolo interamente dedicato all’artista goriziano Giacomo Pueroni (prematuramente scomparso nel 2017), molto legato alla sua città, cui ha dedicato diversi lavori: nella mostra saranno esposti ricordi scritti e grafici di amici, collaboratori e autori vicini a Pueroni. L’inaugurazione della mostra ospiterà anche (in collaborazione con il collettivo ETRA di Monfalcone) la cerimonia di premiazione del Premio Pueroni (che giunge nel 2023 alla sua quinta edizione), destinato al “Miglior disegnatore di Fantascienza”, che sarà affidato al fumettista e illustratore italiano Sergio Ponchione. Le motivazioni della scelta saranno raccontate nel corso dell’incontro: il premiato – che non potrà essere in sala – lascerà una testimonianza video che sarà proiettata a beneficio del pubblico. Presenzieranno alla cerimonia alcuni collaboratori storici di Pueroni e una rappresentanza della Sergio Bonelli Editore, per cui Pueroni ha lavorato.

“Le illustrazioni dei giovani artisti – spiega Monica Tortul, presidente dell’Associazione BlueBird – si sono ispirate alle piante e ai paesaggi di confine, a cui l’edizione del festival ha dedicato un focus specifico, con un’escursione a piedi alla scoperta della biodiversità e del ricco patrimonio naturalistico del territorio e con attività multimediali che hanno coinvolto diversi giovani”. 

La mostra “I confini separano, la natura unisce” resterà aperta dal martedì al sabato dalle 15 alle 18, fino al 25 novembre: chi passerà a visitarla potrà fermarsi liberamente per delle piccole attività creative sul tema natura.

Ad arricchire l’offerta anche tre laboratori, per i quali è necessaria la prenotazione: domenica 29 ottobre, dalle 16 alle 18 si terrà un laboratorio di intaglio artistico di zucche (costo 15 euro); lunedì 30 ottobre, dalle 15.30 alle 17.30 sarà possibile essere protagonisti di un set fotografico con Ilaria Tassini; martedì 31 ottobre, dalle 15.30 alle 17.30 il laboratorio di intaglio di zucche (costo 10 euro) sarà “basico” e per tutti, grandi e piccoli.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: associazionebluebird@gmail.com / 348 4921376

***

Il Premio Pueroni

Dopo la prematura scomparsa del disegnatore goriziano, nel 2019 è venuto a mancare anche il Presidente del comitato scientifico del Premio, Federico Memola, del quale Pueroni fu peraltro a lungo collaboratore: il premio è dunque implicitamente dedicato anche allo sceneggiatore milanese e ha l’obiettivo di evidenziare il lavoro di un disegnatore in attività, italiano o straniero, riconosciuto dalla comunità professionale internazionale e dai lettori, tramite il ricordo del fumettista scomparso e della sua passione per il fumetto e per la Science Fiction in genere. Esso viene assegnato su decisione di alcuni collaboratori storici dell’autore, maanche degli amici con cui il disegnatore ha condiviso la passione per il fumetto e la frequentazione delle fiere di settore. Si è inteso con questa scelta garantire che la premiazione individuasse non solo un autore meritevole, ma anche rappresentativo di un modo di avvicinare il mestiere del fumettista non dissimile da quello di Pueroni.

In precedenza il Premio Pueroni è stato assegnato a Mario Alberti (2017), Massimo Dall’Oglio (2018), Matteo Scalera (2019), Lorenzo Pastrovicchio (2020).

Il comitato scientifico ha deciso, dopo tale data, di interrompere la cadenza annuale del premio e correlarne la consegna ad eventi esplicitamente rivolti al ricordo dell’autore.

Giacomo Pueroni

Nato a Torino nel 1964, dopo essersi diplomato presso l’Istituto d’Arte di Gorizia, inizia a lavorare nel campo della grafica pubblicitaria, disegnando strisce umoristiche pubblicate su riviste dedicate al fandom, Inside Star Trek e Shadows on the moon.

Nel 1996 Pueroni entra a far parte dello staff di disegnatori di Zona X della casa editrice Sergio Bonelli Editore . Nel 1999 passa alla squadra di disegnatori di Jonathan Steele, sempre per la Sergio Bonelli Editore. Pueroni continuerà la collaborazione con il team del personaggio, proposto in una nuova serie pubblicata dalla Star Comics a partire dal 2004.

La collaborazione con Federico Memola, autore in Zona X e creatore di Jonathan Steele, continua nel 2006, con la realizzazione del volume Harry Moon pubblicato da 001 Edizioni, personaggio che sarà ripreso nel 2010 in una serie pubblicata da Planeta De Agostini.

Oltre al lavoro per la Sergio Bonelli Editore, dal 2005 insieme a Miriam Blasich e Luca Vergerio, con i quali crea il Gruppo Fumatti, realizza la serie di fantascienza Anjce, editata da prima da ARTe FUMETTO e quindi autoprodotta.

Dal 2009 realizza illustrazioni per la rivista Robot, pubblicata da Delos Book. Una delle illustrazioni per Robot gli varrà il Premio Italia. Nel 2012 realizza, insieme a Guido Masala, una storia per la testata Nathan Never della Sergio Bonelli Editore. Nel 2014 disegna il numero 9 della serie Dragonero ideata da Luca Enoch e Stefano Vietti. Ha inoltre pubblicato storie brevi per altre case editrici, come Edizioni Arcadia e Coniglio Editore.

Dal 2016 Pueroni ha iniziato a raccontare sul suo blog la propria esperienza con la SLA.

Molte sono state le iniziative per supportarlo, come la pubblicazione editoriale in digitale, da parte della Sergio Bonelli Editore, di alcune storie di Jonathan Steele e Nathan Never da lui disegnate. È morto a Gorizia il 18 febbraio 2017 a 53 anni, a causa di complicazioni dovute alla malattia.


Link utili

Giacomo Pueroni:

https://www.sergiobonelli.it/notizie-flash/2017/02/18/gallery/la-scomparsa-di-giacomo-pueroni-1000640/#1

http://jackpue.blogspot.com/

Sergio Ponchione

Nato ad Asti nel 1975, ha pubblicato in Italia, Francia, Stati Uniti e Argentina con vari editori fra cui Sergio Bonelli Editore, Coconino Press, Oblomov Edizioni, Fantagraphics Books e Ici Même Editions. Fra i suoi libri: Obliquomo, Grotesque, Impronte Maltesi e Memorabilia. 

Ha realizzato illustrazioni e copertine per Zanichelli, Giunti, Sperling & Kupfer e collaborato con testate come Internazionale, La Lettura, Il Manifesto, La Repubblica XL, Wired, Film TV, l’agenda Smemoranda e Linus, per cui ha anche realizzato la storica copertina celebrativa dei 50 anni. Ha disegnato albi promozionali e illustrazioni per brand come ABB, Henry Cotton’s, Montblanc, e illustrato la Guida ZERO di Torino 2012.

Per l’antologia Cattivi Soggetti (Rizzoli, 2010) disegna l’adattamento di un racconto di Loriano Macchiavelli a cura di Daniele Brolli. Nel 2011, su testi di Andrea Campanella, disegna l’albo Verso la Terra Promessa per il Premio Exodus di La Spezia. Partecipa ad autoproduzioni come The Artist, PUCK! e Čapek, per cui ha disegnato una storia scritta in esclusiva dalla rock band americana The Residents. 

Per Bonelli, dopo vari episodi della serie Jonathan Steele di Federico Memola, con il pluripremiato sceneggiatore Alessandro Bilotta realizza due albi della serie Mercurio Loi, una storia breve di Dylan Dog, ed é attualmente al lavoro sulla serie Eternity. Insieme realizzano anche i volumi de Gli Uomini della Settimana per Panini Comics. 

Nel 2020 cura tutte le illustrazioni per il Donizetti Festival di Bergamo. Su testi di Giovanni Eccher ha disegnato diversi racconti per la collana Comics&Science. 

Vincitore del Premio Gran Guinigi a Lucca 2009 e del Premio Micheluzzi al Comicon 2012, nel 2017 lo spazio culturale astigiano FuoriLuogo gli ha dedicato una mostra permanente. Insegna alla Scuola di Fumetto di Asti.

In copertina : Sergio Ponchione

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE