• Sab. Mar 2nd, 2024

Voce del NordEst

Il web magazine online 24/7

CortinAteatro, la magia delle feste si accende con il “Gran concerto di Capodanno” il 29 dicembre

DiRedazione

Dic 21, 2023

CORTINATEATRO, LA MAGIA DELLE FESTE SI ACCENDE CON IL “GRAN CONCERTO DI CAPODANNO”

La rassegna musicale e teatrale di Cortina d’Ampezzo invita cortinesi e turisti ad un immancabile appuntamento, il concerto lirico sinfonico di venerdì 29 dicembre all’Alexander Girardi Hall alle 20.45, con il soprano Claudia Ceraulo e il mezzosoprano Karine Ohanyan, accompagnate dall’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta da Massimo Racanelli

Il cartellone di CortinAteatro, la stagione concertistica e teatrale promossa e sostenuta dal Comune di Cortina d’Ampezzo, ideata e coordinata dall’associazione Musincantus, celebra la fine e l’inizio dell’anno in musica, riscoprendo i brani immortali della tradizione natalizia: venerdì 29 dicembre alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo (Belluno), andrà in scena il “Gran concerto di Capodanno”, un concerto lirico sinfonico dal programma leggero e frizzante, che spazierà dall’opera ai valzer viennesi passando per l’operetta e vedrà protagoniste il soprano Claudia Ceraulo e il mezzosoprano Karine Ohanyan, affiancate dall’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta da Massimo Racanelli (la serata sarà presentata dalla giornalista Elena Filini). 

Il programma sarà ricco e sfavillante e saprà coinvolgere il pubblico con melodie intramontabili, divenute colonna sonora delle feste natalizie in tutto il mondo. Si inizierà con l’Ouverture da “Le Allegre Comari di Windsor” di Otto Nicolai e la polka veloce “Leichtfüssig” di Joseph Hellmesberger, per proseguire con il valzer di Johann Strauss figlio “Wo die Zitronen bluhen”, Franz Lehar e il suo “Meine Lippen, sie küssen so heiss”, Jacques Offenbach con “Aria del violino Nicklausse” e l’operetta in due atti di Franz von Suppé “Leichte Kavallerie”. Spazio quindi alla produzione della famiglia Strauss, con “Bauern-Polka”, “Mein Herr Marquise”, “Tritsh Tratsch Polka”, “Fruhlingstimmen”, “Sul bel Danubio blu” e la “Marcia di Radetzsky”, intervallate dal duetto “Belle nuit, ô nuit d’amour” di Jacques Offenbach.

Ad allietare la serata, a metà concerto non mancherà il tradizionale brindisi offerto da Prosecco Doc, main partner di CortinAteatro e promoter del progetto “Nell’Olimpo di Beethoven”.

Il variegato programma sarà interpretato dalla versatile voce di Claudia Ceraulo, giovane soprano siciliana formatasi con maestri del calibro di Salvatore Fisichella, Marcello Giordani, Luciana Serra, Elizabeth Smith, Hanno Müller-Brachmann e del direttore d’orchestra Ezio Bosso, nel 2017 ha debuttato nella prima esecuzione assoluta de “L’amante burlato” di Paolo Altieri al Teatro Sangiorgi di Catania, dopo il ritrovamento della partitura in un’antica libreria siciliana, e nell’estate del 2019 ha partecipato, nel ruolo dell’ancella, all’opera Turandot all’anfiteatro greco di Siracusa e a quello di Taormina con la direzione del Maestro James Meena. 

Con lei ci sarà Karine Ohanyan, mezzosoprano francese di origine armena che ha debuttato all’Opera di Nizza, ha fatto parte della compagnia solista dell’Opéra Comique di Parigi e si è esibita in numerosi teatri europei di prestigio. Canta regolarmente all’Opera di Montecarlo dove è stata ascoltata nelle produzioni di La forza del destino, Jenufa, Francesca da Rimini, La Sonnambula, Maria Stuarda, La Traviata, Amelia al ballo sotto la direzione musicale del Maestro Placido Domingo e accanto a Ernani Ludovic Tézier e Ramon Vargas. Nel febbraio 2015 ha ricevuto il Leone d’Oro dalla città di Venezia come riconoscimento per la sua brillante carriera.

L’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, che accompagnerà le due soliste, sarà diretta da Massimo Racanelli, 35enne trevigiano nuovo direttore artistico della compagine orchestrale veneta. Racanelli è inoltre primo violoncello della Venice Baroque Orchestra, con cui suona, anche in qualità di solista, nelle più prestigiose sale da concerto. Come direttore ha collaborato con artisti del calibro di Mario Brunello, Thomas Demenga, Xavier de Mestre, Leonora Armellini, Giovanni Andrea Zanon. Dal 2022 è direttore musicale del progetto giovanile europeo Junges Musik Podium Dresda-Venezia.

Appuntamenti successivi. Giovedì 4 gennaio, nella Chiesa della Madonna della Difesa alle 20.45, si potrà assistere a “The Armed Man. A Mass for Peace” del compositore gallese contemporaneo Karl Jenkins, concerto per coro e orchestra che vedrà protagonisti Simonetta Zanchettin (voce narrante), Annagiulia Bonizzato (soprano), Michela Sordon (contralto) e Claudio Sonego (tenore) insieme all’Orchestra Accademia Musicale Naonis e all’Insieme Vocale Città di Conegliano con il maestro del coro Laura Fabbro, con la direzione di Alberto Pollesel. 

Biglietti e abbonamenti: Infopoint di Cortina d’Ampezzo, Cooperativa di Cortina (reparto cartoleria), vivaticket.com

Info: cortinateatro.it e canali social

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE