• Ven. Ago 19th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Dal 25 aprile in vigore il PAT che apre il futuro urbanistico di Jesolo

DiRedazione

Apr 18, 2020

DAL 25 APRILE IN VIGORE IL PAT CHE APRE IL FUTURO URBANISTICO DI JESOLO

Dopo la firma avvenuta un mese fa, lo strumento è stato ratificato dalla Regione Veneto e pubblicato sul BUR. Il Piano di Assetto del Territorio caratterizzato dalle 3R “rigenerazione, riqualificazione e rinnovamento” sarà operativo dalla fine del mese di aprile.

Sarà efficace dal 25 aprile il PAT, il Piano di Assetto del Territorio di Jesolo, adottato dal Consiglio Comunale a fine 2016: con la pubblicazione sul BUR, Bollettino Ufficiale della regione Veneto è stato completato l’iter amministrativo e ora il nuovo strumento urbanistico potrà orientare lo sviluppo della città per i prossimi vent’anni. Il PAT diventa così la bussola per orientare la crescita e contiene grandi innovazioni recependo tutti quegli aspetti di attenzione ambientale che sono orami diventati una necessità per avere una realtà urbana sostenibile e a misura di cittadino.

 “Con la pubblicazione sul BUR abbiamo finalmente portato a termine un iter non privo di complessità, ma che ci ha permesso di fissare con chiarezza le linee strategiche e le regole per delineare lo sviluppo dei prossimi anni che troverà attuazione attraverso il Piano degli Interventi – spiega il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia. Grazie al nuovo Piano potremo rendere Jesolo più moderna e accogliente, e affrontare le nuove sfide che, soprattutto a causa degli eventi che stiamo affrontando in questi giorni, si presentano difficili e impegnative e richiederanno un impegno straordinario da parte di tutti”.

Il PAT ha individuato con chiarezza gli obiettivi strategici: elemento chiave è lo stop al consumo di suolo, l’assenza cioè di nuove capacità edificatorie, scelta che favorirà la salvaguardia delle qualità ambientali, culturali ed insediative del territorio per conservare, tutelare e valorizzare i beni naturali, culturali, architettonici ed archeologici. Attenzione viene poi posta alle identità storico-culturali, alla qualità e differenziazione dei paesaggi urbani ed extraurbani per conseguire una riqualificazione degli insediamenti storici ed il recupero del patrimonio edilizio ed ambientale esistente. Anche lo sviluppo turistico è al centro del PAT, che guarda ad una crescita sostenibile, lasciando però aperta la possibilità alle attività produttive e commerciali di ampliare i locali e le strutture ricettive alberghiere, riqualificandosi con elevati standard di qualità architettonica, rispetto ambientale, tecnologia e risparmio energetico. Il piano individua anche le direttrici infrastrutturali strategiche e promuove i percorsi ciclabili e la mobilità sostenibile.

“Siamo entusiasti di questo traguardo raggiunto ed è sotto gli occhi di tutti lo straordinario lavoro fatto dai tecnici e dagli uffici per portare a casa un risultato storico per la città. Davanti a noi si apre una fase nuova per lo sviluppo urbanistico di Jesolo, fatto di innovazione e attenzione ambientale – aggiunge l’assessore all’Urbanistica, Otello Bergamo. Ora potremmo avviare l’elaborazione del Piano degli Interventi che servirà a definire in modo puntuale le opportunità di ogni singola area e lotto edificabile. Sarà un piano innovativo basato sulle 3R: rigenerazione, riqualificazione e rinnovamento”.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi