• Mar. Lug 5th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

ESCE IN LIBRERIA DOMANI 12 NOVEMBRE “CHARLOTTE”, FRA STORIA E FICTION IL RACCONTO DELLA DONNA CHE CAMBIO’ LA RIVOLUZIONE FRANCESE FATTA DAGLI UOMINI

DiRedazione

Nov 11, 2021

L’AUTORE FRANCESCO ZARZANA LO PRESENTA DOMANI SERA A MODENA

Charlotte, la donna che cambiò il corso della Rivoluzione francese fatta dagli uomini. Nella sua casa di Caen, cuore pulsante girondino, la giovane Charlotte Corday, appassionata di filosofia e studiosa delle nuove idee illuminate, improvvisamente decide che non c’è più tempo: Jean Paul Marat deve essere ucciso perché l‘ami du peuple se ne è invece rivelato il nemico, la personificazione del terrore e della morte. E questo diventa il suo unico pensierola sua ossessione fino all’atto omicida che si consumerà il 13 luglio 1793, quando Charlotte riesce a introdursi, con l’espediente di una lettera di supplica, negli appartamenti di Marat che la riceve immerso nella sua vasca da bagno, a causa di una grave malattia della pelle che lo costringeva a bagni terapeutici. Dopo aver scambiato con lui poche parole, la giovane lo colpisce al petto con un coltello. Così Charlotte si macchia di uno degli assassini che hanno fatto storia e che la storia l’hanno cambiata.

Parte da questi fatti storici, il nuovo libro dello scrittore, drammaturgo, regista e direttore artistico di Buk Festival della Piccola e Media Editoria di Modena e del Buk Film Festival Francesco Zarzana “Charlotte” (ProgettArte Edizioni, 16 €) in libreria da domani 12 novembre. Lo sfoglieranno in anteprima nazionale a Modena, sempre domanvenerdì 12 novembre, alle ore 20.30 Palazzo dei Musei di Modena, Sala Ex Oratorio, l’autore insieme alla scrittrice Giusella De Maria

Ma va ben oltre, e affida alla voce della stessa protagonista Charlotte, in prima persona, il racconto di ciò che accadde dopo: la sua cattura, il processo, la condanna fino la ghigliottina. 

Un lungo monologo di una donna che decide per sé, che si sacrifica in nome della libertà del suo popolo. Non chiede complicità, aiuto, sostegno ai suoi compagni girondini, fa tutto da sola, conosce le conseguenze del suo gesto, non c’è nulla che può farle cambiare idea, ha deciso, la sua è una missione, un martirio per il bene della Francia. 

«Con Charlotte continuo il mio lavoro di “indagine” sul mondo femminile e sulla violenza in particolare. Qui è la donna l’assassina che uccide per motivi sicuramente politici, ma soprattutto si sacrifica per evitare tante altre sciagure. La Rivoluzione Francese doveva liberarsi del suo tiranno per eccellenza, quale era diventato Marat», spiega Francesco Zarzana «Perché questo libro? Perché Charlotte? Sono stato ispirato dal famoso quadro di Louis David, grande amico di Marat, che lo ritrae nella vasca da bagno pugnalato e mi sono chiesto perché non avesse dipinto anche la sua assassina. Da lì ho cercato di capire chi fosse veramente Charlotte e cosa successe prima di quel gesto ma anche cosa accadde dopo». 

Il processo a Charlotte Corday, nella sua drammaticità, ha un grande valore simbolico nella Francia di fine settecento, perché è una delle rare volte, forse la prima, durante la Rivoluzione francese in cui una donna prende la parola, dichiarando le sue posizioni con chiarezza e lucidità. Rivendicando il suo atto criminoso, Charlotte –difesa dell’avvocato Claude François Chaveau-Lagarde, lo stesso che tenterà di salvare la regina Maria Antonietta dalla ghigliottina – utilizza il processo per esprimere le sue motivazioni politiche e personali. Ed è certamente la prima volta che succede. 

«Ho attinto a tanti documentisoprattutto quelli processualiavuti nella disponibilità grazie al Ministero della Giustizia francese», prosegue l’autore«Tutto ciò ha reso possibile ricostruire questa vicenda e allargare lo sguardo al “dopo Charlotte” e ai tanti personaggi storici– Jacques-Bernard-Marie Montané, il presidente del Tribunale rivoluzionario, il pubblico accusatore Antoine Fouquier-Tinville, Charles-Henri Sanson, il boia di Parigi e tanti altri –che in qualche modo l’hanno determinata, con un’autenticità pressoché totale». 

L’incontro di presentazione di“ Charlotte” (ProgettArte Edizioni) di Francesco Zarzana a Modena, venerdì 12 novembre, alle ore 20.30 Palazzo dei Musei di Modena, Sala Ex Oratorio è organizzato da ProgettArte, con il patrocinio del Comune di Modena. Ingresso libero e gratuito senza prenotazioni, si richiede il green pass. 

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi